Cerca: Saperi PA, Atti FORUM PA 2007, inps

7 risultati

Risultati

Il nuovo modello di front office dell’INPS

INPS ha interpretato il concetto di ‘favorire l’accesso ai servizi e alle informazioni’ essenzialmente in modo fisico, spiega Annalisa Guidotti, dando inizio ad una graduale omologazione dei propri uffici. L’obiettivo primario era indirizzare gli utenti all’interno degli uffici stessi e rendere più semplice la fruizione delle oltre 300 tipologie di servizi differenti che INPS fornisce.

Leggi tutto

L’Inpdap sta mettendo a punto una macchina potente ma dove sono i soldi per pagare la benzina?

Paolo Corsini afferma che seppure l’Inpdap stia costruendo una macchina potente corre il rischio di rimanere senza benzina, come annunciato dalla Corte dei Conti che segnala un possibile disavanzo in bilancio di nove miliardi di euro. Sulla scorta di questi dati egli chiede se si tratti di un rischio reale. Rispondono Abbadessa e Santiapichi. Nel suo secondo intervento Corsini pone il tema della scarsa comunicazione realizzata dall’Inps in materia di previdenza complementare e chiede se l’Inpdap non stia commettendo lo stesso errore.

Evoluzione del sistema di controllo di gestione in INPS: L’introduzione della dimensione economica

Il sistema di programmazione progettato per l’INPS è stato strutturato al fine di sviluppare l’integrazione tra indirizzi e obiettivi tenendo costante l’attenzione alla dimensione economica dei controlli. In particolare, il modello ricerca l’allineamento e la coerenza tra linee strategiche, obiettivi direzionali e azioni operative. Il modello di pianificazione, programmazione e budget si avvale, per la misurazione delle performance dell’Istituto, di indicatori economici finanziari, di efficienza e di innovazione, di efficacia, qualità, di impatto e contesto.

Verso il percorso della qualità: il caso INPS

Per realizzare un percorso di qualità di un processo produttivo, Scopetani identifica 3 momenti operativi: il ridisegno dei processi operativi, attraverso la definizione di modelli standard ottimizzati su obiettivi e la definizione di indicatori del processo produttivo, e successivamente un’autodiagnosi che faccia emergere le eventuali criticità per poter attuare una ridefinizione di miglioramenti condivisi. Il collegamento tra Audit e qualità si riassume quindi nella creazione di valore assicurando il rispetto delle regole e stimolando il miglioramento.

Verso il percorso della qualità: il caso INPS

I concetti di qualità e costi, sostiene Marchi, sono tra loro inscindibili, in quanto occorre fare qualità a costi contenuti e quindi, associare tecniche di misurazione della qualità con tecniche di miglioramento e riduzione dei costi gestionali. Per attuare realmente un percorso di qualità certificabile anche dall’esterno occorre una coerenza tra la gestione delle politiche con le strategie, una ridefinizione dei processi ed un miglioramento giorno per giorno, che passa attraverso una formazione operativa e la creazione di sistemi di autodiagnosi e di valutazione.

Il Bilancio Sociale dell’INPS

La redazione del bilancio sociale dell’INPS spetta al CIV, Consiglio di Indirizzo e Vigilanza, spiega Francesco Lotito, che con le proprie linee di indirizzo orienta le scelte strategiche dell’istituto. Per assolvere a questo compito, tuttavia, il CIV si è dovuto confrontare con alcune questioni basilari relative innanzitutto alle modalità di redazione del bilancio di un ente che nel proprio acronimo già racchiude un esplicito riferimento alla funzione sociale.Leggi tutto

Il ruolo dell’INPS nel Processo Civile Telematico

L’INPS guarda con particolare interesse alle problematiche legate alla giustizia telematica in quanto molti sono i giudizi pendenti in carico all’istituto. Seguire i procedimenti o avere notizia delle sentenze attraverso lo strumento telematico può consentire all’INPS di essere al servizio delle imprese e del cittadino in modo più immediato e diretto.Leggi tutto