Cerca: Saperi PA, Qualità della vita, Atti FORUM PA 2009

Risultati 21 - 30 di 65

Risultati

Psicologia e promozione della salute

Mario Bertini, facendo riferimento alle linee guida per l'assistenza psicologica, affronta il tema della promozione della salute proponendo un nuovo modello di salute. Secondo Bertini, oggi, si fa ben poco per promuovere la salute in quanto vi è ancora poca chiarezza sul reale significato della parola "promozione".

Aspetti clinici e integrazione socio-sanitaria

Per capire la complessità dei bisogni della persona, lo psicologo deve conoscere non solo l'aspetto prettamente clinico del paziente ma avere un quadro generale sulle condizioni di vita della persona e sul contesto familiare e sociale in cui si trova. Da questo punto di vista il territorio può fornire importanti risposte.Leggi tutto

L'integrazione tra figure professionali

Le linee guida contenute del documento redatto da Federsanità Anci e Sipsot rappresentano un punto di incontro aperto ai cambiamenti, all'integrazione tra professioni e ai bisogni reali della persona. La Centillo si sofferma inoltre sulla figura professionale dello psicologo non sempre riconosciuta come strategica per la cura del cittadino rispetto ad altre figure mediche e alla sua importanza all'interno della sfera sociale.

Presentazione del libro bianco

Il Ministro Sacconi presenta il libro bianco “La vita buona nella società attiva” fornendone alcune chiavi di lettura. Quella che chiama la sua rivoluzione conservatrice è incentrata sul motto “omnium rerum mensura homo”: tutto l’impianto si basa sulla centralità della persona in sé e nelle sue fondamentali proiezioni relazionali. L’obbiettivo è quello di modificare un modello sociale rivelatosi di carattere risarcitorio e viziato da un intervento largamente successivo per giungere ad un nuovo modello che permetta di lavorare a monte della formazione del bisogno.

Il Progetto Lazio Si-cura: una rete tra gli enti locali del Lazio per condividere le buone pratiche sul tema della sicurezza

Con il progetto Lazio Si-cura la Regione ha voluto offrire alle amministrazioni locali la possibilità di fornire risposte concrete ai cittadini in materia di sicurezza e di affinare nel tempo gli strumenti adottati, attraverso la sperimentazione e la condivisione delle buone pratiche.Leggi tutto

Pari opportunità, diritti garantiti e diritti esercitati: un gap da eliminare

Per la grande presenza di personale femminile la Pubblica Amministrazione rappresenta una metafora delle contraddizioni insolute rispetto alla questione del genere, per questo le pratiche di parità e pari opportunità applicate al suo interno diventano paradigmatiche. Isabella Rauti analizza gli strumenti e gli effetti della Direttiva sulle Pari Opportunità anche in relazione al Decreto Legislativo di riforma del lavoro pubblico in attuazione della legge 15/2009.Leggi tutto

Una nuova spinta verso la legalità

Luigi Massa apre il convegno organizzato dal Comune di Napoli in collaborazione con l’organizzazione Libera e Legautonomie ricordando come il coordinamento abbia voluto alzare ulteriormente il tiro - ad esempio intervenendo sul quadro normativo - dopo il 21 marzo, il giorno della legalità nel quale l’incontro nazionale di Libera ha visto la presenza di 150mila persone, soprattutto giovani.

Le proposte legislative per “l’antimafia del giorno prima”

Giuseppe Lumia presuppone la necessità di liberarsi delle modalità de “l’antimafia del giorno dopo” perché il Paese faccia una scelta che nella sua storia non ha mai fatto: quella di rendere la lotta alle mafie una grande priorità. In questo senso la Commissione parlamentare antimafia ha avanzato una serie di proposte, di cui però solo una parte sono confluite come emendamenti nel disegno di legge sulla sicurezza.Leggi tutto

Calibrare gli interventi per la sicurezza, l'approccio dell ONPS

La sicurezza non ha una taglia unica ma va calibrata sulla reale situazione di ciascuna territorialità. Da questa considerazione muove l’intervento di Claudia Corinna Benedetti che presenta l'Osservatorio Nazionale Permanente sulla Sicurezza, impegnato a creare e sviluppare la cultura della legalità attraverso l’analisi e la prevenzione del disagio e delle nuove fragilità, in collaborazione con le Forze dell’ordine.

Il Forum sulla Sicurezza del Comune di Frosinone

Il Comune di Frosinone con il Forum per la legalità è riuscito a mettere insieme le associazioni ed i diversi soggetti presenti sul territorio attorno ad un programma condiviso per la sicurezza. L'auspicio di Fabio Dialmi è che i risultati ottenuti siano permanenti e che questa capacità di collaborare tra istituzioni e società civile non si disperda, ma anzi venga trasferita ad altri ambiti dell'amministrazione.Leggi tutto