Cerca: Saperi PA, Governance, Atti FORUM PA 2010, comunicazione

Risultati 1 - 10 di 13

Risultati

Intervento alla tavola rotonda: Lo sguardo sull'uscita dalla crisi. Stato, imprese, media

Sergio De Luca presenta delle riflessioni sui media tradizionali e i nuovi strumenti di informazione e comunicazione, partendo da alcuni quesiti: perchè non c'è più la verifica della fonte? Perchè non si riconoscono e non si rispettano le comunità scientifiche che producono i dati? Perchè il giornalismo è sempre più schierato e di parte? Perchè la gerarchizzazione delle notizie non rispetta l'evoluzione del mercato?

Leggi tutto

Il regionalismo e la sfida ICT

Il tema del regionalismo dal punto di vista tecnologico è importante ed interessante perché propone un cambiamento radicale, è un momento di passaggio importante. C’è l’opportunità di creare ed  esprimere un sistema amministrativo del paese più efficace ed efficiente, più direttamente operativo fra utente e cittadino.

Ci troviamo davanti a 3 grandi sfide:

-  politico-operativa: con il federalismo

-  organizzativa: dei sistemi operativi nelle amministrazioni centrali e periferiche

-  strutture ICT: tecniche ben chiare con una loro tendenza.

Leggi tutto

Intervento alla tavola rotonda: Lo sguardo sull'uscita dalla crisi. Stato, imprese, media

In questo momento siamo di fronte ad una tempesta perfetta nel mondo della comunicazione. Per la prima volta, spiega Giovanni Iozzia, stanno arrivando a maturazione contemporaneamente tre fenomeni che finora hanno marciato separatamente:

Leggi tutto

Tavoli tecnici condivisi: le regioni verso il federalismo

Non si può realizzare la governance  in maniera separata, occorre attuare una nuova modalità di lavoro a diversi livelli. C’è bisogno di identificare degli strumenti per raggruppare dei tavoli politici strategici, discutere e trovare le intese sulle quali si devono svolgere le azioni della PA nel settore ICT. E’ fondamentale la condivisione di quegli elementi che sono alla base del lavoro dei gruppi tecnici. Sono stati fatti dei primi passi avanti per l’identificazioni di quali siano gli strumenti per ottenere gli obiettivi posti.

Leggi tutto

Società dell’informazione: parola d’ordine interoperabilità

Lo sforzo di coordinamento della PA verso cittadini ed imprese ha bisogno di fondarsi sulla ripartizione delle competenze scritte nella costituzione e nel nostro ordinamento amministrativo. Gli interrogativi che si pongono sono molteplici: compete a stato e regioni solo la funzione legislativa e non anche quella amministrativa? il complesso delle funzioni amministrative deve essere allocato ai comuni alle province e alle città metropolitane, come scritto nel art. 118 della costituzione?

Leggi tutto

Interpretazioni e approcci innovativi

Molto spesso quando si parla di libertà di informazione non si fa riferimento ad un quadro teorico chiaro rispetto a cosa significhi libertà e cosa significhi informare. Michele Sorice descrive la proposta di adozione di un modello di riferimento chiamato AIP: Accesso Interazione Partecipazione. L'idea di fondo è che esistano tre livelli di relazione fra istituzioni formative e informative e soggetti cittadini: quello dell'accesso, dell'interazione e della partecipazione.

Leggi tutto

Una Governace 2.0

Una governance strategica della società dell’informazione deve essere una governance 2.0. Proprio come l’amministrazione 2.0 tiene conto dei rapporti bidirezionali tra amministrazione e utenza, così anche il concetto di governance deve tenere conto di questo bidirezionalità, deve quindi essere inclusiva,  progettata a più strati dove ci sia un livello decisionale di programmazione nazionale che favorisca l’integrazione di tutti i sistemi e l’interoperabilità.

Leggi tutto

Interpretazioni e approcci innovativi

Stefano Sepe presenta le conclusioni del convegno sulle convergenze tra comunicazione pubblica e d'impresa, ponendo l'attenzione sull'informazione, sul ruolo dei poteri pubblici e sul CNEL.

Come costruire una politica della società dell’informazione

Per disegnare un sistema di governance bisogna conoscere la struttura a cui si applica, occorre capire qual’è l’oggetto, perché con esso dobbiamo sviluppare i servizi per cittadini e imprese. Il sistema di governance non deve essere chiuso ed autoreferenziale, bisogna che sia inclusivo di tutti gli attori che vivono nella società. Possiamo fare passi in avanti solo se definiamo bene i termini, si deve ragionare su un sistema di governance complessivo, legato ai temi dello sviluppo della società dell’informazione.

Leggi tutto

Cicli al tramonto e nuove albe: Società e Stato, quale rappresentazione?

Negli ultimi trent'anni la società ha consumato due grandi cicli di messaggio e sta consumando il terzo. Il primo grande ciclo, che corrisponde al primo ciclo di costruzione della nazione, è stata la cultura risorgimentale; il secondo, iniziato subito dopo la guerra e finito qualche anno fa, è il ciclo della cultura del riformismo, del trasformare la società attraverso le riforme. Infine il terzo ciclo è stato la suggettività ad ogni costo: vince il soggetto singolo e non la dimensione collettiva, vince la libertà di essere se stessi.

Leggi tutto