Cerca: Saperi PA, Corsivo, Sviluppo e Competitività

7 risultati

Risultati

Alla ricerca del merito: in Inghilterra si fa così

Un intervento di un nostro "cervello in fuga" mette in evidenza le differenze di “reclutamento” in atto fra i dipartimenti d’oltre Manica e le pari università italiane. Oltre al cv del candidato sono richiesti anche una “lettera di compatibilità”, un riassunto sulla strada che si vuole intraprendere e un progetto che illustri cosa e come si vuole studiare e fare anche in collaborazione con i futuri colleghi. Per evitare ogni eventuale intrusione “nepotistica” sarà poi una commissione quasi esclusivamente interna a decidere sull’eventuale nuovo inserimento. In quanto a riconoscimento del merito abbiamo da imparare...

Leggi tutto

Fotovoltaico: quando il Comune rema contro

Le inutili peripezie vissute per tentare l’installazione di un impianto d’energia alternativa: due anni passati a combattere intensamente, per poi perdere una battaglia etica ed ecologica in base a motivazioni inesistenti se non ridicole. Tutto questo mentre nel nostro Paese continuano per fortuna a crescere attenzione e impegno verso tutto il settore, e addirittura Comuni e Province ottengono menzioni speciali per il loro grande impegno. Con tanto di quasi-beffa finale, “territoriale” e personale.

Leggi tutto

Donna in gravidanza? Te lo do io il “mobbing strategico”!

È uscito da poco “O i figli o il lavoro”, un interessante libro di Chiara Valentini sull’allontanamento delle lavoratrici dai posti di lavoro in caso di maternità incipiente e sulle “tecniche” per favorirlo che si vanno sempre più affinando. Così la “dolce attesa” diventa invece un momento decisamente amaro, reso ancor più difficile da un possibile “rientro” sempre più improbabile, vista la crisi, nel circuito professionale.

Leggi tutto

La PA, gli esuberi e il futuro incerto. Anzi: precario

Un articolo del professor Verbaro si presta ad alcune considerazioni, anzitutto quella che stiamo per avvicinarci ad un momento di cambiamento epocale per la Pubblica amministrazione italiana, alle prese – stavolta ineludibilmente – con le eccedenze di personale da risolvere. Saranno presto 15mila i dipendenti coinvolti: a loro potrebbero toccare due anni di mobilità, con lo stipendio ridotto all’80% del totale. E poi?

Leggi tutto

Donne in cerca di guai, ma forse anche capaci di risolverli

I ruoli-chiave occupati dalle nuove ministre del Governo Monti sottolineano chiaramente i tratti di un cambiamento in atto nel nostro Paese che si può definire epocale. Il caso di Elsa Fornero, che si deve “misurare” quotidianamente con Susanna Camusso e Emma Marcegaglia. E gli uomini? Quasi ridotti a spettatori, e forse è meglio così…

Leggi tutto

L’inglese non è di casa al Ministero del Turismo, ieri come oggi

Poco più di tre anni fa Francesco Rutelli fu protagonista di un video in lingua anglosassone che ha fatto epoca, ai giorni nostri un’iniziativa “itinerante” voluta dall’attuale ministro Michela Vittoria Brambilla si caratterizza per un macroscopico errore grammaticale nello slogan principale della campagna. Il tutto mentre il settore continua a scontare una crisi decennale, solo in parte frenata nell’ultimo anno. Un consiglio: anche se finanziati dalla comunità (quindi da noi) perché non correre ai ripari, ove necessario, con dei corsi ad hoc?

Leggi tutto

Da possibili fannulloni a stakanovisti inconsapevoli: benvenuti nell’era dell’ufficio "no-limits"!

Per colpa della tecnologia - cellulari, internet, banda larga, mail, Blackberry, tablet, Skype, teleconferenze… - spesso l’ufficio “viene a casa con noi” e l’impegno verso il lavoro così diventa praticamente senza soluzione di continuità. È la conseguenza della “24-hours economy”, una tendenza che comporta una non-distinzione netta fra vita professionale e personale, fenomeno sempre più marcato che secondo l’OMS può comportare anche gravi conseguenze alla salute.

Leggi tutto