Cerca: internet of things

Risultati 1 - 10 di 15

Risultati

  • Cod. co.44
  • 28/05/2015
  • 16:30 - 18:00

“Think Digi Tank” Strumenti digitali per la ricerca politico-culturale

  • Cod. co.03
  • 27/05/2015
  • 14:30 - 16:00

Internet Governance

in collaborazione con AgID
  • Cod. fc.04
  • 27/05/2015
  • 10:00 - 11:30

L’innovazione digitale delle Utility per lo sviluppo delle Smart City

  • In collaborazione con: Logo Telecom Italia Digital Solution
  • Cod. co.14
  • 26/05/2015
  • 14:30 - 16:00

Data driven decision: aumentare la capacità decisionale grazie alla disponibilità e all'interpretazione dei dati

  • Sponsorizzato da:

L’intelligenza si sposta dagli oggetti alle reti: IOT e smart city a #FPA2015

Smart city, internet delle cose ed utility. Questi i tre elementi alla base dell’evento organizzato in maniera congiunta il 27 maggio prossimo dall’Osservatorio Innovazione digitale nelle Utility e dall’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano nell’ambito di FORUM PA 2015.

Leggi tutto

Come l’informazione che produciamo si può trasformare in servizio - ON LINE GLI ATTI

Pubblicati i materiali presentati dai relatori intervenuti il 23 marzo al webinar organizzato da FORUM PA, in collaborazione con HP e Intel, e dedicato all'internet delle cose e al data driven decision.

Leggi tutto

Intervento di Michelangelo Marchesi

È importante per l’amministratore parlare di “città connessa” ma ben oltre il mero approccio tecnologico, attraverso obbiettivi ben definiti interessanti per il cittadino. Bisogna quindi partire da una definizione di smart city, articolata e complessa. Trento si è caratterizzata soprattutto sulla vocazione al  benessere, alla governance e alla qualità della vita, ragione per cui è entrata nell’ambito delle città laboratorio internazionale dell’IEEE.

Il paradigma ArdOmino: uno strumento per la diffusione di informazione contestuale dei dati di reti di sensori in ambito urbano

I sensori ci mettono a disposizione una grande quantità di dati potenzialmente utili per il governo della città. Il meccanismo con cui i sensori raccolgono dati e interagiscono, ma quando vengono resi pubblici ci si dovrebbe chiedere se il livello di informazione è veramente rilevante per tutti: il compito della comunicazione non dovrebbe essere delegato. L’idea dell’ArdOmino è un sensore che vada oltre il dato e possa dare un’informazione in più, per esempio utilizzando delle frasi per comunicarla.

Smart city: costruire le piattaforme abilitanti per dare spazio a reti e servizi innovativi

La città senziente dovrebbe avere coscienza di sé, quindi disporre di tutte le informazioni su un’unica piattaforma in grado di catturarle, gestirle e proporle alla cittadinanza e all’amministrazione. L’86% delle risorse vengono spese per il mantenimento dei sistemi e solo il 14% per i nuovi investimenti: questo sbilanciamento è dovuto sia all’obsolescenza delle infrastrutture ma anche dell’approccio a “silos” con un’eccessiva compartimentazione degli ambiti.

Intervento di Gabriele Falciasecca

Parlando del mondo ICT nella sua complessità non dovremmo dimenticare i pregressi che ci hanno instradati su questo percorso: acquisizione, elaborazione e comunicazione sono le 3 principali operazioni che gli esseri viventi integrano da sempre. Le macchine hanno cominciato solo una decina d’anni fa a farlo. È un’entità totalmente nuova quella che sta nascendo. Come confrontarsi con questa novità?