Cerca: Lavoro e welfare, Atti FORUM PA 2007

Risultati 61 - 66 di 66

Risultati

I fondi tematici ed il P.O.R.E., Progetto Opportunità delle Regioni in Europa

Paolo Zocchi racconta come il Ministro per gli Affari Regionali, Linda Lanzillotta, abbia deciso di utilizzare il P.O.R.E., Progetto Opportunità delle Regioni in Europa, per fornire un supporto a Regioni ed Enti Locali nella relazione con l’Unione Europea su alcuni temi particolari come i fondi tematici. Il Relatore spiega la differenza tra i fondi strutturali ed i fondi tematici e sottolinea come questi ultimi richiedano iniziative progettuali che provengano dal basso e coinvolgano non solo strutture pubbliche, ma anche imprese ed università .Leggi tutto

Le attività svolte dalla sede della Regione Veneto a Bruxelles

Gianlorenzo Martini racconta come oggi tutte le Regioni abbiano a Bruxelles una propria sede e come le attività svolte dipendano dalla volontà del legislatore regionale. La Regione Veneto, in sede legislativa, ha dato un’interpretazione del tutto particolare delle funzioni e degli obiettivi che la propria sede ha il compito di perseguire. Tale struttura ha l’obiettivo di portare in Europa gli interessi collettivi della Regione, provenienti non soltanto dalle Amministrazioni degli Enti Locali, ma anche dalle associazioni di categoria, dai sindacati, dal mondo della cultura.Leggi tutto

Il punto di vista delle aziende farmaceutiche. Partenariato pubblico/privato per rilanciare il settore

Daniel Lapeyre presenta il pensiero delle aziende farmaceutiche relativamente alla visione di una sanità come motore di sviluppo per un paese. In passato, in Italia, il settore farmaceutico è stato sempre visto come semplice fornitore e come produttore di costi e mai come risorsa o partner con cui affrontare le problematiche della popolazione; negli altri paesi la situazione che si presenta è decisamente differente.Leggi tutto

La competizione in sanità come fattore di sviluppo di un Paese.

Franco Bonanno presenta il punto di vista dell’AIOP sottolineando quanto il concetto espresso dal Ministro e ripreso nel Piano sanitario nazionale di una sanità come volano per lo sviluppo del paese sia un tema già proposto a fine anni novanta dall’AIOP nella Commissione Sanità di Confindustria. Particolare attenzione suscita la questione della competizione come punto di partenza per la crescita del paese e il ruolo delle Regioni. Bonanno affronta inoltre il rapporto che intercorre tra pubblico e privato riportando l’esperienza della Regione Molise. Leggi tutto

Importanza e complessità della riforma della Carta delle Autonomie

Per Orazio Ciliberti il tema del convegno è estremamente attuale, non solo perché è all’esame del parlamento la legge delega da cui la Carta delle Autonomie dovrà trarre origine, ma soprattutto perché la riforma avviene in momento del Paese nel quale il sistema della politica vive una crisi profonda. E’ auspicabile che tale riforma, proprio perché ormai gran parte delle risposte alle esigenze dei cittadini sono concentrate nelle funzioni dei territori, sia ampiamente condivisa dagli amministratori locali.Leggi tutto

La Carta delle Autonomie, asse prioritario del Dipartimento per gli Affari Regionali

Ferruccio Sepe sottolinea come la Carta delle Autonomie sia uno degli assi portanti dell’azione del Dipartimento per gli Affari Regionali nell’arco di questa legislatura. La Carta delle Autonomie, la riforma dei servizi pubblici locali ed il disegno di legge sulla riforma delle Conferenze completano il percorso che il Ministro sta portando avanti, in un quadro di condivisione e di cooperazione tra i diversi livelli di governo. Lo scopo è quello di costruire un sistema Paese più snello che, pur nelle sue differenze ed articolazioni, possa offrire servizi più efficienti ai cittadini.