Cerca: smart city

Risultati 61 - 70 di 136

Risultati

Intervento di Matteo Zulianello

Il progetto REScoop nasce con il supporto della Commissione Europea nell’ambito di Intelligent Energy. Iniziato nel 2011 e in via di conclusione nel 2015, cerca di mettere i cittadini al centro della visione per il raggiungimento di una produzione energetica proveniente da fonti rinnovabili, con l’obbiettivo di ridurre del 20% i consumi entro il 2020. Partendo da una constatazione: anche le energie rinnovabili constatano una contrapposizione da parte della amministrazioni locali.

Strategie di sorveglianza dall'ospedale al territorio

Un approccio epidemiologico al problema porta un esempio dal passato: nel 1854 durante l’epidemia di colera che colpì Londra, il dott. Snow  tracciò una mappa della città riscontrando uno dei centri  dell’epidemia presso una fontana pubblica che, una volta chiusa, portò a un notevole miglioramento della situazione: un esempio di data-mining ante litteram. Oggi questo avviene attraverso una sorveglianza di flussi di informazioni.

Intervento di Nicola Sciumè

Il progetto di smart city più importante del mondo verrà realizzato entro l’anno prossimo per EXPO 2015: uno smart district evoluto, un quartiere completamente infrastrutturato su più livelli.

Intervento di Ugo Bonelli

Parlando di passaggio da ambito urbano ad ambito regionale, si racconta di un esempio di progettazione partecipata in Calabria, 5 laboratori nelle rispettive province, verso un percorso di integrazione reciproca. Con delle criticità riscontrate che permettono di riflettere anche su altri contesti: 1) frammentazione degli approcci 2) scarso dialogo tra aree urbane 3) eccessiva spinta alla verticalità delle politiche 4) carenza d’ingaggio della società civile 5) eccessiva focalizzazione sul tema del finanziamento.

Intervento di Francesco Molinari

In merito alla smart specialization su scala regionale ci sono spazi da esplorare nelle prospettive delle amministrazioni locali, in particolare in ambito normativo ci sono nuovi strumenti che permettono di immaginare un profondo rinnovamento del territorio.

progetto: Sa.L.Sa

Il progetto Sa.L.Sa. consiste in percorso, che si concluderà nel 2015, inclusivo di un’app con cui si accede alle informazioni di persone affette da vari gradi di disabilità, in un territorio come il Molise che è molto problematico per conformazione e stato di dissesto idrogeologico.

Intervento di Idoia Munoz

Nuovi approcci delle Regioni alla questione energetica e come convertire difficoltà in beni, prendendo il caso dei Paesi Baschi. GAIA, associazione delle aziende di elettronica e telecomunicazioni dei Paesi Baschi, ha avviato un caso di successo rispetto alla specializzazione smart di una regione.

Intervento di Averardo Orta

Il 95% delle strutture sanitarie sono accreditate, erogando un servizio pubblico di carattere generale. Le tecnologie svolgono un ruolo di integrazione tra realtà già esistenti.

Intervento di Enrico Sangiorgi

Dipartimento Marconi dell’Università di Bologna si occupa delle tecnologie per le fonti di energia rinnovabili. Nei prossimi anni le città avranno a disposizione nuovi strumenti per il risparmio energetico, partendo dalla centralità del concetto di smart grid.

Intervento di Luca Baldino

Il mondo delle tecnologie sanitarie spinge continuamente al cambiamento: la Sanità è uno degli ambiti che più si è trasformato negli ultimi anni. Cambia invece più lentamente il rapporto con cui i cittadini accedono ai servizi sanitari, benché gli ospedali, per esempio, non siano più quelli di 20 anni fa. Quando si parla di Sanità oggi, il grande salto è quindi culturale.