Cerca: lavoro pubblico

Risultati 21 - 30 di 38

Risultati

"Dipartimento Funzione Pubblica risponde" alle vostre domande a FORUM PA 2012

Avete dubbi e quesiti tecnici sulle novità legislative e regolamentari in materia di lavoro pubblico (mobilità, previdenza, reclutamento, organizzazione degli uffici e ruolo dei dirigenti), semplificazione e trasparenza? Potete inviare le vostre domande utilizzando lo spazio dedicato all'iniziativa "Dipartimento Funzione Pubblica risponde" su Google moderator.

Leggi tutto

Pubblico impiego: il chiaro e l’oscuro

 La 23^ edizione del FORUM PA, che si apre il 16 maggio alla Fiera di Roma e che vede come suo tema centrale il concetto di "Open Government", si situa in un momento molto delicato del complesso processo di riforma del lavoro pubblico.
Dopo l’incompiuta stagione della Riforma Brunetta e il contemporaneo congelamento della dinamica salariale, tre appaiono, a mio parere le questioni sul tavolo, tutte complesse e di non facile né immediata soluzione. Di tutte parleremo a FORUM PA e su tutte cercheremo di fare chiarezza, aiutati in questo anche dal Dipartimento della Funzione Pubblica che si è lodevolmente impegnato a gestire uno spazio interattivo per rispondere pubblicamente ai quesiti posti in diretta o anticipati tramite Internet. Il nemico principale in questo momento appare, infatti, l’ambiguità, la non chiarezza, il tenere i piedi in due staffe.

Leggi tutto

La PA di Patroni Griffi: ecco i programmi del governo per l’amministrazione pubblica

Forse sfuggita ai più perché tenuta in periodo “natalizio”, l’audizione del Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione in Parlamento è ricca di spunti interessanti e presenta, in forma chiara e immediatamente operabile, quel che il Governo e il Ministro si apprestano a fare nel campo dell’amministrazione pubblica. Ho letto con attenzione queste dense dieci pagine e ve ne ripropongo una sintesi ragionata, partendo da una frase che ne dà in qualche modo la chiave interpretativa. Dopo aver ricordato quanto accaduto nella PA in questi ultimi anni il Ministro Patroni Griffi dice “… sono convinto che la politica pubblica nell’Amministrazione debba cogliere il senso di questo percorso e muoversi in una linea di continuità”.  Vuol dire che per fortuna ci sarà risparmiata un’ennesima riforma del secolo, ma anche che gli sforzi sino ad ora fatti non andranno al macero anche se, come vedremo, i programmi sono ambiziosi e prevedono qualche significativa discontinuità.
Vado ad illustrarvi il documento per rapidi punti:

Leggi tutto

La PA, gli esuberi e il futuro incerto. Anzi: precario

Un articolo del professor Verbaro si presta ad alcune considerazioni, anzitutto quella che stiamo per avvicinarci ad un momento di cambiamento epocale per la Pubblica amministrazione italiana, alle prese – stavolta ineludibilmente – con le eccedenze di personale da risolvere. Saranno presto 15mila i dipendenti coinvolti: a loro potrebbero toccare due anni di mobilità, con lo stipendio ridotto all’80% del totale. E poi?

Leggi tutto

Mobilità dei dipendenti pubblici: ecco cosa cambia con il maxiemendamento per il 2012

Mentre si diffondono in rete numerose copie del maxiemendamento al disegno di legge di stabilità per il 2012 che il Parlamento si appresta ad approvare tra venerdì 11 e sabato 12 novembre, una cosa è certa: cambieranno le norme in materia di mobilità e collocamento in disponibilità dei dipendenti pubblici in esubero.

Leggi tutto

Dieci proposte per innovare la pubblica amministrazione (in modo rapido e fattibile)

Nell’attuale tempesta cerchiamo di non perdere né la calma né la rotta, ma anche di essere sufficientemente realisti da porci obiettivi raggiungibili in breve tempo e con le risorse che abbiamo, altrimenti non sono obiettivi, ma sogni.  Un aiuto a questo esercizio ce lo dà il contributo in dieci punti di Mauro Bonaretti che vi propongo come editoriale, a cui segue una mia breve postfazione. Questo ideale programma si pone nella linea della concretezza dell’innovazione che il contest “La tua idea per una PA migliore” ha inaugurato con le sue 185 idee, per la maggior parte concrete e “cantierabili” già pervenute.

Leggi tutto

Congedi, aspettative e permessi: cosa cambia con il collegato al lavoro

Su proposta dei ministri Renato Brunetta e Maurizio Sacconi, ieri mattina (9 giugno 2011) il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legislativo per il riordino della normativa in materia di congedi, aspettative e permessi dei dipendenti sia pubblici che privati, così come richiesto al Governo dal ‘collegato lavoro’ (Legge n. 183 del 4 novembre 2010). Le modifiche  introdotte ridefiniscono i criteri e le modalità per la loro fruizione e consentono di eliminare alcuni dubbi interpretativi sulle disposizioni vigenti fino ad oggi. Si tratta di un provvedimento che da un lato favorisce i lavoratori che ne fanno richiesta, dall’altro stabilisce importanti misure restrittive al fine di evitare abusi o illeciti.

Leggi tutto

La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra: l'esperienza della SSPAL

La relazione illustra l’esperienza della SSPAL - Scuola Superiore Pubblica Amministrazione Locale, le cui attività sono rivolte ai Segretari Comunali e Provinciali, agli Amministratori locali e ai Dirigenti dell’Amministrazione locale. In questo ambiente, sottolinea Carlo Garofani, il taglio delle spese per la formazione dei pubblici dipendenti disposto dal decreto legge n. 78/2010 si è fatto sentire in maniera ancora più pesante, dato che gli enti locali avevano già subito tagli alla formazione.

Leggi tutto

La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra: l'esperienza di Civilscuoladife

Civilscuoladife (Scuola di formazione e perfezionamento del personale civile della Difesa) ha già siglato un accordo con la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione (SSPA) per collaborare alla realizzazione di attività formative destinate ai dirigenti e funzionari del Ministero delle Difesa e agli ufficiali delle Forze Armate. È proprio questo sforzo di coordinamento che Massimo Mangani sottolinea parlando di come affrontare il taglio delle spese per la formazione dei pubblici dipendenti disposto dal decreto legge n. 78/2010.

Leggi tutto

La formazione dei dipendenti pubblici tra riforma e manovra: l'esperienza della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Alessandra Gasparri racconta come ha reagito la Presidenza del Consiglio dei Ministri al taglio delle spese per la formazione dei pubblici dipendenti disposto dal decreto legge n. 78/2010. Dopo l’inevitabile choc iniziale dovuto al taglio drastico, si è cercato di riorganizzare i processi di formazione attraverso una diversa organizzazione interna che consentisse di mantenere elevati standard di qualità. L’amministrazione ha scelto quindi di predisporre un programma di formazione interna vasto e articolato.

Leggi tutto