Cerca: Saperi PA, Qualità della vita, Atti FORUM PA 2009

Risultati 31 - 40 di 65

Risultati

La collaborazione tra istituzioni alla base dei programmi di sicurezza della Regione Lazio

Negli ultimi anni la Regione Lazio ha compiuto dei grandi passi in avanti in tema di programmi congiunti per la lotta ad ogni tipo di criminalità, da quella che mina la sicurezza dei cittadini ogni giorno nelle strade a quella organizzata che minaccia il territorio, l'ambiente e le imprese. Per rendere più diffusa ed efficace la programmazione sulla sicurezza è necessario puntare sulla collaborazione tra le istituzioni, cosa che la Regione sta già facendo grazie a al coinvolgimento dei comuni del Lazio ed ad un lavoro continuo di supporto alle forze dell'ordine.

L’integrazione tra Difesa Civile e Difesa Militare.

Renato Raggio presenta il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile, illustrando gli spazi di collaborazione tra il Ministero della Difesa e il Ministero dell’Interno. In particolare concentra il proprio intervento su due esempi concreti: la Centrale di rilevamento DC75 e la Rete di rilevamento cd RAMON.

La sicurezza urbana nel sistema normativo: benefici e complessità della sua applicazione

Luigi Scotti confrontando l’esperienza di Napoli con quella delle altre città italiane approfondisce la questione della sicurezza urbana rispondendo a quattro interrogativi. Era necessario modificare l’art. 54 del Testo Unico sugli Enti Locali? Come hanno funzionato le varie Ordinanze sindacali e quali problemi si sono verificati nei singoli contesti? Di quali supporti hanno bisogno i provvedimenti che fanno capo al Sindaco? Come si profila la sicurezza urbana alla luce del cosiddetto pacchetto sicurezza?

Telespazio per l'homeland protection

Giuseppe Aridon presente il lavoro di Telespazio sulle infrastrutture satellitari, ponendo un focus particolare sui servizi preoperativi e operativi: dal monitoraggio all’intelligence agli scenari remoti. Illustra così il paradigma utilizzato, a livello nazionale internazionale, in tempo di pace e di crisi.

Da una dissuasiva e repressiva ad una sicurezza partecipata: il progetto Lazio Si-cura

Il progetto Lazio Si-cura, attuato dal Consorzio Parsec e Legautonomie, ha come obiettivo la diffusione di un'idea di sicurezza non intesa in senso dissuasivo e repressivo, ma di una sicurezza partecipata che favorisca il coinvolgimento dei cittadini. Laura Giacomello racconta le diverse fasi del progetto che prevede un'indagine sulla sicurezza percepita ed una campagna informativa su due diversi target: da una parte la cittadinanza nel suo complesso, dall'altra un segmento più specifico rappresentato dagli studenti delle scuole superiori.

L'indagine sulla sicurezza dell'Osservatorio tecnico scientifico sulla sicurezza e la legalità della Regione Lazio

Enzo Ciconte mette in evidenza la contraddizione di uno Stato che taglia le risorse per la sicurezza e di una amministrazione come la Regione Lazio che al contrario investe in maniera rilevante, sottolineando come sia le istituzioni che i media dovrebbero trattare questo tema in maniera coerente per non alimentare una falsa percezione da parte dei cittadini.Leggi tutto

Prospettive della Difesa per rispondere sempre più efficacemente alle nuove minacce cibernetiche

Catello Somma illustra la minaccia cibernetica sempre più rilevante in un contesto globale, quale il nostro, che tende a mettere tutte le informazioni in rete. Partendo dai casi recenti dell’attacco allo Stato dell’Estonia nel 2007 e allo Stato della Georgia nel 2008, si sofferma sulle principali linee della strategia di difesa logica delle nostre strutture ict.

Homeland protection

Pietro Finocchio introduce il tema dell’homeland protection, partendo da una sintetica analisi dell’attuale scenario geo-politico. In particolare, si sofferma sui tre domini dell’azione difensiva: informativo, fisico e cognitivo

La collaborazione tra gli Enti di ricerca e gli Enti Locali nell'ambito delle politiche per la sicurezza

Augusto Pifferi approfondisce il tema della possibile collaborazione tra Enti di ricerca ed Enti Locali nell'ambito delle politiche per la sicurezza. L'esperienza del CNR, che ha proprie sedi dislocate su tutto il territorio nazionale ed ha sviluppato reti ed infrastrutture di connettività per alcuni comuni del Lazio, dimostra come sia possibile trasferire tecnologie per la sicurezza alle imprese ed alle amministrazioni in maniera efficace.

L’informazione inserita in un contesto net-centrico e “duale”

Nel tracciare la storia dell’impiego dell’ict nel mondo militare, Filippo Maria Foffi si sofferma sulla differenza tra l’approccio net centrico, per cui i sensori non sono necessariamente attaccati al decisore e il più tradizionale approccio duale. Affrontando il tema delle infrastrutture critiche, spiega come ci si sta muovendo in Italia in tema di information infrastructure nell’ottica di multilevel security.