Cerca: Saperi PA, Intervista, PA digitale, Efficienza

Risultati 1 - 10 di 65

Risultati

Luca Attias: "Tra etica, digitale e follia, l’innovazione #sipuofarese saremo in tanti!"

E’ già cominciato il conto alla rovescia per uno degli eventi più attesi di FORUM PA 2015, quello che il 26 maggio vedrà protagonista Luca Attias (DG Sistemi Informativi della Corte dei Conti) e il suo gruppo di lavoro. L'evento promette di scardinare le forme tradizionali di convegno per raccontare con una performance artistica davvero fuori dall’ordinario come si fa gioco di squadra per vincere nel campo dell’innovazione. Ecco qualche anticipazione su cosa accadrà sul palco dell’Auditorium del Palazzo dei Congressi direttamente dalla voce di Luca Attias. Come scriveva ieri Carlo Mochi Sismondi all’interno del blog “Per una PA attenta alle persone”: “facciamola girare, se diventa virale vedrete che i numeri dell’evento aumenteranno ancora”.

Stay tuned! Aggiornamento del 19 maggio: dopo l'intervista a Luca Attias, e il commento vocale di Massimiliano Minerva, oggi è la volta del racconto di Alessandro Ruggiero che - da esterno - lavora nella squadra della DG. Anche lui è uno tra i protagonisti che andranno in scena sul palco dell’Auditorium del Palazzo dei Congressi di Roma.

Leggi tutto

Business networking, una strada che la PA deve percorrere

Cadono le barriere, non importa che si lavori per un ente pubblico o un privato, noi siamo quell'ente. Il web ha rimescolato le carte in tavola: le relazioni interne  si sovrappongono a quelle esterne in un flusso di comunicazioni e reti di relazioni che identificano e caratterizzano Istituzioni o aziende. In questo contesto un buon networking è fondamentale. Ne parliamo con Gianluigi Cogo.

Leggi tutto

Obiettivo dematerializzazione completa: evitiamo gli anelli deboli

Se si vuole perseguire con efficacia l’obiettivo della dematerilizzazione completa, non si deve fare l’errore di lavorare esclusivamente su alcuni nodi della catena del processo, tralasciandone altri. Un solo anello debole, infatti, compromette gli sforzi di tutta la filiera. È il caso ad esempio della Giustizia come ci ha spiegato Elena Pino che dirige il sistema informatico dell’Avvocatura dello stato, una struttura che sta puntando molto su innovazione e dematerializzazione con una strategia che mira a coinvolgere tutta la filiera a monte e a valle delle proprie funzioni.

Leggi tutto

Nasce ANORC Professioni: l’importanza della formazione per i nuovi mestieri digitali

L’Agenda Digitale ci mette di fronte a una vera rivoluzione, in parte già avviata, di sistemi, processi, abitudini che gli operatori di questo cambiamento, sia che lavorino nella pubblica amministrazione che in un ente privato, possono gestire al meglio solo con un’accurata preparazione. A nulla infatti serve avere strumenti all’avanguardia se mancano le competenze per utilizzarli correttamente. Ne parliamo con l’avv. Andrea Lisi, Vice Presidente della nuova associazione ANORC Professioni, nata con l’obiettivo di dare tutela, promozione e riconoscimento alle professioni del Responsabile della conservazione digitale dei documenti e del Responsabile del trattamento dei dati personali.

Leggi tutto

I cittadini come “controllori” della PA

Coinvolgere i cittadini è ancora il punto debole di qualunque progetto di realizzato dalla pubblica amministrazione. Eppure un piccolo progetto del Dipartimento della Funzione Pubblica sembra essere sulla buona strada, tanto da meritare una “convocazione” per la cerimonia di consegna dello European Public Sector Award a novembre. È la Bussola della trasparenza che offre ai cittadini l’opportunità di trasformarsi in controllori della PA e contribuire al miglioramento del nostro settore pubblico. Ne abbiamo parlato con Davide D’Amico, responsabile tecnico.

Leggi tutto

Agenzia per l'Italia Digitale: lo strumento per realizzare l'agenda

Agostino Ragosa, Direttore Generale dell'Agenzia per l'Italia Digitale illustra le priorità della sua struttura, pensata come lo strumento per l'attuazione dell'agenda digitale europea nel nostro paese. Data center consolitadion, infrastrutture di rete, open data e servizi pubblico-privati: sono queste le direttrici su cui Ragosa ha deciso di impostare il percorso dell'Agenzia.

Leggi tutto

IBM a FORUM PA 2013: l'azienda racconta la sua visione dell'innovazione

IBM ha partecipato alla XXIV edizione di FORUM PA per condividere soluzioni e progetti frutto di un’intensa attività di ricerca e di collaborazione con partner e aziende, sia pubbliche sia private. Per IBM l’innovazione della PA resta oggi uno dei tasselli più importanti per il recupero di efficienza del Paese e l’Information Technology rappresenta la leva del cambiamento e il fattore abilitante della trasformazione. La valorizzazione dei dati e delle informazioni, il supporto alla trasformazione dell’infrastruttura pubblica, un’interazione sempre più intelligente che vada oltre il semplice servizio sono le principali modalità che emergono dalla visione IBM.

Leggi tutto

“Giustizia civile”: tutte le informazioni senza andare in tribunale

Sono più di 80mila gli utenti che in soli tre mesi hanno scaricato l’applicazione “Giustizia civile”, on line da gennaio scorso. L’app consente agli avvocati, ma anche a semplici cittadini, di consultare direttamente dal proprio smartphone o tablet i procedimenti civili in corso presso gli uffici di Corte d'Appello, Tribunale Ordinario, Sezione distaccata e Giudice di Pace. Un grande risparmio di tempo, ma anche una garanzia di trasparenza sull’iter del procedimento, grazie a un servizio che è stato realizzato con pochissima spesa per l'amministrazione. Alla progettazione e allo sviluppo, infatti, hanno lavorato esclusivamente risorse interne del CISIA di Palermo, il cui Direttore, Antonio Vitale, ci anticipa i prossimi sviluppi dell’app.

Leggi tutto

Partnership Pubblico Private per servizi intelligenti. L'esperienza di Poste italiane.

A Smart City Exhibition il 30 ottobre scorso si è tenuto il convegno "La sostenibilità economica delle smart city: soluzioni innovative per lo sviluppo locale" durante il quale sono stati presentati ed analizzati esperienze e modelli di "finanziamento" dei servizi intelligenti.
Alessandro Leonardi, responsabile del progetto Smart City di Poste italiane ha presentato il modello "reti amiche" attraverso cui il cittadino vede moltiplicare i punti di contatto con la amministrazione.

Leggi tutto

Dipendenti pubblici sui social network. Dal “social networking break” alla qualità del lavoro

Perché la PA italiana dovrebbe investire di più sui social network, mettendo i suoi dipendenti in condizioni di frequentare gli spazi social e fare rete on line? Lo abbiamo chiesto a Steve Ressler, fondatore e presidente di GoovLoop, il social network che negli USA mette in rete oltre 60.000 tra dipendenti pubblici e persone a vario titolo interessate all'innovazione della PA, a margine dei lavori del Barcamp InnovatoriPA 2012.

Leggi tutto