Cerca: cooperazione applicativa

Risultati 41 - 50 di 159

Risultati

Privatizzazione e innovazione tecnologica nel progetto SPC

Riproponendo gli obiettivi di SPC, giunto ormai a un buon grado di implementazione sul territorio nazionale, Caterina Cittadino apre nuove riflessioni: quali funzioni il mercato deve continuare ad espletare? Come definire un governo della rete che ne assicuri piena sicurezza? Quale è la funzione pubblica nel progetto?

Le proposte dei Comuni per il modello unico digitale dell’edilizia

La definizione e realizzazione del MUDE (Modello Unico dell’Edilizia - previsto dalla legge 80/2006) si inserisce all’interno del progetto “ELI_CAT - Gestione digitale integrata dei servizi locali in materia fiscale e catastale mediante modelli di cooperazione applicativa”, finanziato nell’ambito del Programma Elisa. La relazione presenta la proposta avanzata dall’ANCI all’interno del Comitato che ha il compito di definire uno studio di fattibilità per il MUDE.Leggi tutto

Governo del territorio e fiscalità locale: cosa cambia con i progetti ELI_CAT, ELI_FIS e FED_FIS

La relazione illustra alcuni strumenti previsti dai progetti "ELI-CAT- Gestione digitale integrata dei servizi locali in materia fiscale e catastale mediante modelli di cooperazione applicativa", "ELI-FIS - Federalismo Fiscale: integrazione banche date locali e Nazionali e Cruscotti per la fiscalità" e “FED_FIS - Federalismo Fiscale - Servizi integrati per la fiscalità locale e nazionale”, tutti finanziati all’interno del Programma Elisa (Enti locali innovazione di sistema) gestito dal PORE (Progetto Opportunità delle Regioni in Europa).Leggi tutto

Catasto e fiscalità locale: i progetti ELI_CAT, ELI_FIS e FED_FIS

La relazione presenta tre progetti finalizzati alla creazione di un sistema di catasto e fiscalità locale moderno ed efficiente, basato su un unico modello architetturale.Leggi tutto

Fastweb per il progetto SPC

Confermando la grandissima opportunità rappresentata dall’ apertura del mercato TLC, Roberto Contin propone una lettura del progetto SPC nell’ottica di una azienda, quale Fastweb, che da sempre ha fatto proprio il paradigma “banda larga, fibra ottica e architettura completamente ip”

Alamaviva per i servizi su SPC

Nel suo intervento Antonio Amati adotta la prospettiva del cittadino, utente finale della pubblica amministrazione. Quali vantaggi poterebbero venire dalla piena implementazione di SPC? Quali nuove modalità potrebbero adottarsi nell’erogazione e nella fruizione di servizi su SPC? Prospettive ed esempi dall’esperienza Almaviva.

Il Fascicolo del cittadino nella Regione Friuli Venezia Giulia

Marco Giacomello presenta la strategia della regione Friuli Venezia Giulia che, attraverso il portale del cittadino punta a creare il fascicolo del cittadino. Illustrando i passaggi tecnici che rendono possibile la piena integrazione e sicurezza dei sistemi, sottolinea come la visione che guida la strategia regionale è rendere la PA pienamente accessibile on line attraverso identità elettronica sicura e servizi on line.

Progetto interregionale Contenuti Digitali

Giancarlo Galardi presenta “Contenuti Digitali”, una proposta di intervento per la realizzazione di interventi integrati per lo sviluppo, l’adozione e l’utilizzo delle tecniche digitali per la valorizzazione dei patrimoni culturali locali in ambito interregionale. Le Regioni hanno un ruolo centrale - spiega - perché possono aggregare i contenuti digitali sul territorio, innescando processi di filiera piuttosto che verticalità regionali. Il sistema operativo e progettuale a cui si fa riferimento è ICAR.

Infomobilità interregionale, una proposta di lavoro

Lorenzo Capizzi propone un approccio interregionale alla questione dell’infomobilità, sottolineandone opportunità e vantaggi. L’approccio proposto è in via di evoluzione: dall’analisi dei piani regionali all’elaborazione del piano interregionale, dall’elezione di ICAR come sistema di riferimento alla costituzione di gruppi di lavoro per l’individuazione dei task di progetto.

Progetto Icaro, le funzionalità

Claudio Beretta descrive le funzionalità del progetto Icaro, per la circolarità del dato anagrafico nella Regione Lombardia. Attraverso la cooperazione applicativa – spiega - facciamo parlare tra loro le amministrazioni coinvolte nel “percorso nascita”, realizzando un servizio al cittadino, chedallo stesso punto nascita può registrare, attribuire il codice fiscale e scegliere il pediatra per il nuovo nato.