Cerca: Saperi PA, Atti FORUM PA 2008, made in italy

3 risultati

Risultati

Tecnologie, Made in Italy e Beni Culturali

Livio Barnabò illustra obiettivi e approccio innovativo verso il made in Italy, cogliendone la relazione con le tecnologie e i beni culturali. Alla base la volontà di superare il concetto di distretto per lavorare sulla filiera, seguendo tre linee di politica industriale: approccio al mercato dal tattico allo strategico, terziarizzazione virtuosa del manufatturiero, realizzazione di progetti di benchmarking per il futuro competitivo delle pmi.

Leggi tutto

Industria 2015: scelte strategiche e azioni concrete per la competitività del sistema Paese

Andrea Bianchi apre il suo intervento a conclusione del convegno sottolineando come in esso sia emerso un linguaggio comune che per la prima volta ha accomunato gli operatori del settore privato con quelli del settore pubblico e come con Industria 2015 la Pubblica Amministrazione in qualche modo cambi pelle e percepisca il proprio ruolo di agente di sviluppo. Dopodiché Bianchi illustra analiticamente le varie fasi che hanno contraddistinto Industria 2015, i suoi punti di forza, le criticità emerse e le azioni concrete di sviluppo che ne derivano.

La promozione dell’identità innovatrice italiana

Umberto Vattani declina il tema dell’innovazione rispetto alle specificità della promozione del Made in Italy sui mercati globalizzati. Innovare significa allargare orizzontalmente i settori di esportazione senza fossilizzarsi sulle tradizionali eccellenze ma anche - per il Presidente dell’ICE - approfondire in verticale il panorama dei processi, che sono capaci di dare all’imprenditoria italiana un’identità di grande qualità riconoscibile all’estero. Ingegno e creatività dunque, ma in un’ottica di sistema.