Cerca: multilevel governance

Risultati 41 - 44 di 44

Risultati

La piattaforma software del CNIPA per la gestione della Conferenza dei servizi.

Anna Luisa Petrucci parla del caso specifico riguardante la Conferenza dei Servizi online. La Conferenza nasceva come strumento di semplificazione con la legge 241 del 1990 e si configurava come un sistema per ottenere una decisione rapida da parte di più amministrazioni coinvolte in uno stesso procedimento amministrativo. Ciò non è stato possibile perché, successivamente all’approvazione della legge, sono state apportate una serie di modifiche che hanno complicato questo strumento.Leggi tutto

Il ruolo della provincia rispetto al suo territorio

La provincia, afferma Barbara Boschetti, ha il compito di assumere il ruolo di ente politico di rilievo costituzionale al fine di promuovere la cultura e la prassi della sicurezza nel proprio territorio. La provincia, in questo senso, deve svolgere una funzione di raccordo tra i livelli verticali di governo e gli enti minori, un’azione di coordinamento tra enti minori localizzati all’interno del territorio provinciale ed un’azione di unificazione tra attori pubblici e privati.Leggi tutto

Elementi imprescindibili nella riforma della Carta delle Autonomie

Per Beniamino Caravita la riforma delle Carta delle Autonomie comporta tre esigenze. Innanzitutto bisogna essere rapidi nel riscrivere il testo dei rapporti tra Stato, Regioni ed Autonomie: non si può rischiare di perdere l’occasione anche in questa legislatura poichè il rischio è lo sfilacciamento dei sistemi istituzionali. In secondo luogo, non è necessario riscrivere un Testo Unico: basta operare interventi puntuali in attuazione dell’art. 117 lettera p e degli articoli 118 e 119 della Costituzione.Leggi tutto

I principi fondamentali del disegno di legge delega sul Codice delle Autonomie locali

Per Enrico Borghi all’interno del disegno di legge delega sul Codice delle Autonomie locali ci sono importanti principi. Innanzitutto, vi è la distinzione fra la titolarità e l’esercizio della funzione da parte dei comuni. In secondo luogo, si sancisce il fatto che vi sia un unico livello sovracomunale presso il quale vengano depositate tutte le funzioni che il comune da solo non riesce ad assolvere. Il terzo elemento comporta che la riduzione ad un solo livello sovracomunale, sia subordinata a criteri di efficacia ed efficienza.Leggi tutto