Cerca: Saperi PA, Energia e ambiente, Atti FORUM PA 2009

Risultati 1 - 10 di 21

Risultati

La leva energetica per lo sviluppo del Sistema Italia

Guido Bortoni illustra le iniziative di politica energetica all’esame del Parlamento e previste nell’azione di Governo rapportandole ai tre orizzonti temporali nei quali si inseriscono: il breve termine entro la fine del 2010, il medio termine entro il 2020 e il lungo termine dal 2020 in poi. Infrastrutture, reti, fonti rinnovabili, ridefinizione del mix produttivo e riapertura al nucleare, misure anti-crisi e aumento della concorrenzialità sono gli strumenti attraverso cui – spiega Bortoni – si può riorganizzare il sistema energetico valorizzandolo in quanto elemento strategico di crescita.

Funzione, azioni e strategie dei Regolatori dell’energia

Il Presidente Ortis approfondisce quale può essere il contributo dei Regolatori al quadro politico e agli aspetti amministrativi del sistema energetico. Nel contesto delineato dalla crisi economica, dalla fame energetica mondiale e dall’esigenza di uno sviluppo sostenibile Ortis illustra le iniziative del bonus elettrico e dei certificati bianchi insistendo al contempo sulla necessità di sviluppare investimenti in infrastrutture, cantieri e occupazione sostenibile riferendosi in particolare allo sviluppo delle reti, dei collegamenti transfrontalieri, degli stoccaggi e dei rigassificatori.

Uscire dalla crisi: il ruolo delle tecnologie per l’energia e l’ambiente

Dalla crisi - sostiene Paganetto - non si esce soltanto con un riassetto del sistema finanziario o con un incremento della domanda: se ne esce con pacchetti ben orientati e l’energia è uno di quelli che possono dare un contributo maggiore. Questo contributo può essere dato attraverso interventi che riguardano, a cominciare dall’efficienza energetica, l’introduzione di più tecnologia. Come esempio del ruolo di driver che le politiche per l’innovazione in materia energetica possono rivestire per la ripresa Paganetto porta il progetto dell’ENEA per l’efficientamento degli edifici pubblici.

Una risposta integrata alla domanda di sicurezza

Il calo della percezione di sicurezza tra i cittadini – dice Zanonato – è dovuto alla paura del crimine come anche ad altri fattori quali la preoccupazione per il proprio futuro lavorativo, la questione dell’ambiente, la politica internazionale, il terrorismo, ecc. Sulla sicurezza occorre dunque concentrarsi con forza senza che essa diventi un tema di scontro politico, altrimenti si agisce solo con la repressione.

Leggi tutto

La salute dei bambini e l'ambiente: da Siracusa a Parma 2010

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sta cercando di spostare l’attenzione verso quella che chiama la human face del cambiamento climatico, ovvero l’impatto che l’inquinamento e i cambiamenti climatici stanno già avendo o avranno nei prossimi decenni sulla salute umana. In particolare, la relazione di Bertollini si concentra sulle conseguenze che l’ambiente ha sulla salute dei bambini, una problematica emersa già nel G7 di Denver del 1997.

Leggi tutto

Il Piano di Azione per la riduzione dell'inquinamentonella città di Palermo

Il Comune di Palermo, in linea con gli obiettivi regionali in materia di qualità dell'aria, ha elaborato un proprio piano di miglioramento che agisce su più fattori. I punti chiave del Piano riguardano: l'incentivazione al risparmio energetico degli impianti di riscaldamento e all’uso del metano per i grandi impianti di combustione industriale, e le iniziative per una mobilità urbana sostenibile quali l'introduzione del Bollino blu, l'incremento delle piste ciclabili e delle aree pedonali, l'incremento dell'offerta di mezzi pubblici e lo sviluppo del car sharing.

Politiche energetiche e ambientali come motore di sviluppo: istruzioni per l’uso

In concomitanza del convegno Enerloc che si tiene annualmente a Sassari, Promo Pa Fondazione individua le buone pratiche che dimostrano la realizzabilità delle politiche della PA locale nel settore energetico. Nel suo Intervento Ioletta Pannocchia cita in particolare tre casi innovativi: il distretto di Babcock Ranch in Florida dove si esiste il progetto di fondare una città che abbia al suo interno la più grande centrale solare esistente.Leggi tutto

Rilevazione automatica e trasmissione dei dati tecnici delle operazioni di controllo dei gas di scarico

ENEA collabora con la Regione Sicilia sia sul versante dell'efficienza energetica del parco mezzi, che sul versante dell'innovazione tecnologica per una mobilità sostenibile attraverso: la ricerca e la progettazione di auto ibride, lo studio di soluzioni a minore impatto ambientale per il trasporto pubblico, la formazione e l'aggiornamento tecnico del personale degli enti locali su energia, fonti rinnovabili e trasporti.

I fondamenti scientifici dei cambiamenti climatici a seguito del IV rapporto IPCC

I dati scientifici dimostrano la veridicità e la drammaticità del cambiamento climatico. Il riscaldamento globale è inequivocabile e Castellari, a conferma di questo, presenta alcuni risultati emersi dalle ricerche effettuate negli ultimi due anni, dopo la pubblicazione del rapporto IPCC del 2007.

Leggi tutto

Il Piano di miglioramento della qualità dell’aria e potenziamento del trasporto pubblico delle aree metropolitane del MATTM

Data la necessità di rispettare gli standard europei in materia di emissioni inquinanti, il Ministero dell'Ambiente ha deciso di instaurare un rapporto stabile con le regioni, con l'obiettivo di favorire la nascita di un'informazione corretta sul territorio. Oltre al finanziamento vero e proprio di programmi sulla qualità dell'aria, il Ministero concorda con le regioni obiettivi ed azioni che nella maggior parte dei casi si traducono in iniziative per una mobilità sostenibile.Leggi tutto