Cerca: Federalismo e assetti istituzionali

Risultati 41 - 50 di 100

Risultati

Concorrenza, competizione, competitività e regolazione

Edoardo Burlini parla di concorrenza, competizione e competitività. Molto spesso questi tre concetti vengono usati come sinonimi ma pur essendo strettamente legati tra loro intendono aspetti diversi del funzionamento dei mercati. La regolazione applicata al mercato deve tener conto di questà diversità.

Milgiorare la qualità della regolazione nelle regioni della Convergenza. Il progetto POAT

"Le difficoltà per le imprese sono più alte nelle regioni che hanno più necessità di attrarre imprese Nel Sud  l’intermediazione pubblica è altissima”. Così  Amadio Salvi apre il suo intervento in cui da un lato traccia un quadro a tinte fosche sulle difficoltà delle imprese nel rapporto con lo Stato e la pubblica amministrazione, dall’altro presenta le iniziative di miglioramento e supporto messe in campo nell’ambito del QSN 2007 -2013. Si sofferma in particolare sul progetto POAT, rivolto alle quattro regioni della Convergenza.

Conoscere i destinatari della regolazione. Il punto di Rete Impresa Italia

 “Quando parliamo di better regulation dobbiamo innanzitutto capire quali imprese abbiamo davanti.” Così parla Andrea Stabile per la neonata Rete Impresa Italia. Ricordando che l’impresa media italiana è composta da quattro addetti (dati Istat 2010), riporta la riflessione alle reali esigenze del nostro tessuto imprenditorale. Per farlo, usa l’esempio concreto di un acconciatore che, nonostante le recenti liberalizzazioni, è sottoposto ad una media di 23 adempimenti per il solo avvio di attività. Tra le richeste di Rete Impresa Italia, il divieto di introduzione di nuovi oneri.

Qualità della regolazione e competitività: spunti dall'evidenza empirica

Una regolazione di qualità è strumento di crescita che incide sul benessere e la competitività. Francesco Sarpi  presenta lo studio di tre indicatori internazionali che mostrano la posizione del nostro Paese rispetto ad altri. I due indicatori fondamentali sono quello dell'Ocse sulla regolamentazione dei prodotti e quello della Banca Mondiale sulla facilità del fare impresa (Doing Business). La terza ricerca, meno nota ma molto interessante, è svolta dalla Banca d’Italia la quale ha estratto, su una serie di indicatori della Banca Mondiale, indicatori di competitività regionale. 

Intervento al convegno "Una governance di sistema per la valorizzazione dei beni culturali"

Francesco Palumbo descrive le esperienze della Regione Puglia attivate nel campo dei beni culturali per valorizzarli. Sono state attivati due tipi di strumento che vanno nella direzione di considerare non solo i musei, non solo il patrimonio culturale ma anche le attività culturali e il patrimonio ambientale. Il primo è lo strumento di pianificazione: un piano integrato che mette insieme le strategie dei diversi livelli territoriali e sulla parte condivisa di queste strategie vegono cncentrate le risorse.

Leggi tutto

Una Governace 2.0

Una governance strategica della società dell’informazione deve essere una governance 2.0. Proprio come l’amministrazione 2.0 tiene conto dei rapporti bidirezionali tra amministrazione e utenza, così anche il concetto di governance deve tenere conto di questo bidirezionalità, deve quindi essere inclusiva,  progettata a più strati dove ci sia un livello decisionale di programmazione nazionale che favorisca l’integrazione di tutti i sistemi e l’interoperabilità.

Leggi tutto

WorkFlow e Document Management a supporto della gestione del PON GAT

Renato Santelia presenta il Sistema di document e workflow management a supporto della gestione del PON GAT 2007-2013. I principali obiettivi dell’intervento sono: la creazione di un nuovo modello organizzativo/operativo per la gestione documentale; la dotazione di un nuovo sistema di gestione elettronico documentale per la struttura; la creazione delle condizioni per avviare l’attività di dematerializzazione dei documenti cartacei pregressi” Segue una dettagliata presentazione del contesto di riferimento, dei benefici attesi, della strategia d’intervento e del piano delle attività.

Intervento al convegno "Una governance di sistema per la valorizzazione dei beni culturali"

Senza la governance l'obiettivo della valorizzazione è una parola vuota. Affinchè ci sia una governance di sistema, spiega Roberto Grossi, servono quattro elementi: un piano strategico che definisca obiettivi, strumenti, azioni e i risultati attesi; il coinvolgimento di più soggetti; i finaziamenti necessari e fondamentali anche per attrarre investimenti privati; infine, i giusti strumenti gestionali.

Leggi tutto

Come costruire una politica della società dell’informazione

Per disegnare un sistema di governance bisogna conoscere la struttura a cui si applica, occorre capire qual’è l’oggetto, perché con esso dobbiamo sviluppare i servizi per cittadini e imprese. Il sistema di governance non deve essere chiuso ed autoreferenziale, bisogna che sia inclusivo di tutti gli attori che vivono nella società. Possiamo fare passi in avanti solo se definiamo bene i termini, si deve ragionare su un sistema di governance complessivo, legato ai temi dello sviluppo della società dell’informazione.

Leggi tutto

AGIRE POR 2007-2013 – Azioni di Gemellaggio

Giancarlo Terenzi presenta il progetto Gemellaggi AGIRE POR. "Il progetto – ricorda - è stato avviato nel 2005 al fine di rafforzare le capacità e le conoscenze delle amministrazioni “beneficiarie” operanti nei territori delle 7 regioni dell’obiettivo 1, attraverso l’attivazione di gemellaggi con amministrazioni “offerenti”, operanti nell’intero territorio nazionale”. Pur sottolineando i risultati positivi conseguiti, offre una serie di indicazioni per risolvere le criticità emerse.