Cerca: Saperi PA, Sviluppo e Competitività, agenzia italia digitale

Risultati 1 - 10 di 11

Risultati

Antonio Samaritani su il Piano di Crescita digitale: "Ora si lavora sui contenuti"

Il neo Direttore dell’Agenzia per l’Italia Digitale sceglie FORUM PA 2015 per presentare in anteprima la vision del suo mandato e quali saranno le prime azioni di questa nuova direzione.

Azioni di razionalizzazione infrastrutturale, implementazione di piattaforme abilitanti su cui viaggeranno i servizi della PA e strumenti “acceleratori”. C’è una strategia e un percorso che si delinea da oggi in materia di agenda nazionale digitale.

Leggi tutto

Formez PA e Agid, insieme per accompagnare la digitalizzazione della PA

Scopo della convenzione quello di promuovere la diffusione della conoscenza e l’utilizzo dei servizi on line delle novità digitali messe a disposizione delle pubbliche amministrazioni per cittadini e imprese, in linea con quanto previsto dall’Agenda digitale.

Leggi tutto

Pubblicato lo Statuto dell'AgID

Con la pubblicazione dello Statuto in Gazzetta Ufficiale l'Agenzia per l'Italia Digitale è pienamente operativa. Da oggi l'Agenzia potrà coordinare più efficacemente l’attuazione dell’Agenda digitale italiana e di adottare un modello strategico di evoluzione del Sistema Informativo della pubblica amministrazione.

Leggi tutto

Rapporto Caio: senza continuo impegno del Governo gli obiettivi DAE non saranno raggiunti

Presentato a Palazzo Chigi, il rapporto "Raggiungere gli obbiettivi Europei 2020 della banda larga in Italia: prospettive e sfide". Alla presentazione ha partecipato il Presidente del Consiglio Enrico Letta. Il rapporto è stato illustrato dal commissario di Governo per l'Agenda Digitale, Francesco Caio, da Gérard Pogorel, professore emerito dell’Università ParisTech di Parigi e da Scott Marcus, già advisor della Federal Communication Commission.

Decisivo per il raggiungimento degli obiettivi UE 2020 un ruolo attivo del Governo per il monitoraggio dei piani degli operatori e l’uso dei fondi Strutturali Europei.

Leggi tutto

Valutazione comparativa per l’acquisizione dei programmi informatici: a cosa prestare attenzione

Per favorire l’utilizzo del software open source nella pa, il codice della pa digitale obbliga tutte le amministrazioni ad una valutazione comparativa tra soluzioni diverse (proprietarie e aperte), in modo da poter scegliere con congizione il prodotto e le licenze più vantaggiose. La settimana scorsa l’Agenzia per l’Italia Digitale ha pubblicato la circolare che illustra come effettuare questa valutazione. Come ci spiega Sarah Ungaro in questo articolo frutto della collaborazione con lo Studio Legale Lisi, in definitiva, prima di acquisire programmi informatici, una pa deve conoscere nel dettaglio le diverse tipologie di licenza d’uso presenti sul mercato.

Leggi tutto

Linee guida sui pagamenti elettronici della PA

Con il parere favorevole della Banca d’Italia si è conclusa l’attività di predisposizione delle Linee guida sui pagamenti elettronici come disciplinati dall’articolo 5 del Codice dell’Amministrazione Digitale e pertanto, per consentire alle pubbliche amministrazioni e ai gestori di pubblici servizi l'applicazione del quadro normativo di riferimento, sono rese pubbliche le Linee guida e i relativi allegati tecnici di indirizzo per l’attuazione.

Leggi tutto

Una politica per l’agenda, un’agenda per la politica

Articolo del dossier FORUM PA 2013: What's new?

Continuiamo il nostro percorso tra i temi centrali del prossimo FORUM PA 2013. Dopo avervi illustrato la settimana scorsa il tema centrale dell’anno “Il Paese alla sfida della trasparenza”, in questo articolo esaminiamo il tema della costruzione dell’Italia digitale, che sarà uno dei pilastri della manifestazione, nonché della nostra attività dei prossimi anni. Lo facciamo partendo dalla presentazione del programma di lavoro dell’Agenzia per l’Italia Digitale (Agid) che il suo Direttore, Agostino Ragosa, ha esposto pochissimi giorni fa a tutti i responsabili dell’ICT delle amministrazioni centrali in un affollato incontro.

Leggi tutto

Approvato lo Statuto dell’Agenzia per l’Italia Digitale

L’ 8 marzo 2013 è stato firmato lo statuto per assicurare la piena operatività all’Agenzia per l’Italia Digitale: il Presidente del Consiglio – su iniziativa dei ministri Passera, Patroni Griffi, Profumo e Grilli – ha firmato il decreto che approva lo Statuto dell’Agenzia per l’Italia digitale.

Leggi tutto

Agenda Digitale Europea accoglie la sfida del genere. Una proposta per Agenzia Italia Digitale

È da ormai diversi anni che con lo ECWT - European Centre for Women and Technology stiamo lavorando attivamente sull’integrazione di una dimensione di genere nell’Agenda Digitale Europea. La sintesi delle raccomandazioni per un'Agenda Digitale di Genere, emerse dalla rete italiana di ECWT e dai soggetti attivi sul tema, potrebbe indirizzarsi all’Agenzia per l'Italia Digitale. Per andare verso l’integrazione trasversale di un approccio di genere nelle politiche per l’innovazione sarebbe utile che proprio l’Agenzia si facesse carico del tema, come è avvenuto in altri contesti, si pensi alla Svezia e al programma di Vinnova, magari iniziando con la creazione di un gruppo di lavoro ad hoc.

Leggi tutto

Smart city: si ma come?

Nell’ambito della collaborazione con lo Studio Legale Lisi, presentiamo un articolo in cui viene esaminata la normativa predisposta per regolamentare lo sviluppo delle comunità intelligenti, attualmente in attesa di conversione. Una normativa che, sottolinea Simonetta Zingarelli, appare ambiziosa e dettagliata, sia nel disciplinare i compiti dell’Agenzia per l’Italia digitale sia nel descrivere le principali caratteristiche delle comunità intelligenti, ma di cui si deve ancora mettere alla prova l'effettiva realizzabilità in tutte le diverse realtà del nostro Paese.

Leggi tutto