Cerca: Saperi PA, Articolo, governance

Risultati 1 - 10 di 11

Risultati

Sviluppare strategie smart city in citta’ europee di grandi dimensioni: una possibile roadmap 
(Parte 1 di 5)

Delle 468 città europee con più di 100.000 abitanti, 240 sono impegnate nello sviluppo di una strategia smart city. Un risultato significativo, che documenta un interesse acceso, ma che pone anche l'accento sull'eterogeneità dell'approccio "smart". Iniziamo con questo numero un percorso alla scoperta di una roadmap per la smart city.

Leggi tutto

La Semplificazione Vincolata: riforma dei Piccoli Comuni vista da una diversa prospettiva

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il lavoro di Paolo Pulicani, Delegato al Bilancio del Comune di Vallinfreda (RM). Questo Comune, come molti altri piccoli Comuni Italiani, deve affrontare oggi una transizione verso un nuovo equilibrio nel rapporto tra popolazione, risorse disponibili, servizi erogati ai cittadini e nuovo assetto istituzionale, in vista di una sostenibilità che l'attuale situazione organizzativa non è più in grado di garantire. Il testo cerca di suggerire alcune regole pratiche di intervento da affiancare alle soluzioni proposte dal legislatore. "Con una piccola presunzione -  ci scrive - che lo spirito pragmatico di questo tipo di approccio possa risultare utile anche in altre situazioni – Comuni di più ampie dimensioni o altre realtà pubbliche sovra comunali".

Leggi tutto

I Fondi Strutturali tra i blocchi del patto e tecnoburocrazie

Due anni per avere un documento programmatico bloccato, poi, dai vincoli di stabilità. Scelte sbagliate sulla partecipazione al cofinanziamento da parte degli enti locali. Incapacità di pensare a grandi interventi capaci di incidere veramente sulla coesione territoriale e sulla riduzione delle disparità. Questo il triste spaccato che ci presenta l’analisi di Walter Tortorella sulla programmazione e l’utilizzo del ciclo di fondi EU appena concluso.

Leggi tutto

En attendant le Città metropolitane

Contrariamente a quanto sta succedendo nel resto del monto in Italia le città metropolitane pur avendo valenza costituzionale non esistono né come soggetti economico-territoriali né come soggetti politico-amministrativi. A 23 anni dalla loro introduzione nell’ordinamento italiano, quindi, si preparano ad essere riformate (dal disegno di legge Delrio) senza essere mai esistite. Presentiamo un’analisi di Walter Tortorella di sofferma sugli aspetti problematici e pericolosi di questa prossima svolta. Occasione è l’uscita del volume “Città metropolitane. La lunga attesa” scritto con Massimo Allulli[i]

Leggi tutto

Evitiamo casi di "incarichi multipli" negli OIV

Le dimissioni di Mastrapasqua Presidente Inps che aveva accumulato ben 25 incarichi pone nuovi problemi all’orizzonte, anche per chi fa valutazione nella pubblica amministrazione. Molti sedicenti esperti di valutazione, infatti, sono componenti in molti Organismi Indipendenti di Valutazione: si parla di decine ognuno. Naturalmente fare valutazione di qualità nella PA significa seguire con coscienza e professionalità un numero limitato di enti, anche se la normativa vigente e la pratica in essere permettono numerosi esempi aberranti. Giovanni Urbani, valutatore e manager pubblico mantovano, presenta chiaramente sia il problema sia una proposta di soluzione.

Leggi tutto

Uno spazio hacker permanente nel Parlamento brasiliano

Il 17 dicembre, la presidenza della Camera dei Deputati brasiliana ha approvato una risoluzione che crea un "Lab Hacker" permanente dentro la Camera. Una novità assoluta a livello mondiale.

Leggi tutto

Ecco cosa dice il Rapporto OCSE - Government at a Glance 2013

C’è stato un gran parlare nei giorni scorsi dei dati pubblicati dall’OCSE. L’Italia infatti non fa una bella figura, spesso agli ultimi posti in classifica, denuncia un forte ritardo soprattutto in materia di eGov e stipendi da urlo per i dirigenti pubblici. Ecco la notizia. In questa sede proveremo a dare una panoramica più ampia, illustrando i diversi ambiti che compongono la ricerca e a rapportare la posizione del nostro Paese rispetto alla media europea. Ne usciamo puliti? No, ma proviamo ad andare oltre la notizia.

Leggi tutto

I direttori generali in difesa di Silvana Riccio e delle regole

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato dell'Andigel su un tema così delicato su cui siamo spesso intervenuti e ancora interverremo: quello della distinzione tra politica e amministrazione e della governance dell'ente locale. 

Leggi tutto

Diminuire la diffidenza tra cittadini e pubblica amministrazione

Con piacere riprendiamo e proponiamo l’interessante contributo di Alberto Stancanelli, già pubblicato il 4 gennaio 2012 su Italia Futura.it, dal titolo “Diminuire la diffidenza tra cittadini e pubblica amministrazione”. "La giungla delle regole amministrative - sostiene Stancanelli - non porta altro che a un eccesso di interpretazioni applicative e alla paralisi decisionale, ingessando l'amministrazione a svantaggio dei cittadini". Nell'articolo propone una serie di passaggi riformatori necessari per invertire la rotta. "Perché - spiega -  la rinascita morale e civile del nostro Paese deve passare attraverso un patto di ricostruzione tra tutti i poteri dello Stato".

Leggi tutto

NYC - Simplicity Idea Market. Perché i dipendenti pubblici lo sanno meglio

Si susseguono le iniziative di NYC Simplicity, il programma voluto da Bloomberg per migliorare la vita nella Grande Mela, suggerendoci idee da copiare ma soprattutto un approccio all'attività di governo da estrarre e “embeddare” nelle nostre amministrazioni. Mentre l’apertura del nuovo contest Big Apps 2.0 con 20.000 $ è un esempio di come fare molto, bene e open con pochi soldi, l’Idea Market, costruito sulla logica del social media, sottolinea un dato non scontato. I dipendenti pubblici sono nodi preziosi della rete. "Nessuno meglio di loro sa come il processo su cui lavorano potrebbe funzionare meglio”. Parola di Stephen Goldsmith, Deputy Mayor for Operations, NYC e co-autore di “Governare con la rete. Per un nuovo modello di pubblica amministrazione”.

Leggi tutto