Cerca: Lavoro e welfare, inclusione

10 risultati

Risultati

  • Cod. lab.100
  • 20/05/2010
  • 12:00 - 13:50
  • Padiglione 7
  • Stand 4A

Quando la diversità è valore

L'Officina si terrà presso lo stand "Casa del Welfare" nella Sala Comune

Verso una visione integrata del welfare

Il Presidente Mastrapasqua sottolinea l’importanza dell’approccio globale del libro bianco, dove per la prima volta la previdenza, la salute, l’assistenza, l’inclusione, la formazione, la produzione e la ricchezza vengono insieme valutate e studiate. All’interno della cornice lì delineata, dentro la quale si ritiene e si auspica che l’Italia si muova, Mastrapasqua sostiene la necessità di impegnarsi in una giusta educazione al welfare perché – dice – noi trasformiamo le risorse in prestazioni ma raramente trasformiamo le risorse e le prestazioni in un’azione preventiva.

Presentazione del libro bianco

Il Ministro Sacconi presenta il libro bianco “La vita buona nella società attiva” fornendone alcune chiavi di lettura. Quella che chiama la sua rivoluzione conservatrice è incentrata sul motto “omnium rerum mensura homo”: tutto l’impianto si basa sulla centralità della persona in sé e nelle sue fondamentali proiezioni relazionali. L’obbiettivo è quello di modificare un modello sociale rivelatosi di carattere risarcitorio e viziato da un intervento largamente successivo per giungere ad un nuovo modello che permetta di lavorare a monte della formazione del bisogno.

Il nuovo modello di welfare per un cittadino non più solo

Gianni Alemanno esprime vivo apprezzamento per il libro bianco sostenendo che è la prima volta che un’autorità governativa evidenzia il fatto che la modernizzazione non può discendere semplicemente da elementi di aggiustamento tecnico ma deve discendere da una scelta di valori. Lo sforzo di non considerare l’individuo come un soggetto a se stante ma di prenderlo in considerazione all’interno del sistema di relazioni dentro cui si trova è per Alemanno un passo importantissimo.Leggi tutto
  • Cod. L.1
  • 13/05/2009
  • 15:00 - 18:00

Uniamo le forze: le risposte degli Enti locali alle famiglie e alle imprese colpite dalla crisi

  • Cod. L.2
  • 12/05/2009
  • 15:00 - 18:00

L’impegno della PA per l’inclusione delle categorie deboli attraverso tecnologie innovative

(in collaborazione con ASPHI)
  • Cod. lab.223
  • 13/05/2009
  • 10:30 - 11:30

I servizi per il collocamento mirato tra obbligo e opportunità

In collaborazione con ISFOL

Enti locali: partecipazione, rendicontazione, inclusione

Lo stato delle relazioni tra amministratori e cittadini, evidenziato anche dai risultati delle elezioni di aprile, necessita di riflessione e di nuova energia. La Carta di Belluno, sottoscritta il 21 gennaio tra Legautonomie e Forum PA, può essere lo strumento che consente di avviare la riflessione e ridare vitalità ai rapporti degli enti pubblici con i propri cittadini.Leggi tutto

Opere pubbliche tra Nimby e Pimby

L'esperienza francese mostra che è possibile (e vantaggioso) fare il contrario di quello che si è fatto finora in Italia: aprire un dibattito pubblico precoce sui progetti delle opere pubbliche.

Progetti per l'integrazione dei dipendenti Inail disabili

Il progetto mira a realizzare - mediante ausili tecnologici personalizzati - l'integrazione di tutti i dipendenti disabili nel proprio contesto lavorativo e sociale rendendoli totalmente autonomi nell'utilizzo di servizi e strumentazioni anche rispetto all'acquisizione di notizie ed informazioni utili nell'ambito della vita lavorativa e di relazione.