Cerca: PA amica

Risultati 211 - 220 di 229

Risultati

ll Consorzio Sociale Gruppo Darco e Linea Amica: una storia di sinergie.

Il Consorzio Sociale Gruppo Darco è un’impresa che opera in regime privato con  un fine pubblico, è finalizzata all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Fanno parte del gruppo 5 cooperative sociali dell’area romana, è una struttura di supporto alla PA. Specializzata in servizi informativi ed informatici, ha progettato nuovi servizi che si sono affermati nel corso degli anni a favore della cittadinanza.

Leggi tutto

Dialogo fra front office e back office nella rete Linea Amica

Da quando la rete Linea Amica è partita ha avuto circa 80 milioni di contatti. E’ una testimonianza importanti di front office efficiente, che è il cuore della pubblica amministrazione italiana finora riconosciuto solo in parte. Si vuole infatti avviare una stagione dove il ruolo del front office venga riconosciuto e valorizzato nella geografia dell’impiego pubblico italiano. Bisogna consolidare ed estendere il servizio per fare in modo che non si torni più indietro da questo tipo di mentalità: mettere il cittadino al primo posto.

Leggi tutto

L'INPDAP e un anno di Linea Amica

Linea Amica rappresenta anche un momento di dialogo fra le diverse amministrazioni pubbliche e i vari enti pubblici che per dare risposte ai quesiti posti dagli utenti devono rapportarsi tramite back office con le diverse amministrazioni pubbliche ed i privati. Il bilancio di un anno per quanto riguarda l’INPDAP è sicuramente positivo. L’ente ha ricevuto un numero di contatti elevatissimo, toccando numeri a 6 cifre, e vanta con orgoglio il dato di vedere ancora aperte, cioè non risolte, solo lo 0,26% delle problematiche poste.

Leggi tutto

Da Linea Amica a Easy Italia: il nuovo contac center di supporto ai turisti

Il 15 maggio nasce Easy Italia un servizio di assistenza e informazione per i turisti stranieri e naturalmente anche italiani, che funziona 7 giorni su 7 dalle 9 alle 22. Inaugurato e fortemente voluto dal Ministro Brambilla si ispira al contact center di successo Linea Amica.

Leggi tutto

L'esperienza dell' Agenzia delle Entrate nella rete Linea Amica

Lo sviluppo delle relazioni con il cittadino nel ruolo di utente rappresenta per l’Agenzia delle Entrate uno dei fattori più qualificanti delle attività svolta.

Nel 2000 nasce il call center dell’agenzia che in seguito si trasforma in contact center erogando direttamente i servizi. Vi operano più di 550 operatori specializzati tutti interni all’agenzia.

Leggi tutto

Comunicanicamp - percorso formativo.

Il 17 maggio presso il ForumPA si è svolto il primo Comunicamp dei comunicatori pubblici.

Il comunicamp è un evento che si svolge sulla linea e le modalità del barcamp, cioè in cui non c’è un tavolo di relatori, ma tutti i partecipanti possono essere relatori e proporre un tema. Le discussioni sono quindi operative.

Leggi tutto

Il Comune di Milano: una testimonianza di contact center ben riuscita.

Parlare di Call center è limitativo ed errato, meglio parlare di punto di contatto. Poiché il Contact center cerca di risolvere problemi non si limita ad ascoltarli. L’esperienza dello 020202 del Comune di Milano, è mutuata su quella romana. A Milano nasce nel settembre 2007, è un qualcosa di inesistente prima di allora. Il servizio è attivo 24 ore su 24 e gli indici di gradimento sono sempre molto elevati.

Leggi tutto

Una testimonianza: Linea Amica è l'intervento in Abruzzo

Linea Amica ha rappresentato lo strumento di cerniera fra lo stato e i cittadini dopo il tremendo terremoto del 6 aprile 2009 all’Aquila. Ha dato la possibilità ai cittadini di chiedere aiuto. Ha dimostrato in Abruzzo la propria capacità operativa e la propria efficienza al servizio dei cittadini.

E’ sorprendente come Linea Amica abbia rappresentato e rappresenterà quella linea di credibilità e affidabilità che in uno stato democratico e civile vi deve essere.

La nuova Carta dei doveri. L'iter legislativo

Introducendo il panel che si confronterà sulla nuova "Carta dei doveri", Riccardo Rosetti traccia un breve excursus sul disegno di legge istitutivo della Carta, al momento all’esame della Commissione Affari Costiruzionali della Camera.

Principi e criteri nella nuova "Carta dei doveri"

“I principi affermati  nella nuova  Carta dei doveri sono pochi e relativamente semplici”. Così Andrea Simi apre una sintetica disamina della Carta, per centrare il suo intervento sul provvedimento di codificazione, richiesto dalla delega  secondo i criteri di semplificazione e riordino. “Il punto centrale – spiega – è il ragionamento da fare sulla codificazione. Se fosse meramente compilativa servirebbe a poco, mentre è assolutamente necessario assicurare la coerenza logica dell’ordinamento” .