Cerca: Altro, Efficienza, formazione

10 risultati

Risultati

263 Master, 276 Officine PA: la formazione negli stand di FORUM PA 2011

Chi ci segue da qualche anno, ormai sa che FORUM PA non è solo convegni. Cresce infatti l’offerta formativa gratuita tra gli stand del FORUM PA, attraverso i Master e le Officine PA organizzate dagli espositori e cresce l’interesse dei partecipanti che sempre più numerosi sui temi di interesse vengono ad “imparare” da chi ha competenze tecniche e consolidate e da chi ha già trovato soluzioni.

Leggi tutto

Un centro servizi per il digitale a Torrevecchia Teatina

Maurizio Preziuso presenta Udanet e l’attività di gestione dell’infrastruttura telematica nell’ambito dell’e-learning svolta all’interno dell’Università Telematica “Leonardo Da Vinci” dal un punto di vista tecnico e funzionale.

Stato dell'arte e prospettive del Digitale Terrestre. Presentazione del convegno

Andrea Michelozzi introduce il convegno “Tv Digitale: transizione, sviluppo, formazione ed esperienze” e presenta lo scenario e gli argomenti che saranno trattati nell’incontro. Michelozzi, in un dibattito aperto a seguito di domande da parte del pubblico e di alcuni relatori, interviene su argomenti relativi alle potenzialità del digitale terrestre, alla formazione universitaria (T-learning) e sul ruolo del CNIPA.

Il percorso di cambiamento del distretto socio sanitario dell’Azienda Sanitaria n°7 di Catanzaro

Il percorso di innovazione e di ricerca della qualità attraverso una rimodulazione organizzativa, sostiene Rocca, parte nel 2003, ma subisce una spinta significativa nel 2006 attraverso l’utilizzo della formazione e, con la partnership dell’azienda USL di Reggio Emilia, l’applicazione di un metodo organizzativo per processi. Si è passati, quindi, da una cultura dell’agire per competenze incentrata sull’autoreferenzialità, ad una cultura dell’agire per processi, dove il cittadino riveste un ruolo centrale.

Il modello di Formazione

Il primo breve intervento di Walter Gatti è incentrato sull’utilità della formazione e dell’e-learning nella TV Digitale e sul senso del T-Learning nei processi formativi universitari. Walter Gatti, nel secondo intervento, presenta la K Communication e la sua attività e i progetti realizzati di T- Learning con particolare attenzione agli aspetti formativi sulla piattaforma del Digitale Terrestre e all’elemento di interattività che trasforma l’utente da passivo ad attivo.

Progettazione di un sistema di workflow documentale a supporto delle attività di accreditamento del centro regionale ECM

Maria Teresa Manoni descrive gli obiettivi del centro regionale per l’Educazione Continua in Medicina (ecm) nato per gestire l’accreditamento delle attività formative realizzate da soggetti pubblici e privati. Manoni illustra le attività e le procedure del centro. Presenta un progetto finanziato del Ministero della Salute per la creazione di un’anagrafe nazionale attraverso il consorzio Cogeaps. Aggiunge che il centro regionale ecm consente di avanzare le procedure per via telematica da parte di ogni utente.Leggi tutto

L’esperienza di Microsoft Italia nella promozione della cultura tecnologica

Stiamo assistendo, oggi, ad una profonda trasformazione dal punto di vista sociale che ha come denominatore comune la tecnologia. Se pensiamo alla comunicazione con strumenti di messanging, al processo di pubblicazioni di idee tramite blog possiamo vedere come il fenomeno stia cambiando le attività sociali. La scuola, in qualità di sottosistema, si è ambientata in questa realtà sociale, anche se, ancora oggi, non si è diffusa quella tecnologia che permette di supportare la conoscenza nelle forme più avanzate a disposizione.Leggi tutto

Organizzazione e gestione delle emergenze nei luoghi di lavoro della Pubblica Amministrazione

Maccarone affronta il tema della gestione delle prove d’evacuazione effettuate nella Provincia di Brescia, con l’intento di dimostrare come gli obblighi previsti dalla legge 626 possano essere ben ottemperati attraverso il coinvolgimento totale degli interessati. Una buona gestione delle emergenze può aversi soltanto attraverso l’adozione di corrette misure gestionali che garantiscano i processi di pianificazione che nascono anche attraverso le esercitazioni antincendio che simulano il possibile scenario di crisi.

L’attività del PMI

Vi è una differenza sostanziale tra standard e applicazione: lo standard è la filosofia che sta dietro l’applicazione, afferma Annamaria Felici. Il PMI lavora sulla realizzazione degli standard e attualmente è impegnato sul nuovo release del PMBOK del 2008, sullo standard di program management, quello di portfolio management, lo standard dei modelli di maturità, il PM3 che, rispetto al CMMI, è ampliato a livello mondiale, e sui modelli di competenze.Leggi tutto

L'e-learning collaborativo per la formazione dei dirigenti

La riforma della PA è una sfida complessa che richiede un’azione contemporanea su tutte le leve possibili, afferma Antonella Pizzaleo. L’aspetto normativo è di certo evoluto, ma purtroppo le leggi sono largamente disattese. Con il ddl in materia di Pubblica Amministrazione, il Ministro Nicolais sta cercando di responsabilizzare i dirigenti, ancorando la retribuzione accessoria al raggiungimento del risultato.Leggi tutto