Cerca: Saperi PA, Riforma PA, government 2.0

4 risultati

Risultati

Cosa vorreste sapere sul policy-making 2.0? Chiedetelo qui, David Osimo risponde il 18 maggio

Diventa sempre più difficile definire politiche pubbliche efficaci. La realtà è sempre più instabile, evolve rapidamente, i cittadini fanno sentire milioni di opinioni via social media. Le tecnologie sembrano offrire soluzioni interessanti: social media opinion mining per capire le priorità dei cittadini e generare nuove idee; simulazioni per anticipare i possibili impatti, crowdsourcing per facilitare la realizzazione degli obiettivi, open data e visualizzazioni per valutare gli impatti.

Leggi tutto

Il dilemma della comunicazione delle istituzioni: Dimostrare o Argomentare?

Il budget della Provincia di Milano destinato alla comunicazione è passato dagli oltre cinque milioni di euro del 2009 all’attuale milione e ottocentomila. Da qui parte l’intervento di Angelo De Vivo, che interroga i presenti su quali siano le opportunità nascoste per la comunicazione pubblica in questo periodo di crisi così forte. La risposta che propone è legata alla possibilità, o meglio alla necessità, di passare da una comunicazione dimostrativa (su modello broadcast) a una comunicazione argomentativa. Cosa si intende per comunicazione argomentativa?

Leggi tutto

"Innovazione sociale". Di cosa parliamo quando lo diciamo

Andrea Bassi, Direttore della ESSE – European Summer School on Social Economy e Ricercatore presso l’Università di Bologna - riconoscendo all'innovazione sociale una natura “multidisciplinare”, sottolinea come essa sia oggetto di una molteplicità di definizioni, non tutte tra loro complementari. “Dal mio punto di vista -  sintetizza - l'innovazione sociale può essere articolata in tre definizioni che rispecchiano i tre principali approcci con cui possiamo analizzarla: sistematico, pragmatico, manageriale”. Proprio con Bassi iniziamo ad esplorare questo concetto affascinante e al tempo stesso, per la sua multiforme natura, estremamente duttile fino a diventare un po’scivoloso.

Leggi tutto

Capitolo 2. Il cittadino al centro

Articolo del dossier 2011, FORUM PA nella Rete

In termini programmatici è difficile trovare qualche amministratore pubblico che non metta al centro del proprio operato i cittadini a cui si dovrebbe riferire. In termini pratici, lo scollamento tra azione pubblica e popolazione amministrata è sempre più ampio. Anche la "speranza tecnologica" sembra tradita. Negli ultimi venti anni, infatti, in modo ricorrente, ci siamo appellati al presunto potere taumaturgico delle nuove tecnologie confondendo il fine con il mezzo, pensando che l'innovazione potesse essere relegata agli uffici dei sistemi informativi piuttosto che promossa e sostenuta dalle giunte politiche e dai decisori pubblici. E i risultati sono quelli che tutti possiamo vedere: la tecnologia, in Italia, non ha avvicinato in modo sostanziale i cittadini ai loro governanti, non ha sviluppato una nuova dimensione di cittadinanza (quella digitale), non ha arricchito le dinamiche della convivenza civile.

Leggi tutto