Cerca: SPC - Sistema Pubblico di Connettività

Risultati 41 - 50 di 63

Risultati

Progetto Connect Umbria e SPC

Stefano Paggetti presenta il Consorzio SIR Umbria che, operativo dal 2000, include tutti gli enti locali della Regione su base di adesione volontaria. Dalla volontà di definire un una rete per tutte le amministrazioni regionali per venire incontro ai comuni più piccoli è nato il progetto Connnect Umbria, che si è deciso di portare avanti in ottica di SPC, con la collaborazione del CNIPA. Continua definendo vantaggi, potenziali criticità e sviluppi in cantiere per il progetto umbro.

HP e il progetto SPC

Daniele Sacerdoti presenta il punto di vista della sua azienda sul progetto SPC, sottolineandone l’altissima complessità politica e operativa. In questo contesto descrive la posizione di HP e i contributi di innovazione che si impegna ad apportare.

La risposta dei territori a SPCoop

Giuseppe Tilia fornisce una sintesi sulla rispondenza dei territori alle proposte in larga banda SPC, citando numeri, valutazioni e proiezioni. In generale si sono registrati tra i 7 e 8mila accessi, con una spaccatura riguardo alla tipologia di acquirente, con circa il 50% rappresentato dai Comuni. Questo dato in particolare pone con forza la questione del digital divide. Si registra un interesse molto forte sul Lotto 1 come sul Lotto2, su cui si hanno dati soprattutto per la PA centrale. Al momento risulta emergere sul mercato una domanda consistente di servizi legati al web.

Il Sistema Pubblico di Connettività: i consuntivi del primo periodo di operatività

Emilio Frezza presenta un consuntivo del primo periodo di attività del SPC, ricordando che la vision è quella di supportare tecnicamente la domanda del cittadino e delle imprese a interloquire con la PA come con un unico soggetto, alla luce dei nuovi diritti sanciti dal CAD.

Leggi tutto

Il futuro di SPC: innovazioni strutturali nella PA

Sergio Gianotti incentra il suo intervento sul futuro del SPC. In questa prospettiva introduce le potenzialità del web 2.0 e le opportunità che apre. Individua nella cooperazione applicativa e nelle chiavi di apertura la principale sfida, mentre sottolinea la centralità della questione sicurezza. Conclude affermando la funzione fondamentale del CNIPA, in tema di supporto al cambio culturale oltre che per rendere consapevole la PA della possibilità di semplificare i processi attraverso i servizi SPC.

SPC e web semantico

Valentino Ditoma sintetizza i 3 punti critici per la PA locale in tema di SPCoop, ovvero la copertura integrale di banda larga, la questione della cooperazione applicativa e l’integrazione di servizi basata sul web semantico. In particolare argomenta sulla centralità di questo ultimo punto per la realizzazione di sviluppi innovativi su base SPC.

La soluzione tecnologica VoIP utilizzata nel progetto MAE

Il servizio di telefonia tramite protocollo IP realizzata dal Ministero degli Affari Esteri, ha utilizzato la tecnologia Nortel costituita dal sistema Communication Server 1000 (CS 1000): una soluzione potente e flessibile in grado di adattarsi alle problematiche che si possono manifestare in architetture di rete complesse.
 

Leggi tutto

La Farnesina attiva il servizio VoIP

Sulla grande autostrada della Rete Internazionale della PA (RIPA) da poco consolidata, cominciano a circolare i primi servizi, come la connessione dati ed il VOIP (Voice over Internet Protocol). Il Ministero degli Affari Esteri, in particolare, è la prima amministrazione ad aver implementato il servizio di telefonia tramite protocollo IP anche sul nascente Servizio Pubblico di Connettività (SPC), anticipando così anche le indicazioni previste dalla Finanziaria 2008.

Leggi tutto

Lavorare sull'innovazione in maniera strategica, la lezione del Ministero degli Affari Esteri

Massimo Civitelli e Luigi Ferrari - Capo e Vice Capo del Servizio per l'Informatica, le Telecomunicazioni e la Cifra del Ministero degli Affari Esteri

Un progetto pilota, quello del VOIP al Ministero degli Affari Esteri, che ha preceduto la normativa e che ha mostrato come anche in Italia si possa lavorare su progetti di innovazione strategici nell'ottica del "learning by doing". Ne parliamo con Massimo Civitelli e Luigi Ferrari.

Leggi tutto

La Multicanalità ed il Centro Servizi M-Gov della PA

Negli ultimi anni, sostiene Frezza, la multicanalità sta acquisendo un ruolo sempre più rilevante per la Pubblica Amministrazione. Lo Stato è, infatti, chiamato a tenere il passo dell’evoluzione tecnologica per comunicare con i cittadini e con le imprese attraverso mezzi di comunicazione d’avanguardia. Tra i progetti del sistema pubblico di connettività vi sono i sistemi di interoperabilità evoluta e cooperazione applicativa, con particolare riguardo ai servizi legati alla gestione dei siti web delle amministrazioni.

Leggi tutto