Cerca: Saperi PA, Editoriale, PA digitale, pa digitale

6 risultati

Risultati

#sipuòfarese

Proponiamo un emendamento alla dichiarazione coraggiosa che accomuna tanti innovatori di questo tempo tumultuoso e insieme contraddittorio. Noi di FORUM PA vi chiediamo di aggiungere un piccolo “se” all’affermazione “Si può fare!” che tanto successo sta avendo nella nostra community, ma che sembra risuonare spesso anche in tanti ambienti di Governo. Questo “se”, che vuole dare fondamenta solide alla nostra fiducia e al nostro entusiasmo, sottolinea la necessità di porre un’azione tra noi e una meta che è sì possibile, ma non è scontata e che nessuno ci regalerà senza il nostro fattivo impegno. Il prossimo hashtag di FORUM PA 2015 sarà quindi #sipuòfarese.

Leggi tutto

Fare ordine sul banco di lavoro

Come forse vi ho già raccontato, per un periodo non breve della mia gioventù, una decina d’anni, ho fatto il falegname e ricordo ancora il grido del mio maestro: "Ordine su quel banco!". Quell’incitamento mi torna alla mente ora che con il Piano Nazionale "Crescita digitale" abbiamo un progetto e con l’Agid (quasi) funzionante abbiamo anche un owner. E’ arrivato proprio il momento di mettere in ordine il banco, chiarendo chi fa cosa, quando e con che soldi. Ma…

Leggi tutto

Si può fare! Diecimila motivi per essere ottimisti

Ieri è avvenuto un fatto eccezionale di cui voglio dar conto: la relazione di Luca Attias (Direttore Generale Sistemi Informativi della Corte dei Conti) a FORUM PA 2014 ha raggiunto il traguardo di  diecimila "commenti". A partire da quella relazione di cinque minuti geniali [che vi invito a riguardare] è nato, infatti, una sorta di forum spontaneo che accompagna con decine di contributi al giorno il percorso difficile, spesso sofferto, quasi sempre incompreso e “volontario” degli innovatori della PA. Da questa esperienza c’è molto da imparare, vi elenco brevemente quello che ho imparato io...

Leggi tutto

La strategia dell'ignoranza

Qualche tempo fa mi hanno invitato in uno di quei consèssi così esclusivi che già solo varcarne la soglia è segno di grande prestigio. Si parlava, in un numero abbastanza ristretto ed estremamente qualificato di personalità, della mission impossible di migliorare radicalmente le performance dell'amministrazione pubblica perché non costituisca il vero spread di efficienza del Paese. Mentre ascoltavo in silenzio mi chiedevo come mai nessuno aveva nominato la digitalizzazione né come obiettivo, né come mezzo. Alla fine mi sono dovuto arrendere all'evidenza: dipendeva dall'ignoranza. Buona parte della crema della nostra classe dirigente non possiede né il sapere tecnico né le basi teoriche. Visto come scegliamo la nostra classe dirigente e come la trattiamo, non potrebbe essere diversamente. Provo ad elencare sette vizi capitali.

Leggi tutto

Una politica per l’agenda, un’agenda per la politica

Articolo del dossier FORUM PA 2013: What's new?

Continuiamo il nostro percorso tra i temi centrali del prossimo FORUM PA 2013. Dopo avervi illustrato la settimana scorsa il tema centrale dell’anno “Il Paese alla sfida della trasparenza”, in questo articolo esaminiamo il tema della costruzione dell’Italia digitale, che sarà uno dei pilastri della manifestazione, nonché della nostra attività dei prossimi anni. Lo facciamo partendo dalla presentazione del programma di lavoro dell’Agenzia per l’Italia Digitale (Agid) che il suo Direttore, Agostino Ragosa, ha esposto pochissimi giorni fa a tutti i responsabili dell’ICT delle amministrazioni centrali in un affollato incontro.

Leggi tutto

Otto azioni contro lo spread digitale

Venerdì e sabato passati si è svolta a Roma, presso l’Università Roma Tre, la prima tappa degli “Stati generali dell’Innovazione”: un’associazione/movimento nata per iniziativa di molte associazioni, movimenti, aziende e cittadini convinti che le migliori opportunità di crescita per il nostro Paese sono offerte dalla creatività dei giovani, dal riconoscimento del merito, dall’abbattimento del digital divide, dal rinnovamento dello Stato attraverso l’Open Government. FORUM PA è tra i promotori ed io ho aiutato a dirigere il traffico delle decine di interventi che si sono succeduti sul palco, intervallati da momenti di lavoro di gruppo. Il risultato è stato ricco e operativo: otto proposte, due per ciascuno dei grandi temi affrontati, da sottoporre ora al nuovo governo, ai governi locali, alle imprese, alle associazioni nell’ottica di un processo multi-stakeholder. Ecco il documento finale.

Leggi tutto