Cerca: Saperi PA, Efficienza, Atti FORUM PA 2007, banche dati

Risultati 1 - 10 di 22

Risultati

Presentazione del Progetto SNSTMP

Migliorini presenta il Progetto SNSTMP e ne evidenzia i pregi, derivanti soprattutto dalla innovatività della informatizzazione in tale settore operativo e dalla realizzazione di banche dati che consentono agli operatori di poter valutare i rischi connessi al trasporto di merci pericolose sulla rete viaria in tempo reale. Auspica infine, che il progetto possa in futuro essere implementato, sia mediante un interfacciarsi con analoghi progetti, sia mediante una sensibilizzazione a tale problematica, al fine di esportare l’utilizzo del sistema in altre regioni o addirittura a livello nazionale.

Vantaggi della informatizzazione e della raccolta dati in materia di trasporto di merci pericolose

Vaccari illustra la modalità di intervento operata dalla Lombardia Informatica al fine di monitorare e gestire i rischi connessi al trasporto di merci pericolose sul territorio.Leggi tutto

Strategie prevenzionistiche e nuove tecnologie

La partnership di ENI nel progetto SNSTMP si inserisce con l’obiettivo di creare una rete di informazioni relativa ai veicoli che trasportano merce pericolosa, e condivisa dai vari operatori del settore al fine di poter ottimizzare la qualità dei servizi sotto il profilo tecnologico, e di poter provvedere in tempo reale alla gestione delle criticità ambientali che si possono presentare sulla rete viaria.Leggi tutto

L’Istat e il progetto per il censimento degli archivi amministrativi delle Province

Ennio Fortunato descrive i cambiamenti intervenuti nel campo della statistica in seguito ai modifiche degli assetti istituzionali. Evidenzia il ruolo strategico degli archivi amministrativi della pubblica amministrazione per scopi statistici. Definisce gli step organizzativi seguiti per realizzare il censimento. Passa poi a descrivere gli scenari entro cui questo progetto si muove. Sottolinea l’importanza del materiale raccolto e della possibilità di confrontare i dati per provincia per razionalizzare le spese dell’amministrazione.

L’importanza della statistica per la pianificazione e il controllo dell’attività amministrativa

Fulvio Della Vedova sottolinea l’importanza della statistica per la pianificazione e il controllo dell’attività amministrativa. Descrive gli elementi che caratterizzano la raccolta di dati statistici e la relativa metodologia adottata nel Friuli Venezia Giulia. Parla del Coordinamento degli Uffici di Statistica delle Province Italiane (CUSPI).

Interoperabilità delle Banche Dati

Longobardi illustra i risultati scaturenti da una indagine effettuata dall’ISTAT e dall’AIPA relativa ai processi amministrativi, alle applicazioni e alle banche dati delle Amministrazioni centrali. E’ infatti emerso che la principale problematica legata alla interoperabilità delle banche dati sta nella mancanza di accessibilità e quindi di condivisione dei dati stessi da parte di Amministrazioni diversi da quelle che li producono e detengono.

Leggi tutto

La Banca Dati per l’orientamento nel mondo degli adempimenti amministrativi

Giulio Baglione descrive la mission e le funzioni della Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa. Passa poi a descrivere la messa in rete di banche dati e servizi per gli utenti del CNA che consentono alle imprese notevoli risparmi di tempo e quindi di risorse. Baglione si sofferma sul processo di semplificazione amministrativa avviato dal decreto Bersani. Nel secondo intervento Baglione risponde ad una domanda dal pubblico offrendo dei chiarimenti sul funzionamento della banca dati del CNA.

Elementi necessari per una buona misurazione

Al fine di ottenere una buona base per la misurazione c’è bisogno di due elementi: una buona organizzazione e un buon sistema di raccolta dei dati. Mettendo insieme questi elementi si possono costruire indicatori significativi per realizzare misure che siano valide ed affidabili.Leggi tutto

Soluzioni di cruscotto informativo per servizi in outsourcing

Silvio Galazzo presenta l’attività e le soluzioni del cruscotto informativo per l’outsourcing ed in particolare il progetto Ref-Monitor dell’azienda IN & IN per la ULSS di Asolo e Centostazioni. La mission dell’azienda è di offrire un servizio di consulenza, di controllo e monitoraggio di tutti quei processi collegati al patrimonio immobiliare (adempimenti contrattuali, prestazioni ecc…).

Innovazione, cultura e sviluppo

Giovanni Nistri presenta l’attività del Nucleo del Corpo dei Carabinieri per la tutela del patrimonio culturale e artistico in Italia e all’estero. L’istituzione del nucleo risale al 1969, un anno prima che l’UNESCO, con la convenzione di Parigi del 1970, raccomandasse a tutti gli Stati membri di dotarsi di un adeguato sistema di sorveglianza e tutela. Gli obiettivi del Nucleo sono molteplici: recupero dei beni sottratti, controllo e monitoraggio dei siti archeologici, controllo delle attività commerciali, dei cataloghi delle case d’asta e dei siti internet, tutela del paesaggio. Leggi tutto