Cerca: Sanità, Governance, SSN

10 risultati

Risultati

Ricette di integrazione nell'Azienda ospedaliero-universitaria. Stefano Cencetti

 Cosa succede al modello di organizzazione dipartimentale quando viene calato nell’Azienda ospedaliero-universitaria? Le questioni si complicano, ma le opportunità si moltiplicano. Stefano Cencetti, dg AOU Modena, dopo aver presentato dati e proposte provenienti dal Tavolo di benchmarking costituito da 18 AA.OO.UU, espone la sua prospettiva, certo di una cosa: "il dipartimento può essere la sede dove realmente si esercita il governo clinico come gestione dei processi assistenziali, puntando a costruire dal basso gli strumenti da utilizzare”. Vediamo cosa significa per una AOU.

Leggi tutto

Azienda ospedaliero-universitaria: vincoli e opportunità dell’integrazione. I dati

Nelle Aziende Ospedaliero-Universitarie - AA.OO.UU alla sfida dell’integrazione assistenziale e organizzativa si aggiunge quella dell’integrazione funzionale: come integrare obiettivi e attività di assistenza, ricerca e didattica nei dipartimenti? La sfida è notevole. 18 AA.OO.UU, sotto la guida di Stefano Cencetti, dg AOU Modena, l’hanno raccolta. Primo passo: hanno costituito un Tavolo di benchmarking al fine di rilevare i limiti dell’assetto attuale. Secondo: hanno redatto proposte operative per cogliere appieno le opportunità dell’integrazione. I principali risultati della Ricerca, presentata lo scorso 11 dicembre a Roma.

Leggi tutto

Dipartimento in sanità: si può fare. L'analisi di Americo Cicchetti

Aprendo un workshop sul tema, Elio Guzzanti aveva spiegato perché il Dipartimento è funzionale alla mission del nostro SSN. Nella stessa occasione il prof. Cicchetti ha presentato lo studio pilota sull’analisi organizzativa dei dipartimenti, commissionato dal Siveas al suo gruppo di lavoro. Quali gli spunti principali? Insomma, questo Dipartimento si può fare? Se si, dove si intoppa? Su cosa e come lavorare per accelerare l’integrazione decisionale, organizzativa e professionale che il Dipartimento postula, per vederlo realizzato dopo ben 37 anni?

Leggi tutto

Elio Guzzanti, il Dipartimento in Sanità e l'interdipendenza organizzata

Sono trent'anni che si parla di Dipartimento* nell’organizzazione del nostro SSN. Perché non decolla? E’ un modello da rivedere o finalmente da sposare in pieno? Lo abbiamo chiesto innanzitutto al “padre” del Dipartimento in sanità, Elio Guzzanti, che ci ricorda la semplice eppure rigorosa logica che spinge l’organizzazione del SSN verso questo modello. Non mancano i punti critici, su cui però Guzzanti si dice fiducioso. “Dopo 37 anni di lavori, la creatura sta finalmente venendo alla luce”.

Leggi tutto

Dal concetto di sanità a quello di salute: ecco come è cambiata la sanità in Italia

Nel corso degli ultimi 16 anni la sanità in Italia ha subito novetoli cambiamenti. Tante le riforme che si sono succedute dal 1992 all'ultima, il Nuovo Patto per la Salute. Iadicicco ci spiega come si è passati dal concetto di sanità al concetto di salute includendo in esso gli aspetti legati alla sfera sociale del Paese.

Sanità e Regioni

Dal 1992 ad oggi quale è stato il percorso delle Regioni nella sanità? Le regioni hanno contribuito, nel corso del tempo, a realizzare quelle riforme necessarie e portare avanti e sostenere l'universalità del SSN.

Come è cambiata la sanità

Carlo Mochi Sismondi introduce l'incontro sul testo di Franco Toniolo, "Sanità e regioni. Dalla riforma "bis" del 1992 al "Nuovo Patto per la salute 2006-2008", un excursus sulla sanità e sui cambiamenti subiti nel corso degli anni.

SSN: questioni sollevate a Bologna in occasione del 30° anniversario

Un nuovo Patto per la sanità di respiro triennale e nuove sfide su cui lavorare. Sono alcuni dei punti toccati dal presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani durante la tavola rotonda al termine del convegno sui trent’anni del Servizio sanitario nazionale, che si è tenuto a Bologna, a cui è intervenuto il sottosegretario al lavoro, alla salute e alle politiche Sociali  Ferruccio Fazio.  

Leggi tutto

SSN: un trentenne in cerca di identità - Andrea Tardiola

Seguendo la tendenza sociologica in atto, il SSN giunto alla soglia dei 30 anni vive una crisi di identità. Tra ispirazione universalistica e limitazioni di fatto nell'accesso alle cure, tra impianto pubblico e processi di aziendalizzazione, la sanità italiana lavora verso una sintesi che tenga conto delle grandi opportunità e delle criticità esistenti in un sistema sostanzialmente regionale.

Leggi tutto

Federsanità e l'Osservatorio: le buone pratiche che diventano prassi nella sanità

Enzo Chilelli commenta l’iniziativa dell’Osservatorio e fa un quadro generale sul ruolo di Federsanità. Tra gli obiettivi principali, per i quali l’Osservatorio può giocare un ruolo importante, vi è quello di mettere a sistema e rendere prassi tutte le buone pratiche che esistono in sanità; questo potrà essere utile anche nell’ottica di un ammodernamento reale del sistema sanitario.