Cerca: Saperi PA, Atti FORUM PA 2010, governance

Risultati 1 - 10 di 41

Risultati

Il Network giovanile contro il razzismo

Paola Di Lazzaro racconta il progetto Network anti discriminazioni razziali che mira ad una possibilità di intervento su target giovani che, come risulta da recenti analisi, è quello più colpito da paura e pregiudizio verso gli  stranieri.

Nasce quindi l'idea di un network di volontariato civico.
 Si partirà con una formazione di livello normativo e dalla realizzazione di iniziative cittadine a forte impatto emotivo e comunicativo con l'obbiettivo di creare delle antenne territoriali che garantiscano un ulteriore aiuto per l'attività dell'UNAR.

Il Portale Unar.it

Edoardo D'Angelo parla del sito UNAR.it spiegando come si è giunti alla creazione di uno strumento che serve per combattere le discriminazioni.

Leggi tutto

Dal call center al contact center

Paolo Ferrari illustra una delle attività dell'UNAR, cioè quella di rimozione e monitoraggio delle situazioni di discriminazione raziale.

L'UNAR ha dei criteri di intervento ben precisi relativi alla Direttiva 2000/43 e al D.Lgs. 215/03.

Ferrari illustra il progetto, gli attori che ne fanno parte, le modalità di lavoro, gli obbiettivi prefissati e come si intenda raggiungerli.

La rete territoriale: UNAR, Regioni ed Enti locali. L'esperienza della Provincia di Pistoia.

Barbare Beneforti racconta l'esperieza del Centro di osservazione, informazione e assistenza legale alle vittime di discriminazione nato nel 2004 sulla base dell'art.44 del Testo unico sulle discriminazioni. Il Centro inizialmente si è inserito all'interno di un Protocollo di intesa con la Regione Toscana che si concentrava maggiormente sulla questione dell'immigrazione ma c'era la volontà di istituire un centro con un carattere più universale che riguardasse tutti i cittadini.

Leggi tutto

La rete territoriale: UNAR, Regioni ed Enti locali. L'esperienza dell'Emilia romagna

Viviana Bussadori racconta l'esperienza del Centro Regionale contro le discriminazioni nato in Emilia Romagna partendo dal Testo unico sull' Immigrazione ed in particolare dall'art.44 relativo all'azione delle Regioni.

Leggi tutto

Presentazione del nuovo modello organizzativo UNAR

Quello di sistema territoriale integrato di prevenzione e contrasto delle situazioni discriminatorie è un concetto di cui solo da poco possiamo parlare con concretezza. Già dal 2004 , anno della sua nascità, UNAR ha però lavorato in tale direzione facendo una mappatura di ciò che era già presente sul territorio, creando 13 focal point a livello nazionale. Si trattava però di iniziative di breve periodo.

Leggi tutto

Presentazione del nuovo modello organizzativo UNAR

Giovanni Trovato ricorda le funzioni di UNAR fissate nel D.lgs. 215/03 divise in quattro macroaree:

  1. Prevenire comportamenti che realizzino un effetto discriminatorio
  2. Rimozione delle situazioni che comportano discriminazione
  3. Promozione di azioni positive
  4. Compiti di monitoraggio

A partire dal 2009 si è avviata una nuova fase di sviluppo dell'UNAR con una serie di azioni tendenti a creare reti territoriali di cui l'ufficio centrale è coordinatore, attraverso protocoli di intesa e protocolli operativi.

Leggi tutto

Collaborazione tra UNAR e Linea Amica

Linea Amica si avvale molto del sistema territoriale integrato ovvero di una rete tra le varie strutture del territorio per una collaborazione operativa  che dia forza all'intero sistema di risposta al cittadino. Linea Amica rappresenta un punto di riferimento per il cittadino grazie all'attenzione per la qualità del servizio e alla quantità delle opportunità di raggiungerlo.

Leggi tutto

Intervento al convegno "Una governance di sistema per la valorizzazione dei beni culturali"

Angelo Crespi descrive l'esperienza della Fondazione Gam di Gallarate che nasce da un accordo fra il Comune e il MInistero per i beni culturali, un atto importante sulla base del quale si sviluppano le attività culturali del nuovo museo. La Fondazione gestisce la nuova Galleria d'Arte Moderna che ospita circa 5000 opere. Angelo Crespi sottolinea l'importanza dei luoghi come i musei che servono a mantenere le radici, a conservare il proprio patrimonio, a valorizzare e a dare senso alla cultura di un territorio attraverso il bene culturale.

Intervento al convegno "Una governance di sistema per la valorizzazione dei beni culturali"

Ruggero Martines risponde alle domande poste dal moderatore Antonelli Cherchi in merito alle stazioni appaltanti in Puglia, alle linee guida per le nuove gare e come queste si possano tradurre nella pratica, e alla prospettiva in seguito all'abolizione della norma del decreto legge sulle Fondazioni Liriche che prevedeva la possibilità di servizi aggiuntivi integrati, che saranno invece aggiudicati attraverso gare d’appalto specifiche per i diversi tipi di servizi offerti all’interno dei musei.