Cerca: Saperi PA, social media

Risultati 11 - 20 di 38

Risultati

FORUM PA 2012 live su innovatv.it : che numeri! Ora disponibili le registrazioni

Con 19.385 visite (1.564 da mobile), 12.242 visitatori unici e 60.121 visualizzazioni di pagine si chiude il bilancio del FORUM PA 2012 “live” su innovatv.it, l’iniziativa nata dalla collaborazione di FORUM PA con Radio Radicale, Unidata, Cedat85 e Cda – Centro d’Ascolto dell’Informazione Radio Televisiva, con lo scopo di offrire servizi avanzati di comunicazione nel campo delle web TV per il broadcasting integrato di eventi, iniziative e manifestazioni sui temi dell'innovazione nelle città, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese e nei sistemi territoriali.

Leggi tutto

Comunicazione pubblica 2.0

La ricerca “Amministrazioni e Cittadini 2.0” si è svolta in due fasi. La prima fase, tra dicembre 2009 e maggio 2010, ha voluto raccontare come i comuni italiani di medie-grandi dimensioni utilizzano le bacheche di Facebook. Sono state coinvolte quattro amministrazioni del Nord Italia: Modena, Venezia, Reggio nell'Emilia e Rimini.

Nella primavera del 2012, invece, il focus si è spostato sugli utenti delle pagine Facebook della PA. Ha preso così il via la seconda fase dell'indagine, che ha coinvolto 10 amministrazioni comunali di medie dimensioni.

Leggi tutto

Si può fare Customer Satisfaction su Facebook?

Si può fare customer satisfaction su Facebook? Con 21 milioni di italiani su Facebook (dati al 29 febbraio 2012, vincos.it) la domanda, per le amministrazioni impegnate sul fronte del miglioramento dei servizi, si fa legittima per non dire urgente. Con Giovanni Arata, analista internet e freelancer che da tempo monitora la presenza delle amministrazioni italiane sui principali social network, Facebook per l’appunto e Twitter, abbiamo provato a rispondere. In teoria ma soprattutto in pratica.

Leggi tutto

So Smart, so Sentient, so Social. E’ la nostra città di domani?

L’intelligenza di matrice tecnologica nel modello della smart city è un must, ma non basta. Dentro questo spazio di interconnessioni sottilissime e pervasive, solo apparentemente senza pareti, chi si muove e chi si incontra? Cosa può nascere o morire in una città potenzialmente capace di offrire infinite e personalizzate versioni di se stessa, attraverso un processo instancabile di ricerca e scoperta di dispositivi tech? Che fine fa lo spazio della sfera pubblica, cioè quello spazio di cui una società ha bisogno per ricomporre le differenze che la abitano e la animano? Queste sono le domande che emergono sempre più pressanti da chi, con prospettiva multidisciplinare, studia gli assetti urbani del futuro. Se ne parla ad Amsterdam, da oggi, in una quattro dedicata alle Social Cities of Tomorrow (#socialcities)

Leggi tutto

Hollywood in fiamme. “Questo è un caso da social media”, parola di Sceriffo

Nei giorni passati Los Angeles è stata teatro di oltre 50 incendi dolosi. Il New York Times racconta che per quattro notti polizia e vigili del fuoco hanno corso per la città dando la caccia ai responsabili, mentre gli abitanti della città hanno passato momenti di grande apprensione alla finestra o in strada, costretti ad evacuare. “Questo è un caso da social media”, ha detto il Capitano Mike Parker, Dipartimeno dello Sceriffo. (Alla fine, per la cronaca, il piromane è stato preso).

Leggi tutto

#TwitterPA: on line l’aggiornamento del Rapporto sulle amministrazioni che cinguettano

E’ online il III Rapporto che fotografa i modi e le frequenze di uso di Twitter da parte delle pubbliche amministrazioni italiane, curato e reso disponibile in rete da Giovanni Arata. Il Rapporto, aggiornato al 27 Settembre 2011, propone un aggiornamento dello stato di impiego di di Twitter da parte di enti locali (Comuni, Province, Regioni) aggiungendo dati anche sull’uso da parte di Ministeri. Le precedenti edizioni – si ricorda nell’Executive summary - sono state rilasciate a Novembre 2010 e Marzo 2011. (v. l'analisi di Giovanni Arata del marzo 2011 "Gli enti locali italiani alla rincorsa di Twitter")

Leggi tutto

Non sempre i cittadini vogliono alzare il telefono. Su Facebook per migliorare i servizi pubblici locali

Che milioni di cittadini siano su Facebook non è una novità. Che ci passino tanto tempo con le motivazioni più disparate non è propriamente affare della pubblica amministrazione, se non fosse che questo frequentatissimo spazio sociale può essere facilmente usato per migliorare i servizi pubblici. Così si accende la lampadina dell’eureka statunitense, ancora una volta, e succede che il team CivicPlus, specializzato nel web delle amministrazioni locali, sviluppa un'application che si chiama Citizen Request Tracker (CRT), gratuita e facile da scaricare dal proprio profilo Facebook. Per fare cosa? Per inviare segnalazioni di malfunzionamento o incuria (dall’illuminazione pubblica ai cani randagi) nella propria città, mantenendo traccia delle richieste, delle risposte e delle comunicazioni di follow up. 

Leggi tutto

Digital Agenda Assembly: una visione d’insieme (ovvero che è successo a Bruxelles il 16 -17 giugno)

 Si è tenuta a Bruxelles, il 16 -17 giugno, la prima Assemblea dell'agenda Digitale Europea. 1600 partecipanti provenienti da tutti i paesi Europei hanno discusso i temi chiave della politica digitale europea in 25 workshop paralleli. Si trattava di un primo esperimento ed il risultato e' indubbiamente positivo. Grande partecipazione ed energia traspariva nei workshop e su twitter, con più di 9000 tweets, ed è stato riconosciuto anche dagli articoli online. E' significativo il grande interesse suscitato da una conferenza di natura prettamente politica: siamo abituati a vedere migliaia di persone solo quando si tratta di eventi legati a finanziamenti europei, come il settimo programma quadro. Ma l'Europa esiste non solo per distribuire fondi, come ha dimostrato l'Assemblea.

Leggi tutto

L’innovazione in un viaggio. Progetti per turisti che cambiano

Il punto di partenza è che il turista non è più quello di una volta. La conseguenza è che la sua domanda è cambiata. E’ cambiato l’ordine di fattori che incidono nella valutazione e dunque i criteri che guidano la scelta. Sono cambiate le fonti dove va a reperire informazioni e gli opinion leader di cui si fida. Il web sociale e le interazioni del 2.0 sono allo stesso tempo strumento e metafora di questo nuovo ecosistema in cui gli operatori del turismo sono, volenti o nolenti, calati.  E’ un cambiamento che attraversa i territori, che sovverte i flussi così che non solo l’iniziativa, ma anche il controllo della comunicazione e della promozione segue il modello policentrico e diffuso dei social media. Questo è il cambiamento. A FORUM PA 2011 abbiamo scoperto che più di qualcuno, tra i territori italiani, ha intrapreso questo viaggio attraverso il cambiamento.

Leggi tutto

Voglio Vivere Così. La social media strategy per il turismo in Toscana

Regione Toscana ha lanciato nel 2008  "Voglio Vivere Così", programma di promozione turistica e culturale basato su un'infrastruttura tecnologica d'avanguardia e finalizzato a creare sinergia permanente tra settori pubblico e privato, facendo dialogare le filiere del turismo, della cultura e della produzione.

Leggi tutto