Cerca: mercato del lavoro

Risultati 21 - 30 di 35

Risultati

Gli ostacoli all’inserimento dei giovani nella Pubblica Amministrazione

Roberto Americioni racconta la sua esperienza ed il suo percorso lavorativo all’interno della Pubblica Amministrazione. Gli ostacoli all’inserimento dei giovani nel settore pubblico hanno diverse cause. In Italia, a differenza di altri Paesi europei, esiste una mentalità che esclude a priori la possibilità che un giovane sia all’altezza di ricoprire ruoli dirigenziali. Il blocco delle assunzioni e l’esternalizzazione di alcuni servizi, inoltre, hanno portato ad un irrigidimento organizzativo, creando la classe degli ipergarantiti e quella dei flessibili.Leggi tutto

Presentazione del Premio TESI PA di Lattanzio e Associati

Valerio Torda racconta la propria esperienza di inserimento nel mondo del lavoro e sottolinea la necessità che i giovani non ragionino nell’ottica del posto fisso, ma in una prospettiva di crescita continua e di accrescimento del proprio bagaglio di esperienze. Il Relatore presenta, quindi, il Premio TESI PA, organizzato dalla società di consulenza Lattanzio e Associati. L’iniziativa intende favorire la ricerca e lo sviluppo di know-how su temi di frontiera per il cambiamento nella PA. Alla prima edizione hanno partecipato 136 candidati provenienti da 18 Regioni e 60 Province.

Le opportunità di inserimento dei giovani laureati nella Pubblica Amministrazione

Ezio Lattanzio presenta l’incontro sul tema dell’inserimento dei giovani laureati nel mondo del lavoro e, in particolare, nella Pubblica Amministrazione, evidenziando come le questioni legate alla meritocrazia e all’età media elevata dei dipendenti pubblici debba essere al centro di una riforma della PA . Il Relatore introduce i temi del dibattito che riguardano la condizione dei precari, la possibilità di una loro stabilizzazione, la formazione universitaria in rapporto alla domanda, i concorsi pubblici e l’inserimento attraverso lo strumento dello stage.

Commenti all’indagine: “Autonomie locali e competitività del sistema paese. Scenario al 2013”

Per Marco Zanotelli la ricerca “Autonomie locali e competitività del sistema paese. Scenario al 2013” appare cauta ed attendista: se, tra sei anni, le previsioni del panel si rivelassero esatte, significherebbe che il Sistema Paese non è riuscito a colmare le lacune attuali nei settori nevralgici. Particolare importanza ha il focus della ricerca sul valore del “contesto”, che mette in luce come in Italia esista ormai uno sviluppo a due velocità, quella del sistema nazionale e quella del sistema locale.Leggi tutto

Le forze armate di donne: quando le pari opportunità diventano una risorsa per il Paese

Rosa Vinciguerra sottolinea la scelta delle Forze Armate di aprirsi al mercato delle donne. Ritieneche le donne abbiano portato un’iniezione di innovazione organizzativa nelle forze armate e nella cultura della Difesa. Vinciguerra sostiene che la creazione del reparto Risorse Organizzative e Comunicazione, in cui sono state introdotte figure femminili, è stata funzionale al miglioramento della vita del personale e delle famiglie dei militari.

Leggi tutto

Le priorità per le risorse umane nel Quadro Strategico Nazionale di Riferimento

Valentina Curzi sottolinea che nell’ambito del Quadro Strategico Nazionale di riferimento occorre perseguire quattro macrobiettivi: sviluppare i circuiti della conoscenza; accrescere la qualità della vita, la sicurezza e l’inclusione sociale nei territori; potenziare la filiera produttiva, i servizi e la concorrenza; internazionalizzare e modernizzare l’economia, la società e le amministrazioni. Descrive le aree di intervento per la valorizzazione delle risorse umane. Sottolinea l’importanza delle misure di conciliazione.

Quando e come sarà possibile parlare di una leadership al femminile?

Eugenio Occorso introduce il tema della giornata: un viaggio attraverso quella parte del mondo femminile che è riuscito ad affermarsi attraverso iniziative di imprenditoria o nel mondo della pubblica amministrazione. Il fil rouge della giornata tesse una sola grande domanda: quando e come sarà possibile parlare di una leadership al femminile?

Divide di genere: una questione aperta

Marisa Ferrari Occhionero spiega cosa si intende per divide di genere o gender divide. Illustra come il gender, a differenza del sesso, sia una costruzione sociale che si manifesta in tutti gli ambiti della società. Ferrari sottolinea come il mercato del lavoro sia ancora poco orientato a rispondere alle esigenze delle donne ed evidenzia alcuni dei fattori che ne penalizzano l’ inserimento. Descrive i modesti segnali di cambiamento rispetto a questo trend. Aggiunge che le donne sembrano rifiutare i paradigmi maschile del potere, ad esso preferiscono altri valori.

Leggi tutto

La politica per la tutela del patrimonio forestale e l’economia dell’arredo in legno

Maurizio Magni ribadisce la frammentazione del sistema istituzionale intorno alle politiche per la gestione del patrimonio forestale. Riporta i dati relativi all’occupazione degli associati Federlegno-Arredo e sottolinea la leadership mondiale dell’Italia per l’esportazione di mobili in legno. Auspica che attraverso il piano nazionale forestale il nostro Paese riesca a supplire ai deficit di materia prima che ora ne impongono l’importazione.Leggi tutto

La Field Service: un’azienda al femminile

Elisabetta Marini porta la testimonianza dell’azienda di cui è socia e coamministratrice, la Field Service, un’impresa tutta al femminile in cui si realizzano condizioni particolarmente favorevoli nei confronti del personale: 10 dipendenti donne a tempo indeterminato. Marini sostiene che il clima positivo generi grande spirito di appartenenza all’azienda e produca una conseguente stabilità lavorativa.

Leggi tutto