Cerca: legge 180

4 risultati

Risultati

La legge 180 e la rivoluzione della psichiatria di comunità.

La 180 è stata una legge rivoluzionaria, la più radicale dell'Occidente, che ha cambiato un mondo, interrompendo da un giorno all'altro le degenze negli ospedali psichiatrici a favore dei servizi integrativi, spostando l'asse sul concetto di comunità e inserendo l'ambito della salute mentale nel Servizio Sanitario Nazionale. Così la pensa Angelo Fioritti rispetto al dibattito sulla 180 come riforma riuscita o mancata, di certo lui non cambierebbe la psichiatra di oggi con quella di 30 anni fa

Leggi tutto

Salute mentale, una legge nuova in una cultura vecchia.

Josè Mannu introduce il tema del convegno, spiegando che cosa si intende per legge ancora nuova in una cultura vecchia. La 180 è una legge ancora nuova perché è decaduta subito, confluendo solo un mese dopo la sua promulgazione nella riforma sanitaria 833 con cui fu istituito il SSN e perché in questo modo il tema della salute mentale divenne competenza del ministero della Salute, mentre prima i manicomi venivano gestiti a livello provinciale.

Leggi tutto

Fondazione di Liegro, costruiamo una rete contro il disagio mentale.

Luigina Di Liegro presenta le attività della Fondazione Di Liegro, intitolata allo zio don Luigi Di Liegro, fondatore della Caritas diocesana, e creata nel '97 subito dopo la sua morte. Riconosciuta come onlus nel 2000, da allora, soprattutto con l'aiuto dei volontari, si occupa di tematiche legate ad emarginazione, solidarietà, partecipazione civica. Per la prima volta a FORUM PA, grazie alla fondazione, viene affrontato il tema della salute mentale, tema esplosivo e dal costo sociale molto gravoso.

Leggi tutto

Salute mentale, necessaria terapia basata sulla relazione.

Gianluigi Di Cesare dichiara che la 180 non solo è una legge nuova, ma anche semplice, nell'affermazione stessa che malato e curante psichiatrico sono un malato ed un curante come gli altri. Dalla modifica del loro statuto deriva un'operazione straordinaria, per cui la relazione tra i due va articolata in modo diverso, secondo una logica di comunicazione ed inclusione e non più di esclusione. Da qui una nuova organizzazione dell'intervento, quella dei dipartimenti di salute mentale.

Leggi tutto