Cerca: Saperi PA, Articolo, Sanità, Qualità della vita, SSN

5 risultati

Risultati

Possiamo dare le “stelle” ai Dipartimenti nel SSN? Sintesi di uno studio pilota

Il Programma SIVEAS, Sistema di Valutazione dell’Efficacia del Sistema sanitario, del Ministero della Salute ha affidato al Centro studi, ricerche e formazione su politiche, economia e management in Sanità della Cattolica l’incarico di analizzare l’evoluzione dei modelli organizzativi e dei meccanismi di funzionamento dei dipartimenti ospedalieri. Il gruppo di ricerca coordinato dal  prof. Cicchetti, ha ideato e testato un modello per l’analisi organizzativa dei dipartimenti, partendo dall’individuazione delle “determinanti” delle performance assistenziali. A seguire vi proponiamo la sintesi dello studio pilota.

Leggi tutto

Il Punto Unico di Accesso e l’integrazione irrinunciabile: uno studio di AgeNas

Folks

by Brian Talbot

L'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali - AgeNas la scorsa settimana ha presentato i risultati preliminari della ricerca sul PUA – Punto Unico di Accesso. Condotta con un gruppo di Regioni, la ricerca ha portato alla stesura di un documento condiviso che definisce le principali caratteristiche di tipo organizzativo che connotano il PUA, quale “modello innovativo” all’interno del sistema dei servizi sanitari e sociosanitari territoriali. Luogo di integrazione sociosanitaria, professionale e gestionale, il PUA è attivo da più di 180 giorni in 5 delle 8 regioni partecipanti alla ricognizione.

Leggi tutto

Le ragioni della Sanità di iniziativa nel SSN

Life on the beach 1

by marco

Mentre il mondo business avanza con decisione verso modelli organizzativi on demand  e il concetto di servizio sposa sempre più intimamente l’attributo, il Servizio sanitario fa un passo avanti. "Inventa" la sanità di iniziativa: la risposta a una domanda di salute inespressa. In linea con l'imprinting universale e solidaristico del SSN, la sanità di iniziativa va a incontrare i gruppi sociali a maggior rischio di esclusione dall’accesso ai servizi socio-sanitari.

Leggi tutto

Care Manager nella medicina generale che cambia

Separated colors

by Marco Bernardini

 A trenta anni dall’incipit della riorganizzazione sanitaria del nostro Paese si concorda su due necessità fondamentali e parallele: riorganizzare le cure ospedaliere e riformare radicalmente la medicina generale. Al centro si pone il cittadino, con crescenti esigenze di servizi integrati e territorialmente vicini. In questo contesto si lavora a una risposta assistenziale basata su continuità, interazione dei professionisti, integrazione dei processi, sistematicità dei rapporti con i cittadini. Sul piano operativo, chi tiene insieme le fila? Il progetto Raffaello della Regione Marche, in una riflessione che tocca l’intero SSN.

Leggi tutto

Cure primarie: dal territorio una medicina vicina al cittadino

new view

by Heather Katsoulis

La migliore aspettativa di vita, unita all'invecchiamento della popolazione, porta con sé una domanda nuova dal punto di vista sanitario. Una risposta efficace a queste nuove esigenze può arrivare dal sistema delle cure primarie, che ha bisogno di una riorganizzazione che tenga conto degli scenari attuali, ma anche di quelli futuri, guardando al breve e, per quanto possibile, anche al lungo periodo. Di questo tema si è parlato il 25 e 26 febbraio 2008 a Bologna, nel corso della prima Conferenza nazionale sulle cure primarie, promossa dal Ministero della Salute e organizzata in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna.

Leggi tutto