Cerca: Saperi PA, Efficienza, Atti FORUM PA 2007, asl

Risultati 1 - 10 di 13

Risultati

Il Mercato Elettronico della P.A.. L'esperienza della ASL Roma G

Giorgio Pagano presenta Giovanni di Prilla quale rappresentante dell’ASL Roma G e vincitore della categoria Pubblica Amministrazione comparto Sanità. Di Pilla presenta l’attività svolta dalla ASL per incentivare l’utilizzo del Mercato Elettronico per effettuare acquisti nelle sedi periferiche. Particolare attenzione è stata data alla formazione del personale per un corretto uso degli strumenti informatici.

Riuso delle soluzioni e Alleanze Locali per l’Innovazione: una nuova strategia per la diffusione dei servizi di e-government

Antonio Capocelli passa in rassegna i progetti realizzati dall’ULSS 9 di Treviso dal 1999 ad oggi. Tra questi, il progetto Escape aveva l’importante obiettivo di applicare la firma digitale per consentire una maggiore tempestività dei risultati dei referti, e per gestire in maniera più efficiente la documentazione ed il flusso cartaceo. Il servizio, oltre che migliorare i processi interni, ha reso disponibili i risultati per i cittadini su diversi canali: sedi comunali, farmacie, sedi ULSS, posta prioritaria e medici generici.

Il Project Financing nella Pa. L'esperienza degli Ospedali di Castelfranco Veneto e Montebelluna

Alessandro Vanzetto introduce gli obiettivi della concessione in regime di finanza di progetto per l’ammodernamento dei due ospedali di Castelfranco Veneto e di Montebelluna soffermandosi sui servizi e sulle attività di controllo e monitoraggio del concessionario.

Reingegnerizzazione dei sistemi informativi e di controllo. Il caso degli ospedali di Castelfranco Veneto e Montebelluna

Mario Po approfondisce gli aspetti relativi al Ref-monitor soffermandosi sull’importanza di una integrazione tra il Ref e gli altri sistemi informativi che gestiscono gli altri settori (contabilità, bilancio, tecnologia clinica ecc…); questo consentirebbe, nel caso della tecnologia clinica, un costante monitoraggio dell’attività produttiva e un’analisi della stessa volta al miglioramento dell’organizzazione.

Leggi tutto

Il percorso di cambiamento del distretto socio sanitario dell’Azienda Sanitaria n°7 di Catanzaro

Il percorso di innovazione e di ricerca della qualità attraverso una rimodulazione organizzativa, sostiene Rocca, parte nel 2003, ma subisce una spinta significativa nel 2006 attraverso l’utilizzo della formazione e, con la partnership dell’azienda USL di Reggio Emilia, l’applicazione di un metodo organizzativo per processi. Si è passati, quindi, da una cultura dell’agire per competenze incentrata sull’autoreferenzialità, ad una cultura dell’agire per processi, dove il cittadino riveste un ruolo centrale.

La valorizzazione del patrimonio immobiliare sanitario

Per Angelo Tanese non è possibile parlare di gestione del patrimonio immobiliare sanitario, senza approfondire i temi del processo di aziendalizzazione delle USL, del risanamento economico e del rientro dal disavanzo delle Regioni. La valorizzazione del patrimonio all’interno di un’azienda sanitaria è strettamente connessa con la cultura dell’organizzazione e con il tipo di tipo processi che si intendono realizzare: indubbiamente, il processo di aziendalizzazione ha dato un forte impulso al cambiamento ed all’innovazione.

CLARA: Cartella cLinicA di Ricovero informatizzatA

In ambito sanitario la realizzazione di una cartella clinica a gestione totalmente informatizzata è una sfida che porta con se numerosi vantaggi in termini di accesso, di sicurezza e di conservazione. Il progetto di cartella clinica paperless mira infatti ad un obiettivo aggiuntivo che è quello della riduzione del rischio clinico.Leggi tutto

I fattori della sanità che concorrono alla crescita di un Paese

Lorenzo Terranova fissa alcuni fattori che concorrono allo sviluppo di un paese dal punto di vista della sanità. Le Aziende sanitarie rappresentano in alcune Regioni e Province i maggiori attori economici e di crescita; questo significa maggiore produttività e un migliore stato di salute. Le stesse sono luoghi di investimenti, di ricerca e di sviluppo (innovazione e tecnologia) e partecipano attivamente ai processi di esternalizzazione dei servizi e delle prestazioni.Leggi tutto

La gestione in global service del patrimonio ospedaliero ed extraospedaliero della ASL 1 di Brindisi

Vincenzo Corso presenta il progetto di global service per la gestione del patrimoni ospedaliero ed extraospedaliero e, in particolare, per gli impianti del patrimonio immobiliare della ASL 1 di Brindisi. Il progetto, appaltato ad una ATI composta dalle società Manutencoop Facility Management, Cofathec e Consorzio Nazionale Servizi, ha una durata di tre anni e, per un importo complessivo di 38 milioni di euro, comprende: un servizio di gestione integrata dell’energia, interventi di manutenzione straordinaria e lavori di adeguamento e riqualificazione tecnologica degli impianti.

Dall’autoreferenzialità all’autovalutazione: l’esperienza dell’Azienda Ospedaliera "San Martino" di Genova

Francesco Copello porta l’esperienza della gestione strategica e dell’accountability, attraverso la balanced scorecard, nell’Azienda Ospedaliera Universitaria “San Martino” di Genova. Il percorso intrapreso di sviluppo di cultura gestionale ha portato la struttura sanitaria da una situazione di autoreferenzialità ad un sistema collaudato di autovalutazione.Leggi tutto