Cerca: trasferimento tecnologico

Risultati 61 - 70 di 79

Risultati

Fare innovazione in Italia: un artigiano che si muove al buio

Negli Stati Uniti ed in Inghilterra è diventato la chiave per restare competitivi a livello globale, in Italia il trasferimento tecnologico è un processo ancora poco conosciuto e, soprattutto, privo di una regia chiara. Quali sono i temi sul tavolo? Quali le priorità? Ne parliamo con Alessandro Giari, presidente del Parco scientifico e tecnologico di Navacchio e dell'APSTI (Associazione dei Parchi Scientifici e Tecnologici Italiani), uno dei protagonisti nello zoom tematico Innovazione e trasferimento tecnologico a FORUM PA 2010.

Leggi tutto

Basilicata Innovazione: il "modello AREA Science Park" si sposta al sud

La struttura, inaugurata il 17 febbraio scorso a Potenza, è finanziata dalla Regione Basilicata e vede come partner AREA Science Park di Trieste, il primo parco scientifico e tecnologico italiano. Obiettivo, mettere in contatto imprese e ricercatori lucani e creare sul territorio una struttura stabile a sostegno della competitività, secondo un modello di innovazione già sperimentato con successo da AREA in Friuli Venezia Gulia. Paolo Cattapan, già dirigente del Servizio trasferimento tecnologico di AREA e oggi amministratore delegato di Innovation Factory per il progetto Basilicata Innovazione, ci spiega questo modello e i motivi di questa alleanza.

Leggi tutto

Trasferimento tecnologico un’opportunità per il Mezzogiorno

Rispetto alle due tappe precedenti, il FORUM DELL’INNOVAZIONE Mezzogiorno, ha dedicato ampio spazio alla discussione sul rapporto tra ricerca scientifica e sviluppo economico ed industriale di un territorio. Quali sono le prospettive che si aprono per il nostro paese in questo settore e quali gli ostacoli? 

Leggi tutto

Innovazione, dalla teoria alla pratica: l’esperienza del Parco Scientifico Galileo

Articolo del dossier Innovazione nel Nord Est

A una settimana dal FORUM DELL’INNOVAZIONE Nord Est torniamo a parlare di politiche per l’innovazione e del contributo che le eccellenze del territorio possono portare alla redazione di una strategia condivisa a livello nazionale. Lo facciamo con uno degli attori locali che ha partecipato al FORUM: Massimo Malaguti, Direttore Generale del Parco scientifico e tecnologico Galileo di Padova.

Leggi tutto

Il mediatore tecnologico: nuove professioni per valorizzare la ricerca

Un professionista in grado di far dialogare imprese e ricercatori, incrociando le esigenze di innovazione delle prime con le competenze scientifiche dei secondi. È il mediatore del trasferimento tecnologico, una nuova figura che potrebbe aiutare il nostro Paese a recuperare posizioni nella corsa all’innovazione. Stefano Ciccone, Direttore del Parco Scientifico Romano, ci spiega di cosa si tratta.

Leggi tutto

Mind in Italy: la Lombardia sostiene la ricerca contro la fuga dei cervelli

Bob under Glass

by Robert Fornal

Cnr e Regione Lombardia hanno presentato l'iniziativa Mind in Italy, pensata per offrire prospettive di lavoro ai migliori "cervelli" delle Università lombarde, e offrire nuove prospettive di lavoro ai laureati e diplomati di Istituti tecnici o scientifici superiori.

Leggi tutto

Inclusione sociale nella società dell’informazione

La e-inclusion è un importante obiettivo socio-economico degli sviluppi della ICT in Europa, il suo focus è la partecipazione di tutti gli individui e le comunità in tutti gli aspetti della società dell’informazione. Le politiche di e-inclusion, perciò, mirano a ridurre le differenze nell’uso dell’ICT e a promuovere il suo uso per abbattere l’esclusione e migliorare la situazione economica, le opportunità di lavoro, la qualità della vita, la partecipazione e la coesione sociale.

Leggi tutto

Università e proprietà industriale: trasferimento tecnologico e formazione.

Esiste un problema generale nell’economia della conoscenza che riguarda la protezione delle informazioni. L’esperienza di questi anni ci dice che l’informazione è un bene complicato e non bastano gli strumenti giuridici per un’adeguata protezione, servono strumenti tecnologici, DRM e misure organizzative dentro le imprese, nella PA, nelle università ecc. Stiamo andando verso la percezione dell’importanza della dimensione istituzionale della proprietà intellettuale.Leggi tutto

Distretti tecnologici: l’esperienza della Regione Lazio

Il settore delle Bioscienze riveste un’importanza strategica nell’economia del territorio laziale, in virtù di questo la Regione Lazio intende attivare una rete strutturata di rapporti e collaborazioni tecnico-scientifiche tra gli operatori della ricerca e il sistema delle imprese laziali, agevolando gli investimenti in infrastrutture tecnologiche e tecnico-scientifiche dedicate, con priorità per le collaborazioni tra pubblico e privato.Leggi tutto

Knowledge Clusters in Japan

Ludovico Ciferri ha illustrato come è stato impostato in Giappone lo sviluppo dell’iniziativa Knowledge Cluster: dal ruolo determinante della Science Technology, attraverso una descrizione più dettagliata di come si è sviluppata l’iniziativa, che in Giappone produce principalmente conoscenza, è giunto ad esaminare l’incisività del ruolo che hanno i cluster industriali.Leggi tutto