Cerca: politiche comunitarie

Risultati 11 - 20 di 25

Risultati

Intervento al convegno " L’importanza della dimensione territoriale nelle politiche di coesione comunitarie"

Gianfranco Vitagliano presenta alcune considerazioni critiche sulla nuova programmazione, soffermandosi sull'esperienza positiva della Regione Molise relativa al 2000-2006. Illustra l'attuale scenario non soltanto delle politiche di coesione ma della dinamica nazionale sul tema delle risorse, ponendo alcune riflessioni sul fedarlismo fiscale.

L’importanza della dimensione territoriale nelle politiche di coesione comunitarie. Tavola rotonda

Raffaele Stancanelli interviene alla tavola rotonda sulle politiche di coesione comunitarie sottolineando la necessità di una maggiore responsabilità della classe politica. "Negli ultimi cinquant'anni i fondi comunitari e ordinari non sono stati spesi nel modo giusto; è necessario attuare politiche di rigore".  Descrive l'esperienza del Comune di Catania che, partendo da una situazione disastrosa e a seguito di una poltica virtuosa e di rigore, è riuscita a chiudere il bilancio del 2009 con un avanzo di amministrazione di 15 milioni di euro.

Leggi tutto

Prospettive e rischi del nuovo ciclo di programmazione della politica di coesione comunitaria (2013-2017): dal Rapporto Barca alla definizione della posizione Italiana per il negoziato

"Dal punto di vista finanziario l'Italia si trova, rispetto agli altri 26 Stati membri, in una posizione peculiare perchè è tra i principali contribuenti netti al bilancio comunitario ma anche tra i principali beneficiari della politica di coesione". Sabina De Luca illustra i capisaldi della posizione italiana sul futuro della politica di coesione.

L’importanza della dimensione territoriale nelle politiche di coesione comunitarie. Tavola rotonda

"Esistono moltissime ragioni per non rinunciare alle politiche di coesione". Ida Maria Dentamaro interviene alla tavola rotonda sulle politiche di coesione comunitarie sostenendo che "non c'è una possibilità di sviluppo complessivo di un paese o di un territorio vasto, come anche la dimensione europea complessiva, se non attraverso il superamento degli squilibri territoriali e strutturali". Le politiche di coesione sono importanti ma occore rinnovarle sin dalla fase intermedia di verifica e di rilancio del ciclo 2007-2013 e correggerle in vista del ciclo 2013-2010.

Leggi tutto

L’importanza della dimensione territoriale nelle politiche di coesione comunitarie. Tavola rotonda

Carmine Fotina modera la tavola rotonda dedicata al tema delle politiche di coesione comunitarie, invitando a riflettere se e come una politica di coesione andrà salvata in un contesto particolarmente difficile in cui a livello europeo vanno coniugate le politiche di sviluppo con quelle di rigore soprattutto dei conti pubblici.

Risparmio energetico: il caso della Provincia di Benevento

Gianvito Bello riporta l’esperienza della Provincia di Benevento sulle azioni avviate in materia di risparmio energetico: dall’approvazione del Patto Energetico (2004) fino al Patto dei Sindaci.

Il ruolo delle province nelle politiche di risparmio energetico

Nella politica volta al risparmio energetico e alla produzione di energie rinnovabili, un ruolo particolarmente rilevante viene svolto dalle unità locali: Province e Comuni. Le Province, in particolare, svolgono un ruolo di pianificazione e di coordinamento di tutte le entità minori garantendo uno sviluppo economico e sociale equilibrato,  a favore della coesione territoriale.

Leggi tutto

Politiche di risparmio energetico: le soluzioni della Provincia di Bergamo

In un ambito come quello del risparmio energetico, un ruolo fondamentale è stato svolto dalla Provincia nella sua azione di coordinamento e di supporto tecnico amministrativo del territorio e dei Comuni. Pietro Romanò riporta le azioni attivate dalla Provincia di Bergamo per creare una rete di confronto e collaborazione con tutti i soggetti interessati in materia, al fine di individuare problemi, strategie e soluzioni, per realizzare una risposta territoriale organica e compatta.

Gli obiettivi di Politica Energetica Europea e il ruolo delle Provincie

Con il concetto di sviluppo sostenibile l’UE intende la capacità di una società di alimentare un processo di crescita economica, occupazionale, di ricerca e di innovazione, legandolo alla salvaguardia della qualità della vita e del futuro delle generazioni. Il concetto di sviluppo sostenibile così definito non può che chiamare in causa la necessità di attuare un risparmio energetico: l’UE, il 23 gennaio, ha proposto un pacchetto di direttive con le quali si punta a ridurre del 20% le emissioni di anidride carbonica rispetto ai livelli del 1990 entro il 20/20/2020.

Leggi tutto

Politica energetica e Patto dei Sindaci: la Provincia diviene la protagonista nella coesione territoriale. Il caso della Provincia di Chieti

“Il Patto dei Sindaci ha rappresentato la capacità degli Enti Locali italiani ed europei di fare sistema e di cooperare per il raggiungimento di un obiettivo comune”. Enrico Clemente riporta l’esperienza della Provincia di Chieti in tema di politica energetica, sottolineando come il Patto dei Sindaci abbia fatto emergere l’importanza del ruolo svolto dalle Provincie sul territorio.