Cerca: Altro, protocollo informatico

10 risultati

Risultati

La Guardia di Finanza: nuove infrastrutture tecnologiche e esternalizzazioni dei servizi logistici

Maurizio Muscarà illustra l’articolato programma di rivisitazione dei processi e dei sistemi informativi intrapreso all’interno della Guardia di Finanza. Si tratta di soluzioni tecnologiche e organizzative che consentiranno di disporre di un’infrastruttura tecnologica integrata per le esigenze di formazione, gestione e trasmissione delle informazioni. Presenta il nuovo sistema che prevede un documento unico matricolare, un protocollo informatico, e uno strumento di raccolta della documentazione finalizzato all’attività di analisi ed intelligence.Leggi tutto

Il comune di Anzola e la realizzazione del protocollo informatico: il back-office e le sue problematiche

Patrizia Saggini ha curato nell’ambito del progetto DocArea la realizzazione del protocollo informatico. Si tratta di un’attività che attiene alla gestione del back-office e ha un forte impatto tecnologico e organizzativo. Le leve organizzative in questione sono: l’analisi dei procedimenti, il titolario per la classificazione dei documenti e il manuale di gestione. Sono tutti strumenti di natura archivistica che non appartengono alla cultura degli operatori per cui sulle difficoltà organizzative intrinseche si innestano deficit culturali.Leggi tutto

Il processo di informatizzazione dei registri

Dal 2003 il Ministero del Lavoro si è dotato di un sistema di protocollazione automatica che è stato esteso via via dagli uffici centrali a quelli periferici; ciò che però ancora manca è un sistema di gestione dei documenti. Leggi tutto

Il caso dello sviluppo del protocollo informatico dell’esercito

Scarlata illustra le problematiche affrontate in sede all’esercito per organizzare l’applicazione del protocollo informatico, a partire dalla creazione di aree organizzative omogenee, basate, almeno inizialmente sulla rete locale. Il primo passo di questa operazione stata la individuazione di una serie di aree organizzative omogenee, dotate di una base archivistica comune.Leggi tutto

Condizioni e monitoraggio dell’outsourcing nella gestione documentale: il caso del Ministero per i beni e le attività culturali

Giovanna Tosatti sottolinea la “volubilità” dell’assetto istituzionale interno al Ministero che, assieme alla sua complessità organizzativa, rende complicata l’adozione di un protocollo informatico. Tosatti spiega i motivi che hanno portato ad una scelta di outsourcing completa e le fasi operative del progetto ESPI partito nel 1998. Aggiunge che il progetto è coordinato da un gruppo di lavoro in cui sono rappresentate tutte le direzioni generali. Tosatti descrive il livello e il contenuto di outsourcing, i costi e le criticità di ESPI.

Governance e monitoraggio integrato dei progetti e dei servizi di protocollo informatico e gestione documentale

Maria Pia Giovannini illustra le finalità del centro di competenza per il protocollo informatico e la gestione documentale del CNIPA e spiega la metodologia e gli indicatori utilizzati. Aggiunge che l’attività di monitoraggio è affiancata dalla rilevazione dello stato di attuazione del protocollo informatico e della gestione documentale. Entrambi sono ritenuti strumenti di supporto e non di controllo delle amministrazioni. Offre un quadro dei dati analizzati da cui si evince lentezza nell’adozione dei documenti elettronici da parte della PA.Leggi tutto

La diffusione del protocollo informatico nel Ministero della Pubblica Istruzione: aspetti di governance

Paolo De Santis illustra le linee guida del progetto del Ministero della Pubblica Istruzione per la diffusione del protocollo informatico e la gestione documentale. Spiega che l’amministrazione ha scelto di aderire al servizio ASP curato dal Cnipa. De Santis offre un panorama degli uffici interessati e degli obiettivi preventivati. Illustra la governance del processo le principali azioni da intraprendere, o già adottate, per far sì che questo si realizzi in maniera efficace. Sono previste, aggiunge, procedure di monitoraggio del livello di soddisfazione e del grado di utilizzo del servizio.Leggi tutto

Dematerializzare la carta o i progetti?

De Marcus analizza il mondo della dematerializzazione visto dalla parte di un fornitore. Appare ovvio oggi che la strada intrapresa porterà ad una progressiva perdita di consistenza degli archivi fisici della PA e ad un progressivo incremento della gestione documentaria informatizzata. Il processo di Conservazione dei Documenti va ad inserirsi all’interno della Smaterializzazione dei processi, che è finalizzato a preservare un documento informatico nel tempo garantendo contemporaneamente la sua integrità, autenticità e accessibilità, senza produrre carta.

L’esperienza del Centro di competenza per il protocollo informatico e la gestione documentale del CNIPA

Maria Pia Giovannini affronta la complessità del dibattito attraverso l’esperienza del Centro di competenza per il protocollo informatico e la gestione documentale del CNIPA, una struttura che opera da diversi anni affiancando le amministrazioni nei processi di digitalizzazione dei documenti. Leggi tutto

L’ICT nel sistema della Giustizia

L’efficienza della Giustizia è un tema molto complesso; oggi c’è bisogno di cultura del cambiamento inteso quale strumento in grado di generare maggiore fiducia da parte dei cittadini nel sistema della Giustizia e nel principio di legalità. L’applicazione dell’ICT insieme al cambiamento organizzativo, alla semplificazione normativa e ad un investimento sulle risorse umane di tipo formativo, sono le componenti di una strategia multilivello che, per quanto riguarda il sistema giustizia, rappresenta l’unica strada percorribile.Leggi tutto