Cerca: Saperi PA, Atti FORUM PA 2011, open government

Risultati 11 - 20 di 50

Risultati

Trasparenza e valutazione per una PA che riconosca il merito e persegua l’efficienza

Il Ministro Brunetta ripercorre i punti salienti della riforma introdotta con il D.lgs. 150/09 leggendone i diversi passaggi sotto il profilo della trasparenza. Dalla pubblicazione sui siti istituzionali delle consulenze, degli stipendi e dei curricula dei dirigenti, alla divulgazione dei dati sull’assenteismo, dagli obblighi introdotti con il nuovo CAD alle azioni di semplificazione, tutta l’attività del Ministero dal suo insediamento – spiega Brunetta – è stata rivolta a rendere l’azione amministrativa misurabile, valutabile e per questo “rendicontabile”.

Defending Public Assets and Enhancing Management Transparency: the experience of The Brazilian Office of the Comptroller General

Mario Spinelli illustra le attività per la prevenzione della corruzione messe in piedi dall’Unità di Audit Interno della Presidenza della Repubblica Brasiliana (CGU). Tra queste una delle più notevoli è il portale www.transparencia.gov.br, che raccoglie una serie di informazioni e servizi utili al cittadino esposti con linguaggio semplice e accessibile, oltre che i rendiconti dell’attività amministrativa delle istituzioni pubbliche e degli enti responsabili dell’organizzazione di singoli eventi.

Nuove regole per l’integrità dei dirigenti pubblici

Francesco Merloni si sofferma sul tema dell’integrità dei dirigenti invitando a confrontare l’attività della CiVIT con quella di tre importanti istituzioni consorelle: La commission de déontologiefrancese, la Committee on Standards in Public Life inglese e l’United States Office of Government Ethics.

Leggi tutto

Administrative Trasparency and Democratic Accountability

Francisco Cardona lavora presso il Programma OCSE SIGMA, che supporta i Paesi candidati, potenziali candidati e vicini all’Unione Europea nel processo di riforma delle amministrazioni pubbliche. Le garanzie di trasparenza sono parte integrante delle libertà fondamentali delle democrazie moderne; partendo da questo assunto Cardona collega le basi dell’Open Government all’efficacia e all’onestà delle politiche pubbliche.

La valutazione operativa del Programma e dell’efficacia delle attività avviate

Giampiero Marchesi illustra le azioni di auto-valutazione sulle azioni messe in campo con il PON Governance e Assistenza Tecnica 2007-2013. La valutazione viene condotta dall'Unità di Valutazione sugli Investimenti Pubblici in collaborazione con le amministrazioni coinvolte sulla base di una metodologia condivisa. Si tratta di una “valutazione partecipata” che determina diffusione di conoscenza e costruzione di capacità di auto-analisi e che sta fornendo le prime importanti indicazioni, a cui Marchesi dedica la seconda parte dell’intervento.

La strategia della trasparenza

 

Francesca Russo offre una panoramica di come agisce la riforma Brunetta attraverso gli interventi ispirati al concetto di trasparenza. Dalla pubblicazione dei dati del DFP nel maggio 2008, passando per l’accessibilità totale definita nel dlgs. 150/09, fino alla campagna sull’open government del 2011, la Russo offre quadro complessivo delle azioni messe in campo. Emerge dal suo intervento come sulla trasparenza debba basarsi il mutato DNA delle PPAA per un reale avvicinamento e recupero di fiducia da parte dei cittadini.

Il monitoraggio dei siti web: l'esperienza del Registro.it

Il CNR di Pisa – gestore di Registro .it – ha svolto un’indagine sulla diffusione di internet nella Pubblica Amministrazione analizzando la cosiddetta metrica endogena dei nomi a dominio. Successivamente è stata svolta un’analisi sull’aderenza dei siti web delle Pubbliche Amministrazioni alle linee guida emesse dal Ministero della PA e dell’Innovazione. Martinelli illustra la metodologia di crawling utilizzata per l’analisi sull’aderenza e presenta alcuni risultati relativi alle Regioni e alle Province italiane.

La trasparenza centrale per migliorare la governance: PERLA PA

 

Leggi tutto

Rafforzamento della capacità di contrasto al fenomeno dell’illecita percezione di finanziamenti comunitari nelle Regioni dell’Obiettivo Convergenza

Il Colonnello Carta descrive l’attività della Guardia di Finanza per contrastare le frodi comunitarie. Tra il 2006 e il 2009, solo in Puglia e in Sicilia, il Corpo ha individuato un’indebita percezione o richiesta di finanziamenti per oltre 100 milioni e ha segnalato 122 persone alle autorità giudiziarie. Per rendere ancora più efficaci queste operazioni però – sottolinea Carta – bisogna che si metta in grado il Comando di realizzare un sistema informativo avanzato contro le frodi comunitarie basato su banche dati complete e aggiornate.

Leggi tutto