Cerca: Saperi PA, PA digitale, Atti FORUM PA 2011

Risultati 21 - 30 di 225

Risultati

Intervento al convegno Eg.09 InnovaScuola ed il Premio “A scuola di innovazione”

Una volta premesso che nelle ultime 3 settimane sono state già più di 2500 le convocazioni via sms e PEC dei supplenti, Emanuele Fidora illustra nel dettaglio il Piano Nazionale Scuola Digitale, già avviato da 3 anni ed in cui si inserisce il  progetto "InnovaScuola". Al piano, le cui quattro azioni sono illustrate di seguito, contribuiscono anche università, fondazioni ed imprese. In previsione della trasformazione dei libri cartacei in digitali, l'anno prossimo, si sta intanto cercando di dotare le quasi 11mila  istituzioni scolastiche delle necessarie infrastrutture.

Leggi tutto

Intervento al convegno Eg.09 InnovaScuola ed il Premio “A scuola di innovazione”

Il premio “A scuola di innovazione”, giunto alla sua seconda edizione, nasce da un'attività congiunta che il Dipartimento per la pubblica amministrazione e l'innovazione porta avanti dal 2005-6 con il ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, allo scopo di rendere più innovativo il mondo della scuola. Così spiega Renzo Turatto, aprendo il convegno, aggiungendo che si tratta di una collaborazione che si svolge lungo tre linee di attività.

Leggi tutto

La fine del Protocollo Informatico

Il workshop presenta aDOC, la soluzione Open Source creata dalla partnership fra AgileTec e Gestioni Elettroniche, che rivisita in una inedita modalità user-friendly i dettami normativi, trasformandoli in punti di forza di un approccio che vede il documento al centro dell’interesse di chiunque, a qualsiasi titolo, sia coinvolto nei processi amministrativi ed aziendali. Il protocollo non è morto, ma viene considerato come uno dei tanti eventi nella complessa vita di un documento.

Leggi tutto

Professionisti e dematerializzazione degli adempimenti. Il professionista come pubblico ufficiale

Nel suo intervento Matteo Capuani presenta una proposta di collaborazione tra il Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori e la pubblica amministrazione locale in un settore ben preciso, che è quello dell’edilizia. L’oggetto è la presentazione delle pratiche relative al Testo Unico sull’Edilizia.

Leggi tutto

Cassa Italiana Previdenza e Assistenza Geometri per la dematerializzazione

Nel suo breve intervento, Diego Buono propone una disamina degli impegni  assunti da Cassa Italiana di Previdenza e Assistenza Geometri al fine di agevolare i rapporti tra professionista e pubblica amministrazione. Dalla Convenzione con Ancitel e Consiglio Nazionale Geometri, fino a quella con Aruba per assicurare la diffusione e l'uso della PEC, della firma digitale e della certificazione di ruolo. E conclude: “Nell’importante impegno profuso nei processi di dematerializzazione non va dimenticato che un elemento critico è la standardizzazione”

intervento al convegno O.04 "Iniziative di Social Networking nella PA: Agorà, un anno dopo"

Norme chiare, innanzitutto. Le priorità per i geometri

Farncesco Mazzoccoli interviene al convegno “Professionisti e dematerializzazione degli adempimenti”, proponendo una breve riflessione sulla centralità della figura del geometra nei territori italiani e sulle istanze della categoria nel rapporto con gli enti locali. “L’esigenza di norme chiare – afferma – è prioritaria, superando in urgenza e necessità anche quella di strumenti semplici ed efficaci in ambito di dematerializzazione”.

Il processo di dematerializzazione nel settore dell’edilizia

Massimiliano Spada parte da una constatazione: nell’ambito dell’edilizia è molto difficile mantenere la logica del processo. Conseguenza diretta  di questo – osserva - è che i “dirigenti hanno praticamente l’ufficio in procura e i professionisti passano l’80% del loro tempo a sbrigare pratiche amministrative”.  Dunque, dove e come intervenire per sanare la situazione? “Il primo punto – sostiene Spada - è mettersi attorno a un tavolo e stabilire le regole. Nel settore dell'ediliza abbiamo, più che altrove, bisogno di certezza nelle dichiarazioni e nelle responsabilità”.

Leggi tutto

I commercialisti, l’informatizzazione, i servizi telematici, la dematerializzazione

Claudio Bodini sottolinea come gli ordini professionali siano un trait d’union fondamentale sui territori tra pubblica amministrazione e cittadini. Ricordando come l’Italia stia cavalcando, su alcuni temi, l’onda della digitalizzazione dei servizi pubblici,  presenta i primi risultati del progetto che l’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili sta portando avanti con il Politecnico di Milano. “Attraverso un software – spiega - andiamo a monitorare gli aspetti della fatturazione elettronica e della dematerializzazione applicata negli studi professionali.

Leggi tutto

Iter certi e certficazione garantita. Cosa chiedono gli architetti alla dematerializzazione

Nella visione di Antonio Gatto, per l’Ordine degli architetti quella della dematerializzazione è una rivoluzione epocale, equiparabile al passaggio dal tecnigrafo al computer. Proponendo un’analisi dello stato dell’arte nel settore di sua competenza, si dice convinto che a mancare non siano tanto le risorse né le competenze tecniche all’interno della pubblica amministrazione locale, quanto piuttosto le sinergie. “Per il nostro settore  - sostiene - nel progettare i processi di dematerializzazione bisogna partire  dalle cose che danno un beneficio a professionisti e cittadini.

Leggi tutto