Cerca: Città e territorio, Efficienza, Atti FORUM PA 2007

Risultati 1 - 10 di 32

Risultati

Vantaggi della informatizzazione e della raccolta dati in materia di trasporto di merci pericolose

Vaccari illustra la modalità di intervento operata dalla Lombardia Informatica al fine di monitorare e gestire i rischi connessi al trasporto di merci pericolose sul territorio.Leggi tutto

L’infomobilità in Valle d’Aosta

Consol racconta l’esperienza, ancora in fieri, dell’infomobilità in Valle d’Aosta mostrando gli aspetti organizzativi funzionali e gli aspetti informatici adottati con l’applicazione delle nuove tecnologie.

Leggi tutto

L’esperienza del congestion charge nella città di Oslo

Kristian Waersted illustra l’esperienza della città di Oslo, la quale ha introdotto la congestion charge nel 1990, e racconta in che modo è stata affrontata l’impopolarità di questa misura. Nonostante l’attegiamento negativo della popolazione, è stato possibile andare avanti in questa direzione poiché il traffico cittadino era diventato ormai asfissiante e vi era una forte motivazione ad appoggiare il progetto da parte dei partiti politici. Le tariffe, inoltre, non erano alte e servivano a pagare la realizzazione di maggiori infrastrutture.

Le opportunità ed i limiti delle tecnologie ICT applicate ai problemi del traffico

Vittoriano Vancini presenta e coordina la prima sessione del convegno, che riguarda le opportunità ed i limiti delle tecnologie ICT applicate alla gestione della mobilità su gomma. I problemi legati al traffico hanno un impatto, in termini di costi, pari al 10% del PIL nazionale; per fare degli esempi, l’infomobility e l’ICT stanno tentando risolvere tali problemi attraverso la possibilità di raccogliere informazioni dettagliate dei fenomeni, e di fornire informazioni in tempo reale ai cittadini bloccati dal congestionamento.Leggi tutto

Politiche di pricing per la gestione della domanda di mobilità

Luigi di Matteo affronta la questione delle politiche di pricing nell’ambito del congestion charge e sottolinea come il problema del traffico non possa essere risolto con la costruzione di nuove infrastrutture, ma con la gestione della domanda di mobilità. L’Automobile Club d’Italia, che da sempre ha fatto della mobilità la sua finalità istituzionale, ha spostato l’ambito dei propri interessi da una mobilità intesa come trasporto di persone e cose, alla più generale mobilità dei processi individuali e collettivi.Leggi tutto

I sistemi di Transport Planning Service per il supporto alle decisioni della PA in materia di gestione del traffico

Giancarlo Bocchini racconta come la società Transport Planning Service fornisca alla Pubblica Amministrazione sistemi in grado di supportare le decisioni in materia di congestion charge e gestione del traffico. Strumenti particolarmente utili sono i sistemi di simulazione del traffico urbano. Si tratta di metodi quantitativi in grado di prevedere il livello di inquinamento in determinate situazioni, il grado di congestione della mobilità e la lunghezza delle code, e di ottimizzare il sistema degli incroci semaforici.

L'esperienza della Provincia di Matera. Il Centro dell'impiego come centro servizi per l'utenza e il territorio

Leonardo Lorubio incentra il suo intervento sui cambiamenti registrati nella Regione Basilicata in materia di lavoro. La Provincia di Matera sta proponendo numerosi servizi utili e soprattutto innovativi sia per l’utenza che per il territorio. Tuttavia è ancora assente un sistema che colleghi il settore del lavoro a quello della formazione.

L'esperienza della Provincia di Teramo: un sistema informatico dinamico per rispondere alle necessità del territorio

La Provincia di Teramo durante i processi di decentramento ha ridefinito i compiti dei vecchi uffici di collocamento per dare vita ad una attività che fosse più dinamica e che incontrasse maggiormente le necessità degli utenti e del territorio.Leggi tutto

La governance dei servizi pubblici locali: un’indagine FORMEZ - LUMSA

Luigi Tretola illustra i risultati della ricerca realizzata dal Formez e dalla Lumsa sulla governance dei servizi pubblici locali nelle pubbliche amministrazioni del Mezzogiorno. I comuni analizzati sono quelli con più di 10.000 abitanti. I dati percentuali, registrati tramite questionari ai funzionari pubblici, rendono conto delle motivazioni dell'affidamento diretto ad aziende speciali, ad aziende a capitale pubblico, a consorzi e cooperative. Temi analizzati sono: le modalità per l’esercizio delle funzioni di governance; le valutazioni del grado di efficacia; sistemi di controllo.

I servizi pubblici locali nel Mezzogiorno: l’esperienza del Comune di Foggia

Orazio Ciliberti ribadisce come nel Mezzogiorno i servizi pubblici costino molto e funzionino male. E’ in atto un processo di trasformazione delle società commerciali. A Foggia si sta cercando di costituire una società di partecipazione finanziaria e di coordinamento tecnico. I vantaggi della creazione di una holding potrebbero essere: servizi in rete; management più qualificato; influenza politica meno permeabile; possibilità di compensare le perdite con i profitti; ottimizzazione dei servizi interni; attivazione del controllo di gestione.

Leggi tutto