Cerca: Saperi PA, Accountability, open data

Risultati 81 - 90 di 125

Risultati

Open municipio: informati, monitora e partecipa ai lavori del tuo comune. La presentazione a FORUM PA 2012

Open municipio è una piattaforma web che usa i dati politico-amministrativi ufficiali dei comuni aderenti e li distribuisce in formato aperto per offrire ai cittadini servizi gratuiti di informazione, monitoraggio e partecipazione alla vita della propria città. Giovedì 17 maggio lo presenteremo al Forum della pubblica amministrazione.

Leggi tutto

Il 18 maggio l’Open data Journalism a FORUM PA 2012. Tre appuntamenti da non perdere

Il 18 maggio l’open data journalism vi da appuntamento a FORUM PA 2012, con tre keynote di alto livello dedicati a chi vuole imparare, capire meglio cosa è, come si fa l'open data journalism e quali scenari apre e avere l’opportunità di confrontarsi con i pionieri dell’open data journalism italiano. In ordine di intervento Gian Antonio Stella, Luca Nicotra, Donato Speroni.

Leggi tutto

Open data: è on line anche il Comune di Bologna

È on line da ieri, 5 aprile, il sito OpenData del Comune di Bologna, in cui saranno pubblicati via via i dati dell’amministrazione in formato aperto. Obiettivo del progetto, realizzato nell'ambito di Iperbole 2020, è potenziare la trasparenza e la partecipazione attiva dei cittadini. Grazie agli open data aziende, associazioni e cittadini potranno utilizzare e valorizzare i dati dell'Amministrazione comunale, migliorando l’accessibilità delle informazioni e sviluppando nuove applicazioni a beneficio di tutta la comunità.

Leggi tutto

Presentato il nuovo sito Open Data del Comune di Firenze

Firenze diventa una ‘wiki-città’ e vuole rivoluzionare il rapporto tra pubblica amministrazione, internet e cittadini: da oggi sono on line 180 set di dati che riguardano tutta la vita cittadina, dai parcheggi alle statistiche sul lavoro, dai giardini ai musei, dagli scavi archeologici ai fontanelli. Il sindaco Matteo Renzi ha firmato un protocollo di collaborazione con Wikitalia, l’associazione presieduta da Riccardo Luna per avvicinare la politica ai cittadini attraverso la rete.

Leggi tutto

PanelPA "Open data: l’Italia s’è desta?"

Le istituzioni pubbliche producono e possiedono una enorme quantità di dati che - non va dimenticato - appartengono alla collettività. Quando si parla di "open data" si parla di rendere questi dati e informazioni disponibili e accessibili direttamente on line in formati che ne permettono l’elaborazione. Abbiamo cercato di capire quanto gli iscritti alla nostra community conoscano questo tema e quale percezione abbiano sulle opportunità aperte dagli open data, sui fattori che ancora ne ostacolano l’adozione nel nostro Paese e su come si potrebbe intervenire per superare questi ostacoli.

Leggi tutto

Open Data per il monitoraggio di appalti pubblici e conflitti d'interesse

Gli open data, l’abbiamo sottolineato in molte occasioni, possono diventare uno straordinario strumento di trasparenza, controllo sociale e partecipazione dei cittadini, oltre a fornire la materia prima (in quanto disponibili e accessibili direttamente on line in formati che ne permettono l’elaborazione e il riuso) per la creazione di applicazioni di pubblica utilità, alimentando così l’innovazione e la creatività che servono da stimolo alla crescita economica. Gli open data sono un punto centrale delle politiche di open government e saranno, quindi, uno degli argomenti centrali di FORUM PA 2012. Proprio all’interno del percorso di approfondimento su questi argomenti, che ci accompagnerà fino all’evento di maggio, vi presentiamo oggi un focus curato da Marco Fioretti che, a partire dal contesto italiano fino ad arrivare a casi internazionali, affronta il tema degli open data sotto un particolare aspetto: la prevenzione dei casi di corruzione nella PA e il monitoraggio dei conflitti di interesse, in particolare nel settore degli appalti pubblici. 

Leggi tutto

Open data: nella "pagella" dell’Italia, insufficienza in geografia

I dati geografici sono tra i più scaricati dai siti open data degli enti pubblici italiani, come si vede dalle statistiche on line: sul sito della Regione Emilia-Romagna sono al primo posto per numero di download, mentre su quello del Piemonte sono secondi solo ai dati relativi a Scuola e Formazione. Ma nonostante queste cifre, che dimostrano un grande interesse, sono ancora poche le amministrazioni che li mettono a disposizione di altri enti, cittadini e imprese. A spiegarci perché i dati geografici sono un vero e proprio patrimonio comune e perché è necessario “liberarli” è Giovanni Biallo, presidente dell’Associazione OpenGeoData Italia e direttore del media-web www.geoforus.it.

Leggi tutto

Apps4Italy: c’è tempo fino al 30 aprile per partecipare al contest!

Ancora tre mesi di tempo per inviare al contest Apps4Italy le vostre proposte (idee, progetti, applicazioni e visualizzazioni) basate sull’utilizzo di dati pubblici. La scadenza del concorso, aperto a cittadini, associazioni, comunità di sviluppatori e aziende, è stata infatti posticipata al prossimo 30 aprile.

Leggi tutto

Open data e giornalismo: questo matrimonio s'ha da fare

La rete si sta trasformando in un archivio sempre più ricco di dati di pubblico interesse, soprattutto da quando ha incontrato il movimento per l’open data. Set di dati pubblici, in formato aperto e senza restrizioni per il riutilizzo, sono già on line a disposizione di tutti. Ma, nel momento in cui questa mole di informazioni dovesse diventare davvero grande, a fare la differenza sarà probabilmente la capacità di ricercare, selezionare, analizzare, collegare e, infine, restituire i dati in modo leggibile ad un pubblico più vasto. Per questo Agorà Digitale, l’Associazione di Giornalismo Investigativo e Radio Radicale organizzano il primo corso di alta formazione in Open Data Journalism, che partirà a febbraio.

Leggi tutto

“I(n)stat View”: filosofia open per “mappare” i dati Istat

Visualizzare i dati su una mappa può aiutare a decifrare informazioni altrimenti di difficile comprensione per i non addetti ai lavori. “I(n)stat View”, un progetto lanciato a dicembre scorso, sperimenta questo approccio con i dati contenuti nelle statistiche dell’Istat.

Leggi tutto