Cerca: Saperi PA, Articolo, Città e territorio, Qualità della vita

Risultati 1 - 10 di 76

Risultati

Tutte le "sharing economies" che vogliamo: dal nuovo documento di Bruxelles a #SCE2015

Amazon lancia a Seattle il servizio Amazon Flex che recluta autisti free - lance, dotati di automobile e smartphone, per la consegna dei pacchi. Nel frattempo, a Malo, in provincia di Vicenza, un gruppo internazionale di volontari lavora ai WuppDays, per creare una piattaforma open source che metta in contatto donatori e fruitori di cibo inutilizzato da tutto il mondo.  E per la nostra città, quale è la sharing economy che vogliamo?

Leggi tutto

OnToMap: un semantic web service per la costruzione di conoscenza territoriale

Vi illustriamo un progetto nato con l’obiettivo di proporre un nuovo approccio al tema della partecipazione dei cittadini alla costruzione della conoscenza territoriale, tramite l’utilizzo di piattaforme web collaborative. Il progetto utilizza un’ontologia del territorio per fornire alle pubbliche amministrazioni uno strumento di supporto alle decisioni politiche, favorendo un rapporto di dialogo trasparente tra cittadini e istituzioni. Sviluppare un’ontologia urbana significa costruire consenso tecnico-scientifico su un glossario che comprende e seleziona le definizioni concettuali esistenti, creando così uno schema dinamico e integrato della rappresentazione spaziale e semantica dei luoghi.

Leggi tutto

Wetest, la mobilità pedonale 3.0: lo studio

Una metodologia che si propone di governare la mobilità pedonale attraverso l’uso di nuove tecnologie e lo sviluppo di capitale umano. È il risultato di un progetto interdisciplinare condotto da un team di urbanisti, architetti, tecnici GIS, studenti e ricercatori che si sono riuniti la prima volta nell'agosto 2014 in occasione di “Venice Smart city”. Il workshop internazionale, coordinato da URBEGO in collaborazione con l’Università Iuav di Venezia, il Comune di Venezia, COWI e BLIP, aveva l’obiettivo di analizzare le pratiche pedonali ottimali in una città storica alla luce della Smart City.

Leggi tutto

Quando l'innovazione è portata dalla partecipazione

Risorse in Comune è un'esperienza di progettazione partecipata di un servizio educativo per i minori, nato dalla collaborazione tra Context Onlus e l'Amministrazione Locale del Comune di Mogoro in Sardegna. Attraverso un percorso partecipato con il territorio, ci si è proposti l’obiettivo di costruire delle Linee Guida utili ad organizzare operativamente il bando per l'affidamento del servizio, da cui avviare una sperimentazione sia nella modalità di interlocuzione tra Amministrazione e cittadini, sia nella modalità di erogazione del servizio stesso. A partire da questa esperienza si propone qualche riflessione su partecipazione ed innovazione.

Leggi tutto

A Scuola di OpenCoesione: educazione civica elevata al digitale

Mentre leggete questo articolo oltre 2.000 studenti e circa 100 docenti, insieme, stanno imparando a cercare, analizzare ed elaborare dati aperti (Open Data), per monitorare come i fondi pubblici vengono spesi e intervengono sul loro territorio. Questo avviene nelle scuole secondarie superiori su tutto il territorio nazionale selezionate per partecipare al percorso didattico “A Scuola di OpenCoesione” [ASOC]. Studenti e docenti coinvolti sono chiamati a costruire un progetto di ricerca sul loro territorio, utilizzando metodologie di ricerca avanzate, elaborando dati aperti, sperimentando attività di monitoraggio civico a partire dalle informazioni che si possono trovare su OpenCoesione, il portale che pubblica bimestralmente i dati sullo stato di avanzamento dei progetti finanziati con le politiche di coesione in Italia.

Leggi tutto

Di chi sono le periferie? Su rammendo, agopuntura urbana e l’importanza di chiamarsi Renzo Piano

Il gruppo Renzo Piano G124, guidato e finanziato dall’architetto attraverso il suo stipendio da senatore*, ha lavorato nei mesi scorsi su tre situazioni localizzate a Catania, Roma e Torino e ritenute emblematiche di molte città italiane, in quanto frutto di un'espansione urbana  incontrollata che ha lasciato opere incompiute e in uno stato di degrado e abbandono. Mentre prende il via la seconda fase del progetto, con nuovi architetti e nuovi sviluppi, raccogliamo qualche spunto dall’iniziativa che sicuramente ha fatto parlare di sé (e delle periferie urbane).

Leggi tutto

Governance e Smart City: aspettative del cittadino e rilevazione del bisogno

Quando l'approccio top down incontra la Social Innovation? La gestione integrata di un territorio prende dal cambiamento le proprie chiavi di lettura. Il percorso intrapreso dalla Città di Padova, attraverso gli obiettivi strategici del Settore Pianificazione Urbanistica, ha sviluppato uno sguardo altro rispetto alla vecchia concezione urbanistica, apportando ricadute innovative in termini di programmazione, gestione e organizzazione urbana.

Leggi tutto

Parchi pubblici e spazi verdi, la classifica delle spese dei Comuni

Parchi pubblici, aiuole comunali e ville: sono tanti gli spazi verdi gestiti da ogni singole Comune. Fra le grandi città Venezia, Bari e Milano sono quelle che investono di più per questa voce di spesa. Ultime in classifica: Napoli, Messina e Palermo.

Leggi tutto

Pop Hub, la città si riprende i suoi spazi

Vincitore del bando "Smart Cities and Social Innovation", Pop Hub è un progetto di riqualificazione urbana che parte dalla mappatura degli spazi urbani inutilizzati tramite app e piattaforme virtuali apposite, ai fini di riuso e rivitalizzazione urbana e sociale, in contrasto al consumo di suolo e all'abbandono edilizio. In questa sede presentiamo il percorso di formazione e sviluppo del progetto, a partire dall’idea del nucleo fondatore fino alla realizzazione concreta e al suo impatto sul territorio.

Leggi tutto

La città Open Source, un modello da Trieste

Ecco un percorso progettuale, coadiuvato dell’istituto universitario ISIA di Firenze, che con un approccio User Center Design ha indagato l’usabilità e l’interazione della città. Attraverso la lente del dialogo (continuo) tra cittadinanza e pubblica amministrazione, si è cercato di migliorare e rendere accessibile la leggibilità e la fruizione dello spazio cittadino. Uno spazio aperto in cui fisico e digitale si fondono, questa è Metatrieste.

Leggi tutto