Cerca: Saperi PA, Sviluppo e Competitività, open data

Risultati 61 - 68 di 68

Risultati

Una strategia per diffondere l'open data

Open data come misura per il rilancio dell’economia. Una ricerca realizzata dalla Scuola sant’Anna di Pisa propone sette linee di azione per impostare correttamente un “governo” dei dati aperti. Ne abbiamo discusso con Marco Fioretti, curatore della ricerca.

Leggi tutto

Open data? Un esempio così vicino e ancora così lontano

La scorsa settimana vi avevo parlato di una ricerca della McKinsey sull’impatto dell’economia di Internet sullo sviluppo e la crescita. Oggi ci rivolgiamo invece alla più vicina Francia e vi racconto (e vi traduco) la circolare che il primo Ministro Fillon ha inviato per lanciare in tutta la PA francese il programma di Open data. L’esempio ci interessa perché segna una strada che saremmo in grado sin da oggi (oggi, non tra un anno) di applicare anche da noi.

Leggi tutto

Open Data e sviluppo economico

Federico Morando offre una sintetica prospettiva su cos'è l’Open Data, qual è il suo potenziale economico, e quali sono i principi che stanno emergendo a riguardo. Le Pubbliche Amministrazioni spesso hanno dei dati che usano per i fini conferiti loro dagli obblighi di legge, ma che possono essere utilizzati anche per scopi inattesi.

Leggi tutto

Misurare per capire: l’approccio open data per un serio programma di lotta alla corruzione

ISTAT ha siglato con la Scuola Superiore di Pubblica Amministrazione un accordo per avviare un progetto di ricerca finalizzato a misurare il fenomeno della corruzione in Italia. Finora, dice Giovannini, si è fatto poco in questo senso, anche perché la misurazione è tutt’altro che semplice, e non può limitarsi agli episodi di reato. Mettere le informazioni su internet – continua – non risolve il problema della trasparenza, perché solo se i dati vengono messi a disposizione in formato elaborabile possono essere utilizzati per fare accountability.

Leggi tutto

Il contributo della SSPA per la diffusione della cultura della trasparenza

Tra il maggio 2010 e il maggio 2011 la Scuola Superiore di Pubblica Amministrazione ha realizzato diverse attività formative sui temi dell’etica, della trasparenza e della prevenzione dell’illegalità, alle quali hanno partecipato 1.120 tra dirigenti e funzionari pubblici, per complessive 554 ore di didattica.

Leggi tutto

Open data come spinaci? Atti della tappa milanese "Open data, siamo veramente pronti?"

“Riteniamo che l’open data non sia ancora sufficientemente sentito e probabilmente per questo in Italia siamo ancora indietro. Per questo siamo qui a parlarne.” Così Ernesto Belisario – presidente dell’Associazione italiana per l’Open Government aveva aperto lo scorso mese l'appuntamento milanese dal titolo “Open Data: siamo davvero pronti?”. E se gli open data facessero la fine degli spinaci? continua...

Leggi tutto

Open Gov: dalle parole ai fatti?

Open gov e open data come driver di sviluppo e presupposto fondamentale per una vera democrazia: una visione condivisa (almeno da chi “mastica” questi temi) e, a rigor di logica, condivisibile da tutti…ma la pratica? Mentre molti Paesi si stanno muovendo in questa direzione e hanno messo in piedi diverse importanti applicazioni, cosa sta facendo l’Italia? Ben poco per ora, stando a quanto emerso dall’incontro “Processo all'OpenGov: dalle parole ai fatti?”, che si è tenuto oggi a Roma nell’ambito della Social Media Week. All’incontro, organizzato dall’Associazione Italiana per l’Open Government, hanno partecipato esperti del tema e rappresentanti del mondo istituzionale ed economico. Vediamo quali spunti sono usciti dal dibattito.

Leggi tutto

Openparlamento: quando i dati non sono aperti

Guglielmo Celata descrive gli sviluppi di OpenPolis e Openparlamento, due progetti che hanno come obiettivo il monitoraggio dei dati e delle attività dei politici nazionali e locali.

Per la realizzazione di OpenPolis e Openparlamento sono state utilizzate tre fonti: la sezione elettorale del sito del Ministero dell'Interno, il sito della Camera dei Deputati e quello del Senato della Repubblica. Essendo pubblici ma non del tutto "aperti", spiega come e perchè questi dati sono stati "crackati".

Leggi tutto