Cerca: Sanità, Atti FORUM PA 2011

Risultati 31 - 40 di 72

Risultati

La figura del direttore generale nelle aziende sanitarie

Angelo Lino del Favero introduce il convegno facendo il punto sulla figura del direttore generale nelle aziende sanitarie,  sui suoi compiti e sulla sua evoluzione nel corso degli anni a partire dalla sua introduzione del 1991. In sintesi si può dire che la macro-sfida dell’aziendalizzazione sia stata vinta, con una forte trasformazione del Servizio Sanitario Nazionale,  passato da una gestione “politca” ad una realmente manageriale, e lo sviluppo di una serie di casi di eccellenza diffusi a macchia di leopardo su tutto il territorio nazionale.

Leggi tutto

Un’analisi comparativa dei provvedimenti regionali sul tema del trattamento economico della dirigenza sanitaria

Vania Carignani nel suo intervento presenta i risultati di una ricerca sulle aziende aderenti a Federsanità relativa al trattamento economico dei direttori generali delle aziende sanitarie su base regionale. La rilevazione ha analizzato sia il salario base che quello accessorio. La situazione è assolutamente eterogenea, nonostante esistano norme di livello nazionale che forniscano indicazioni abbastanza chiare, come la legge 133 del 2008.

Leggi tutto

Realizzazione del "carrello mono-intervento" per la riduzione del rischio clinico

 

Leggi tutto

La metodologia Six Sigma

 

Egidio Cascini presenta il metodo Six Sigma che alcune Aziende Sanitarie stanno iniziando a sperimentare grazie alla collaborazione con Eli Lilly italia. Six Sigma è un percorso unico nel fornire, oltre ai principi, anche i metodi per arrivare alla riduzione degli errori e dei conseguenti sprechi nelle organizzazioni complesse e nei sistemi aziendali. L’articolata trattazione di Cascini procede per esempi pratici fino ad arrivare a dimostrare come Six Sigma aiuti ad “accendere le stelle per individuare la meta e guidare la nave nel buio della notte”.

Principi di base della partnership pubblico/privato in sanità

 

Leggi tutto

Il contributo di Eli Lilly Italia per la riduzione delle liste d'attesa in radiologia oncologica presso l’ULSS 3 di Bassano del Grappa

 

Vincenzo Ricchio illustra le azioni intraprese da Ely Lilly per la realizzazione del progetto descritto dal DG Valerio Alberti.

Il miglioramento continuo in sanità

 

Monchiero definisce ironicamente il mondo sanitario come fatto da “incompresi cronici” perché nonostante i tagli e le campagne mediatiche, la sanità in Italia funziona complessivamente bene. Ciò non toglie – continua – che bisogna migliorare continuamente i servizi offerti all’utente e bisogna anche saper comunicare esperienze come quelle presentate nel corso del convegno: pratiche virtuose di reingegnerizzazione dei processi rese possibili anche grazie alla partnership tra soggetti pubblici e soggetti privati, come in questo caso Eli Lilly Italia.

L’innovazione in sanità come volano per lo sviluppo

 

La Sanità pubblica è una delle prime industria del Paese; risulta chiaro come essa possa diventare un fattore di sviluppo e non rimanere solo una voce di spesa. Ma perché – si chiede Fassari – quando si ragiona di grandi piani delle infrastrutture la Sanità non entra mai dalla porta principale? C’è bisogno, continua, di comunicare meglio iniziative - come quelle presentate nel convegno - in cui aziende pubbliche e private si mettono insieme per realizzare un miglioramento dei servizi riducendo contemporaneamente i costi.

I professional nella sanità più manager che operatori.

Al momento attuale la carriera dei professionisti operanti nella sanità è più incentrata sulle funzioni manageriali piuttosto che sanitarie, aspetto che non viene messo abbastanza in risalto nei contratti, per cui si registra un disagio che si vuole approfondire.

Leggi tutto

La riforma Brunetta e la sanità: il punto di vista della Cisl

La riforma Brunetta tenta di ottimizzare il servizio pubblico, sburocratizzandolo e rendendolo più vicino ai bisogni dei cittadini, con il comparto sanitario a fare da punta avanzata della sperimentazione in quanto il diritto alla salute è un bisogno primario. Ne è convinta Daniela Volpato, rappresentante della sezione Funzione Pubblica della Cisl, che sottolinea come l'evoluzione dei modelli organizzativi sia molto più impellente nella sanità che in altri comparti.

Leggi tutto