Cerca: Città e territorio, Accountability, Atti FORUM PA 2008

Risultati 1 - 10 di 19

Risultati

Pratiche partecipative e governo del territorio

Le pratiche partecipative nascono dal carattere discutibile dei modelli di assetto futuro e dalla loro debole capacità di legittimazione. Nel caso del progetto urbanistico, come nella progettazione delle infrastrutture, mettono in causa il carattere astratto della razionalità tecnica economica delle pratiche tradizionali. Mettono in crisi globalmente i tradizionali dispositivi tecnico politici con cui si esprime l'urbanistica.Leggi tutto

Il governo dell'ente locale tra efficienza e trasparenza

Può suscitare perplessità che dopo 18 anni dall’ingresso della L 142/1990 che ha inaugurato la Riforma delle Autonomie Locali, vi sia ancora la necessità di dibattere sul tema della trasparenza e dell’efficienza a garanzia del buon governo dell’ente locale. Per chi vive la quotidianità dell’ente locale questa considerazione ha un valore relativo: il nostro Paese è lungo, ha storie diverse che lo arricchiscono, ma anche lo differenziano da regione a regione da provincia a provincia, da comune a comune.Leggi tutto

Infrastrutture e cittadini: un rapporto da reinventare

Esiste un disagio diffuso in tutto il mondo, nel rapporto fra i cittadini e la realizzazione di nuove infrastrutture. Questa tensione sottesa, e, tuttavia, continuamente percepibile, trova in Italia un territorio particolarmente fertile, che rischia di paralizzarne lo sviluppo infrastrutturale e socio economico. Lo scenario è complesso e non si può prescindere dai molteplici aspetti che lo caratterizzano.Leggi tutto

La forza delle reti sociali al servizio delle città digitali

Quando sento parlare di città digitali mi vengono in mente le Città invisibili di Calvino, ed in effetti la frase più citata di questa opera spiega perfettamente il legame: “Anche le città credono d'essere opera della mente o del caso, ma né l'una né l'altro bastano a tener su le loro mura. D'una città non godi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda”. Calvino non si riferiva ai servizi per i cittadini ma alcuni dei suoi scritti (penso alle Lezioni americane per la scrittura online) sono ancora straordinariamente attuali. Leggi tutto

Comunicazione pubblica nella provincia di Milano: le voci di dentro

Il lungo periodo post Legge 150 sembra non finire mai. anzi si tramuta sempre più in un ritorno al passato, a spinte verso una commistione forte tra comunicazione politica e comunicazione istituzionale, da una parte; in una lotta "sindacale", dall'altra. In questa situazione, poche e isolate sono le voci di coloro che, stabilmente inquadrati all'interno delle amministrazioni, possono testimoniare la propria esperienza; raccontare il proprio punto di vista.

Leggi tutto

Cambio di paradigma: dalle città digitali agli amministratori digitali

Comuni, Province, Comunità Montane e Regioni sono nate in un periodo storico in cui il loro ruolo era chiaro e ben definito. Oggi le tecnologie (che non chiamerei più nuove anche perché cambiano ed evolvono tutti i giorni) hanno rivoluzionato e continueranno a rivoluzionare il "modo di essere" delle persone (cittadini, politici e amministratori inclusi).Leggi tutto

La realizzazione delle infrastrutture passa per processi decisionali partecipati

La situazione critica che in termini di sistema sta vivendo il nostro Paese, rende molto più caldi i temi legati alle infrastrutture, alla loro realizzazione ed eventuali ritardi. Riguardo alla capacità dell’amministrazione di dialogare e confrontarsi sulle sue decisioni manca una cultura dell’accountability, cioè del render conto. È necessario stabilire un assetto del territorio su scala nazionale, perché solo nell’ambito di un piano nazionale è possibile intervenire localmente.

Leggi tutto

È possibile recuperare l'originaria logica d'integrazione e governance territoriale dell'egovernment?

L’e-government doveva servire per mettere insieme le amministrazioni all’interno dei territori, sviluppare servizi e soprattutto dare risposte. Questo pensiero originario forse è stato tradito e sarebbe necessario capire come recuperarlo; si pensi all’ottica in cui nascevano le reti civiche e quali sono i risultati che attraverso la logica dell’integrazione e di governance territoriale si possono raggiungere.

Leggi tutto

L’esplorazione delle idee per ripensare le città digitali

La società Ideai di Barcellona ha coordinato questo incontro, seguendo un metodo particolarmente stimolante, quello del “Knowledge Safari”, adottato in tutto il mondo per animare reti di dialogo collaborativo su problemi di particolare interesse in ambito ad esempio lavorativo, economico, sociale, politico o culturale. Le 5 tappe di questo “safari” e le proposte che hanno ottenuto, in ordine, più voti: gestione della conoscenza; web 2.0; concetto di back-office e front-office nei servizi; logica collaborativa nell’e-government; digital divide.

Legge 150/00. L’esperienza del Comune di Torino

La situazione del Comune di Torino rispetto all’attività di informazione e comunicazione: quali sono i problemi che si riscontrano oggi? Tra i tanti, innanzitutto il posizionamento della funzione di comunicazione all’interno dell’organizzazione, giocando sugli aspetti professionali, da qui ne deriva un problema di formazione: la comunicazione è fatta di tante forme di competenze che vanno gestite, quindi la formazione diventa fondamentale. Dal punto di vista organizzativo la funzione strategica deve essere collocata al vertice, ed essere trasversale all’organizzazione stessa.Leggi tutto