Cerca: Sanità, Governance, Atti FORUM PA 2007

5 risultati

Risultati

Il ruolo di Confindustria per un sistema sanitario migliore

Riccardo Fatarella, invitato da Giorgio Banchieri ad intervenire sull’argomento, spiega quale ruolo può avere Confindustria e quale contributo può dare per migliorare il sistema sanitario partendo dal mettere insieme le esperienze sia del settore pubblico che di quello privato. Secondo Fatarella è necessario partire non solo dalle buone pratiche ma anche dai fallimenti dei processi in sanità.

Federsanità e l'Osservatorio: le buone pratiche che diventano prassi nella sanità

Enzo Chilelli commenta l’iniziativa dell’Osservatorio e fa un quadro generale sul ruolo di Federsanità. Tra gli obiettivi principali, per i quali l’Osservatorio può giocare un ruolo importante, vi è quello di mettere a sistema e rendere prassi tutte le buone pratiche che esistono in sanità; questo potrà essere utile anche nell’ottica di un ammodernamento reale del sistema sanitario.

Il portale www.osservatoriosanita.it: modalità e funzionalità

Marco Battisti presenta il portale www.osservatoriosanita.it da un punto di vista tecnico e pratico mostrando le varie funzionalità tra cui il motore di ricerca che rappresenta la novità e l’elemento centrale del sito.

Il progetto di www.osservatoriosanita.it

Giorgio Banchieri presenta il portale www.osservatoriosanita.it il cui obiettivo primo è quello di dare una maggiore visibilità, sia a livello nazionale che internazionale, a tutte le buone esperienze che vengono fatte in sanità in Italia dalle Aziende sanitarie raccogliendo i progetti e mettendoli a disposizione dei ricercatori e del pubblico. Tutte le best practice vengono raccolte in un data base suddiviso in tre macroaree: gestionale, clinica e cure primarie e territorio.

Leggi tutto

La Fiaso e l'Osservatorio

Angelo Tanese offre il punto di vista di Fiaso e il ruolo che potrebbe ricoprire quale possibile partner dell’iniziativa. In particolare Tanese evidenzia il duplice valore del progetto: da una parte l’importanza di avere a disposizione una banca dati contenente un numero elevato di buone pratiche, dall’altro la dimensione di un sistema “aperto” che possa rafforzare il mondo della sanità.