Cerca: Saperi PA, riforma Madia

Risultati 1 - 10 di 19

Risultati

Approvata alla Camera la riforma Madia torna al Senato con qualche novità

Annunciato con un tweet dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione Marianna Madia la riforma della PA è stata approvata all'ora di pranzo alla camera con una larghissima maggiornaza e diversi emendamenti accolti che impongono, quindi un nuovo passaggio in Senato.

Leggi tutto

Un passo in avanti verso il FOIA, approvato emendamento in Commissione

E' stato approvato ieri (30 giugno) in Commissone Affari Costituzionali un emendamento al DDL delega sul riordino delle amministrazioni pubbliche (Riforma Madia) che sancisce che: "chiunque, indipendentemente dalla titolarità di situazioni giuridicamente rilevanti" debbaa vedersi garantito l'accesso ai dati e ai documenti detenuti dalle Pubbliche amministrazioni, "nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi pubblici e privati".

Leggi tutto

Agenda Digitale: tanti cantieri - soprattutto nelle regioni - che vanno resi operativi

L’Agenda Digitale nazionale si potrà realizzare solo se scendiamo ad un livello maggiormente operativo e se si attua una piena collaborazione tra centro e territori, in primis le Regioni. Questi i due punti cardine per l'attuazione dell'Agenda Digitale, secondo Antonio Samaritani intervenuto oggi a Roma alla presentazione della strategia "Lazio Digitale", che ha proposto anche una lista di priorità su cui lavorare insieme.

Leggi tutto

"Tcon zero": una fotografia della PA italiana prima della Riforma Madia

copertina piccola Ricerca TconzeroDi tutte le riforme della PA che si sono succedute quella disegnata dalla “legge Madia” è quella che ha più probabilità di incidere sui numeri delle amministrazioni pubbliche, non solo perché è forse la più impegnativa in termini di decreti legislativi delegati (almeno 13) che partorirà, ma anche perché essi andranno a toccare alcune aree che per ora erano sfuggite a precedenti tentativi di razionalizzazione. Ma non saremo mai in grado di valutarne l’impatto se non scattiamo una foto precisa dello stato attuale, del “tempo zero” prima che la riforma parta e cominci a produrre effetti. Questo è il compito che si è assunto FORUM PA con questa ricerca, che prende in esame otto articoli del disegno di legge indicando per ciascuno la situazione attuale, cosa avverrà se la legge sarà approvata così come la conosciamo ora, quali sono i numeri da cui partiamo e, dove è possibile, qual è l’impatto della legge su queste grandezze. 

Leggi tutto

Per sbloccare i contratti l’unica strada è la riforma

Puntuale come le rondini ad aprile è arrivata anche quest’anno la solita e un po’ trita sceneggiata dei sindacati di base che hanno invaso il palco inaugurale del FORUM PA 2015 al grido di “contratti, contratti”, accusando il Ministro Madia di aver mentito nel promettere uno sblocco nell’anno e urlando anche, come novità 2015, “Fuori i privati dalla PA!”. Nulla di nuovo quindi, tranne forse un po’ più di rabbia del solito e un granchio preso nel considerare gli sponsor di FORUM PA, manifestazione privata, come “pirati della PA”. Ciò detto non possiamo cavarcela con un’alzata di spalle, ma dobbiamo invece cercare di dare una risposta puntuale proprio sui contratti.

Leggi tutto

La PA Italiana a confronto con quella Francese: il Ministro Madia apre #FPA2015

"La riforma della Pubblica amministrazione sarà approvata entro l'Autunno 2015". Lo ha dichiarato il Ministro della Pubblica Amministrazione e della Semplificazione Maria Anna Madia in apertura di FORUM PA 2015. L'evento inaugurale è stata anche occasione per costruire un dialogo pubblico con il Ministro francese della Riforma dello Stato e della Semplificazione, Thierry Mandon, sulle riforme della PA nei due Paesi.

Leggi tutto

Il convegno inaugurale di #FPA2015: Maria Anna Madia, Riccardo Luna, Thierry Mandon

Il prossimo 26 maggio la 26^ edizione di FORUM PA si aprirà con un grande evento inaugurale strutturato in due momenti differenti: alle 10.00, dopo il taglio del nastro con le autorità, cominceremo con Riccardo Luna, il digital champion italiano, che ci condurrà verso Scenari di un futuro possibile, raccontandoci sei storie di sviluppo e di crescita basate sull'innovazione.

Leggi tutto

Verso una carta della cittadinanza digitale. Ne parliamo a #FPA2015

La “Legge Madia” prevede una “Carta della cittadinanza digitale” che apre a nuovi diritti che l’accesso alla rete e l’uso delle nuove tecnologie rendono disponibili per i cittadini e imprese. Si tratta adesso di attuare quanto proposto e aprire nuovi canali di comunicazione tra pubblica amministrazione, cittadini e imprese. Il pomeriggio del 26 maggio a FORUM PA 2015 si terrà l'evento "Verso una carta della cittadinanza digitale" in collaborazione con Stati Generali dell'Innovazione.

Leggi tutto

Una dirigenza a rischio?

La prima impressione che ho avuto leggendo sia l’art. 9 del disegno di legge “Madia” che riforma la dirigenza, sia le reazioni dei dirigenti, è stata che è necessaria una robusta iniezione di fiducia. Il disegno di legge delega fa intravedere infatti in filigrana una scarsa fiducia della politica verso l’amministrazione, come se fosse composta tutta da conservatori, frenatori e burocrati; specularmente la reazione dei dirigenti alla riforma è improntata in generale ad una scarsissima fiducia nella politica, come se fosse fatta tutta di pirati che vogliono imporre solo yes man, veline o portaborse.  Ma la fiducia è necessaria per assumersi rischi e un dirigente che non rischia nulla non merita né di fare il dirigente né di guadagnare otto/dieci volte più di un suo dipendente. Ripartiamo quindi da qui: dal ripristinare le condizioni della fiducia, cominciando per prima cosa a guardare con onestà gli errori fatti, e non sono pochi.

Leggi tutto

La "carta della cittadinanza digitale" è in Senato

Mentre in aula si svolgono le votazioni per l'elezione del Capo dello Stato, le Commissioni parlamentari continuano a lavorare su riforme altrettanto importanti - anche se di minore interesse per i media tradizionali. E' il caso del disegno di legge delega "Madia" sulla riforma delle amministrazioni che, in base ad un emendamento del relatore, potrebbe rivelarsi un grande passo in avanti per quanto riguarda i diritti dei cittadini nel processo di digitalizzazione ed ammodernamento della PA. Il primo articolo diverrebbe di fatto una vera e propria "Carta della cittadinanza digitale".

Leggi tutto