Cerca: Città e territorio, Qualità della vita

Risultati 121 - 130 di 425

Risultati

I pilastri della Smart-city a FORUM PA 2013

Jarmo Suominen, Professore di Strategia e Innovazione; Charlie Leadbeater, esperto di open innovation e Pelle Ehn, professore di Design: durante il prossimo FORUM PA - che si terrà tra il 28 e il 30 maggio al Palazzo dei Congressi di Roma - diversi appuntamenti saranno dedicati alle Smart City.

Leggi tutto

La città che vogliamo. Prove di cittadinanza per spazi pubblici inclusivi

La seconda edizione della Biennale dello spazio pubblico si svolgerà a Roma dal 16 al 19 maggio negli spazi della Casa dell'Architettura e della Facoltà di Architettura Roma Tre (ex mattatoio). In questo appuntamento confluiscono varie iniziative che hanno coinvolto Amministrazioni comunali, Università, progettisti, studenti. Tra queste la più recente è una call per raccogliere adesioni al progetto “La città che vogliamo”. L'obiettivo del progetto, che prenderà forma nella settimana dal 5 al12 maggio è quello di sensibilizzare le Istituzioni e i cittadini sul diritto di fruire degli spazi pubblici da parte delle figure più “fragili” come bambini, anziani, migranti, homeless, persone con disabilità motorie, sensoriali o mentali.

Leggi tutto

Enabling City in Italia. La visione di FORUM PA su Shareable.net (in una intervista a Gianni Dominici)

A partire dall’analisi dei bisogni sociali e dall’approccio che ispira il modello dell’enabling city, Gianni Dominici, direttore generale di FORUM PA ha risposto ad alcune domande in una intervista pubblicata ieri su Shareable.net...
Enabling City, il progetto di Chiara Camponeschi sull’innovazione sociale per la sostenibilità urbana e la governance partecipata, dallo scorso autunno ha infatti una versione italiana (oltre a una francese e a una spagnola), al cui editing ha collaborato Chiara Buongiovanni, della nostra redazione e che si chiude con la postfazione di Gianni Dominici.

Leggi tutto

La città open source alla Biennale dello Spazio Pubblico

Software City, City 2.0, Re-imagining the commons field, sono i temi al centro della prossima Biennale dello Spazio Pubblico - “Spazi pubblici | network| innovazione sociale, La città open source” (Roma, 16-19 maggio 2013). Questa edizione guarda in particolare a quella pluralità di spazi costruiti dall'incontro e dall’interazione virtuale, in cui una moltitudine di persone attraverso una varietà di strumenti (desktop, prêt-à-portatile smartphone, tablet) e infinite possibilità applicative (App) sperimenta l’intelligenza della città nella città con progetti innovativi in grado di reimmaginare l’uso e la costruzione di spazi pubblici reali.

Leggi tutto

Nin fa male ch'è piccate, nin fa bene ch'è spricate - #Chieti #volontariato

“Non fare del male perché è peccato, non fare del bene perché è sprecato”. Così si dice a Chieti ..e gli abitanti della città abruzzese sembrano prenderlo alla lettera (almeno stando ai dati di ICity-rate 2012). Grazie ai suoi 4 abitanti ogni 1000 che svolgono attività di volontariato, Chieti guadagna infatti la 97^ posizione nella classifica per l'indicatore "Volontari per 1000 abitanti". Ma i teatini sono in buona, per non dire ottima, compagnia lungo tutta la Penisola. Continuiamo con le "Pillole di ICity-Lab", la rubrica in cui proviamo a verificare modi di dire e luoghi comuni delle città italiane, utilizzando la piattaforma www.icitylab.it.

Leggi tutto

Intelligenza in Genere - la rubrica delle WISTER

Intelligenza in Genere è la Rubrica del gruppo WISTER su forumpa.it.
Il gruppo WISTER - Women for Intelligent and Smart TERritories è nato quasi per caso, lo scorso autunno, per la necessità comunemente avvertita di condividere idee, progetti, eventi e proposte. Attualmente conta  oltre 200 donne di tutte le estrazioni, di tutte le regioni, con diverse competenze ed età. "E si chiama così - ci spiega Flavia Marzano, tra le fondatrici del Gruppo - perché siamo partite dalla certezza che un territorio non può essere smart se non è inclusivo". Le WISTER con cadenza bisettimanale e con alcuni speciali, ci portano a FORUM PA 2013, dove la riflessione comune (el'azione) trova un momento di aggregazione in un workshop dedicato e riogorosamente "nato dal gruppo".

Leggi tutto

Placemaking blog series: The benefits of aging in place

Sometimes it’s hard to define what makes a great place, but you know it when you experience it. Great places lure people in with activities, people watching, shopping or just the experience of being around others and feeling a sense of connection. Does this only happen at organic farmers markets or outdoor cafes? Hardly. Placemaking doesn’t just occur in affluent communities or vacation hotspots. Chicago’s 26th street in Little Village, 18th Street in Pilsen, or the Glenwood Market in Rogers Park are evidence that the power of a vibrant public place transcends geographic and demographic boundaries.

Leggi tutto

I vantaggi di invecchiare sul posto

A volte è difficile definire in cosa consiste un “buon luogo,” ma se ci imbattiamo in uno di essi, lo riconosciamo. Un buon luogo attrae le persone con attività, incontri, la possibilità di fare acquisti o anche solo di stare in mezzo alla gente e sentirsi in contatto con gli altri. Questo può accadere soltanto ai mercatini biologici o nei caffè all’aperto? Non necessariamente. Il “placemaking,” la creazione di spazi pubblici a misura d’uomo, non è riservato solo alle comunità benestanti o alle zone turistiche. A Chicago, la 26esima strada nel Little Village, la 18esima strada a Pilsen o il Glenwood Market a Rogers Park sono esempi di come il richiamo di spazi pubblici vivaci oltrepassi i confini geografici e demografici.

Leggi tutto

Città Smart e città verde: una relazione possibile

Quando parliamo di “città verde” possiamo riferirci alla percezione che se ne ricava sorvolandola con un aereo, grazie ad un’equa distribuzione tra parti grigie (costruito) e parti vegetali (campagna urbana, aree fluviali, spazi verdi pubblici e privati). Partendo da questa semplificazione possiamo poi introdurre diversi concetti: “città ecosistemica”, cioè una città in cui è valutata in termini di ricchezza la biodiversità animale e vegetale presente nel territorio urbano; “città ospitale”, intesa come città a misura d'uomo (su questo criterio gli interrogativi e i parametri di valutazione sono molto diversi e partono da punti di vista molto distanti); “cittadinanza con il verde”, cioè la possibilità di vivere con la necessaria presenza di uno spazio aperto capace di suscitare la memoria di un luogo fertile, agreste, felice. Ma per essere smart una città dev'essere necessariamente verde? Ecco il quesito di fondo. 

Leggi tutto

Smart mobility: il Position Paper di Finmeccanica

Finmeccanica mette a disposizione un Position Paper con le riflessioni emerse dai lavori del laboratorio “Smart Mobility: muoversi meglio per vivere meglio” che si è tenuto a SMART City Exhibition il 30 ottobre scorso. Questi gli spunti di riflessione emersi: la strategia nazionale per le piattaforme ITS (Intelligent Transport Systems); gli open data per la smart mobility; il ruolo degli stakeholder della filiera della mobilità; gli investimenti per la smart mobility.

Leggi tutto