Cerca: Saperi PA, Riforma PA, Efficienza, Atti FORUM PA 2008

Risultati 1 - 10 di 76

Risultati

Le direttive annuali dei Ministri come strumento di programmazione strategica

Il relatore, dopo aver illustrato il fondamento teorico e normativo della “pianificazione” strategica, vocabolo utilizzato da un recente regolamento (decreto del Presidente della repubblica n.

Leggi tutto

Percorsi di attuazione della rivoluzione meritocratica e di quella digitale

Perché se le Pubbliche Amministrazioni italiane contengono straordinarie risorse di competenze e di dedizione la qualità media dei servizi e delle prestazioni è scarsa? Franco Bassanini sostiene che la questione vada affrontata applicando due rivoluzioni: quella digitale e quella meritocratica.

Leggi tutto

La formazione moderna di dirigenti pubblici capaci

Partendo dalla convinta affermazione che qualità e produttività del capitale umano siano centrali per migliorare il funzionamento della Pubblica Amministrazione Valeria Termini illustra i due indirizzi su cui si è concentrata l’azione della Scuola nel 2007: introduzione di trasparenza e mercato nelle procedure e inserimento nel network internazionale per garantire l’eccellenza della formazione.

Leggi tutto

Percorsi virtuosi di accesso alla dirigenza pubblica

Dopo aver aspramente criticato i fenomeni distorti di attuazione dell’art.19 comma 6 Gianfranco D’Alessio riaffronta la questione dell’eliminazione del ruolo unico della dirigenza e ribadisce che l’art.97 deve valere sempre di più per riqualificare le modalità di accesso ed i percorsi interni alle carriere amministrative. D’Alessio affronta poi la questione del precariato e dopo aver valutato positivamente l’esperienza del corso/concorso della SSPA conclude il suo intervento esprimendosi a favore del reclutamento in forma unitaria.

La portata innovativa dei corsi/concorso della SSPA

Stefano Sepe conduce un bilancio di quel tentativo di innovazione che sono stati i corsi/concorso sottolineando come essi siano stati un elemento dirompente come pochi altri nella storia amministrativa italiana. Essi hanno contribuito notevolmente ad abbassare l’età media della dirigenza di seconda fascia, hanno permesso un ingresso non dal basso e hanno valorizzato la carriera amministrativa.

Leggi tutto

Reclutamento e formazione della classe dirigente

In merito al reclutamento attraverso la scuola superiore della PA, si analizzano due punti di vista: quello delle amministrazioni, dove prevale una sensazione positiva da parte dei direttori generali del personale, e l’opposto punto di vista degli allievi. Il secondo nodo è la distribuzione del personale in livelli di responsabilità, e il conseguente blocco della mobilità interna all’amministrazione e tra amministrazioni.

Leggi tutto

La PA vista da chi la dirige

Nel nostro Paese esiste un problema, molto sentito, di selezione della classe dirigente. Sia nello spoil system che nel reclutamento esterno a contratto, si è assistito a situazioni di non-buona amministrazione. Dai risultati del rapporto annuale di Promo PA sembra che nella dirigenza pubblica ci sia una sorta di maggioranza silenziosa che ha dei valori che non riesce ad esprimere: quali sono le ragioni? C’è una carenza di capacità della struttura tecnica del Paese, della burocrazia, di imporsi di fronte alla politica.

Leggi tutto

Ma chi me lo fa fare !?

Il sistema operativo della PA è rimasto ancora troppo ancorato alla cultura dell'adempimento invece che a quella del risultato, i lavori procedono quasi sempre per somma di procedure e raramente per processi trasversali alle diverse articolazioni organizzative, i servizi sono strutturati in funzione di chi ci lavora e non di chi li usa, i cambiamenti ci sono ma sono ben al di sotto delle aspettative degli utenti....... Leggi tutto

Conto economico, misurazione, valutazione e incentivazione per il controllo di gestione e la razionalizzazione della spesa nella Pa

Antonio De Luca, direttore centrale pianificazione e controllo di gestione INPS, parte dall'esperienza dell'istituto in cui lavora per fare una panoramica degli strumenti che possono contribuire al controllo di gestione e alla razionalizzazione della spesa all'interno della Pa. I primi due interventi si concentrano sull'importanza del passaggio da una gestione meramente finanziaria a una gestione che punta alla razionalizzazione economica. Strutture come l'Inps devono avere un conto economico, senza il quale non può esistere incentivazione, motivazione e valutazione.

Leggi tutto

Il manager e l'innovazione: uno stimolo per la PA

La burocrazia frena le aziende e le spinge verso il basso nella competizione globale : 14 mildi di € la spesa annuale per oneri amministrativi. Altrettanto pesante è il costo per i singoli cittadini. Leggi e leggine ma anche la percezione di una carenza nel funzionamento della macchina amministrativa. La dirigenza pubblica può reagire anche in presenza dei vincoli e degli effetti negativi della legge Bassanini, mutuando i principi di management delle aziende private?Leggi tutto