Cerca: Saperi PA, Editoriale, Efficienza, FORUM PA 2011

6 risultati

Risultati

Chi ha vinto (e chi ha perso) la scommessa di FORUM PA 2011?

Giovedì sera si sono chiusi i cancelli di FORUM PA 2011, il mio 22° FORUM PA, che ha tenuto banco alla Fiera di Roma dal 9 al 12 maggio e provo subito, ancora a caldo e senza le statistiche precise che arriveranno nei prossimi giorni, a darvene qualche impressione. Lo farò mettendo in evidenza tutte le “vittorie” che ho visto in questi quattro giorni, se possibile, più densi del solito.

Leggi tutto

Una Pa digitale e senza carta: una bufala per sognatori o un’opzione possibile? la partita è in corso, il risultato incerto

Sono oltre 230 i progetti arrivati, ora in fase di valutazione, per il nostro premio “Meno carta, Più valore”, che sarà consegnato il 9 maggio a FORUM PA; sono oltre 500 i congressisti che sono intervenuti nel convegno che il Polo Archivistico Regionale dell’Emilia e Romagna ha realizzato da poco per raccontare un primo anno di attività nella conservazione sostitutiva; è già in testa, anche se siamo ancora all’inizio della nostra campagna di iscrizioni, il convegno sulla dematerializzazione, che si è dimostrato il più gettonato da chi si iscrive alla prossima edizione del FORUM PA. Tutti questi segni vorranno pur dir qualcosa? Testimoniano forte e chiaro che la PA ce la sta mettendo tutta per passare dalle parole ai fatti in tema di digitalizzazione. Ce la faremo? Non ne sono certo: per rispondere esaminiamo le forze in campo.

Leggi tutto

La riforma Brunetta e le persone

Una delle critiche che è più frequente sentire contro la riforma della PA introdotta dal decreto legislativo 150/09 è che è fatta “contro” i dipendenti pubblici. Se dovessi esprimermi su questa opinione diffusa, che pecca comunque di eccessiva semplificazione, me la caverei salomonicamente dicendo che “dipende da come è attuata”.

Leggi tutto

Siamo tutti nodi della stessa rete

Il nodo più classico per unire due corde (chi ha fatto lo scout come me riconoscerà un nodo “piano”) è l’immagine che abbiamo scelto tra le oltre 350 proposte che ci sono arrivate dal contest che abbiamo lanciato su Zooppa per l’immagine del prossimo FORUM PA. E l’invito che l’accompagna, ad essere tutti nodi della stessa rete, è proprio il claim giusto per questa 22^ edizione che si aprirà tra meno di un mese alla Fiera di Roma. Un’edizione certo particolare nella ultraventennale storia di FORUM PA, di cui voglio darvi qualche impressione in anteprima, con la mia consueta franchezza.

Leggi tutto

Cloud per la PA: quattro domande sulla “nuvola”.

Durante il prossimo FORUM PA 2011 si svolgerà “CloudPA – 1^ Conferenza nazionale del Cloud Computing per la PA”. Sarà un’occasione congressuale ed espositiva per fare il punto sulla “strategia della nuvola” e per verificare insieme se e perché questa rivoluzione tecnologica è un’opportunità per l’amministrazione pubblica. Di nuovo quindi affermiamo con forza che la crisi è il momento delle svolte, delle innovazioni radicali di processo e di prodotto, del coraggio di innovare. Già hanno aderito le maggiori società ICT che operano in Italia e uno spazio particolare sarà dato alla nostra community dei responsabili dell’informatica pubblica. Nei prossimi giorni vi daremo i dettagli, ma già da oggi vorrei chiarire a voi e a me stesso qualche “fondamentale” del cloud computing. Forse voi sapete già tutto, ma visto che io invece ero abbastanza ignorante mi sono posto delle domande e ho cercato delle risposte nella nostra enciclopedia di SaperiPA.

Leggi tutto

Capitolo 4. Mind the gap, please!

Articolo del dossier 2011, FORUM PA nella Rete

Chi è stato almeno una volta a Londra non potrà più dimenticare il ritornello buffo che accompagna ogni fermata della Metropolitana “Mind the gap!”: state attenti al “distacco” tra banchina e treno, altrimenti fate una brutta fine!
Mind the gap! Viene da dire anche ora a questa Italia che, invece di stendere e curare reti che uniscono, rischia di approfondire sempre più i distacchi.
Mind the gap! Viene da dire alle istituzioni che sembrano smarrite, senza un progetto che vada al di là dello spazio di qualche settimana, sempre più distanti dalla vita delle persone.
Mind the gap! Viene da dire ad una classe dirigente senza identità e sempre più autoreferenziale nella difesa di privilegi corporativi, coperti spesso da parole consumate che, come stoffe lise da troppo uso, fanno intravedere la trama.

Leggi tutto