Cerca: Saperi PA, Intervista, Città e territorio

Risultati 51 - 60 di 105

Risultati

Smart=democratica. Ecco la città secondo Paolo Lucchi

Essere smart per una città significa essere una città più democratica, ovvero offrire a tutti i cittadini l’opportunità di accedere ai servizi in maniera diffusa e con maggiore facilità. Questa la visione di Paolo Lucchi, sindaco di Cesena.

Leggi tutto

Innovazione, sostenibilità ambientale e risparmio: l’esperienza di San Giovanni in Persiceto

Renato Mazzucca, sindaco di San Giovanni in Persiceto, ci racconta l’avventura del suo Comune che dal 2008 ha cominciato a lavorare sulla telegestione della pubblica illuminazione, ottenendo un risparmio di 200mila euro nella spesa per questa voce e un risparmio nelle emissioni di CO2 pari a 950mila tonnellate.

Leggi tutto

Le smart cities nelle politiche di coesione territoriale

Le città saranno uno dei temi guida della stagione di programmazione 2014-2020. Ce ne parla Giovanni Vetritto, Capo della Segreteria del Ministro per la Coesione Territoriale.

Leggi tutto

Piccolo è intelligente? La smart city nelle soluzioni dei comuni italiani

Nei piccoli centri le tecnologie non trasformano la vita del cittadino facilitandone l’accesso ai servizi pubblici né ha molto senso applicarle a sistemi di mobilità urbana, come accade nei modelli dominanti di smart city. Per questi centri c'è invece la necessità di individuare esigenze, problemi e soluzioni applicabili alla propria realtà. Come fare? Si può partire con l'individuare le esigenze ma si può anche partire con il condividere le soluzioni. Perciò nasce Piccolo è Intelligente?, uno spazio on line di condivisione di pratiche intelligenti e sostenibili per le città d’Italia. Ce ne parla Dimitri Tartari, assessore a Innovazione tecnologica, Comunicazione e Politiche giovanili di San Giovanni Persiceto, tra i promotori dell'iniziativa.

Leggi tutto

L’ABC nella governance dei beni comuni. Alberto Lucarelli e l’acqua di Napoli

 A un anno dai referendum che hanno decretato l’acqua “bene comune” e mentre si riscalda il dibattito sui modelli di gestione dell'oro blu (con particolare veemenza a Roma dove si discutono le sorti dell’Acea), Alberto Lucarelli, assessore a Beni comuni, Acqua pubblica e Democrazia partecipativa del Comune di Napoli e professore di Diritto pubblico all’Università Federico II, ci introduce al tema della governance dei beni comuni. E parte da una "pratica" unica in Italia: la gestione dell'acqua pubblica con l'azienda speciale ABC - Acqua Bene Comune Napoli. 

Leggi tutto

Bologna verso la Smart city. La racconta Matteo Lepore

Quale modello per una "Bologna smart"? Lo abbiamo chiesto a Matteo Lepore, assessore all'innovazione di Bologna e presidente della Commissione Innovazione ANCI.

Leggi tutto

Una città smart è come una macchina di Formula1

“Quindici anni fa per vincere una gara di Formula1 era necessario avere una buona macchina e un buon pilota, oggi è necessario un buon sistema di telemetria (oltre alla macchina e al pilota). E’ necessario cioè un sistema che raccolga informazioni dalle migliaia di sensori sulla macchina e le trasmetta a tutti i computer che lavorano nei PIT, dove le info rmazioni vengono analizzate e processate, facendo sì che si possano prendere decisioni in tempo reale. Oggi quello che sta succedendo nelle nostre città è proprio questo: stanno iniziando a funzionare come una macchina di Formula1”. Chiamiamola smart, chiamiamola senseable, ma è questa la città che sta cambiando sotto i nostri occhi. Ne parliamo con Carlo Ratti, professore al MIT di Boston e direttore del SENSEable City Lab, che sarà a FORUM PA 2012, il 17 maggio con un keynote alla Prima Giornata dedicata all’impegno delle amministrazioni per le smart city e le smart community, organizzata in collaborazione con Asset Camera, Azienda speciale della Camera di Commercio di Roma.

 
Leggi tutto

Cooperazione internazionale per le smart cities del futuro

La settimana scorsa a Bologna è stata presentata SMART City Exhibition, la manifestazione promossa da FORUM PA e Bologna Fiere che si terrà dal 29 al 31 ottobre 2012 e che avrà come tema guida lo sviluppo "intelligente" delle città e le nuove modalità tecnologiche, partecipative ed inclusive di governo del territorio. Iniziamo, quindi, un percorso di approfondimento per scoprire dai protagonisti nazionali ed internazionali cosa si intende nello specifico con i termini "smart city" e "smart communities".

Leggi tutto

Enabling city. L'innovazione sociale (spesso) succede dove meno te lo aspetti

“Enabling” con un termine un po' evocativo di manuali di pedagogia può tradursi in italiano con “abilitante”. Ma è un po’ il contrario di quel che sembra, perché l’enabling city è in realtà una città che sa imparare. Dai cittadini e dalle comunità che la abitano, la animano, la migliorano, risolvendo i problemi che la attraversano. Spesso in modi imprevisti e nei luoghi su cui meno si scommetterebbe. “Enabling City” è il progetto di Chiara Camponeschi che si occupa di innovazione sociale nell'ambito della sostenibilità urbana e della governance partecipativa. “Per me – ci spiega Chiara - una città è veramente “enabling” quando lascia spazio alla collaborazione, alla sperimentazione, alla trasparenza. Quando mette cioé a disposizione fondi, infrastrutture e un progetto politico per stimolare l'empowerment di comunità locali che si attivino per contribuire al cambiamento”.

Leggi tutto

Open data: nella "pagella" dell’Italia, insufficienza in geografia

I dati geografici sono tra i più scaricati dai siti open data degli enti pubblici italiani, come si vede dalle statistiche on line: sul sito della Regione Emilia-Romagna sono al primo posto per numero di download, mentre su quello del Piemonte sono secondi solo ai dati relativi a Scuola e Formazione. Ma nonostante queste cifre, che dimostrano un grande interesse, sono ancora poche le amministrazioni che li mettono a disposizione di altri enti, cittadini e imprese. A spiegarci perché i dati geografici sono un vero e proprio patrimonio comune e perché è necessario “liberarli” è Giovanni Biallo, presidente dell’Associazione OpenGeoData Italia e direttore del media-web www.geoforus.it.

Leggi tutto