Cerca: Intervista, banda larga

9 risultati

Risultati

Bassanini e De Brabant sul futuro della rete

Le interviste a Franco Bassanini e François De Brabant registrate al termine del convegno "una roadmap per la digitalizzazione del Paese" organizzato dall'Osservatorio sulla diffusione delle reti telematiche e dei servizi on line, "il Futuro della Rete". Bassanini parla del ruolo della cassa depositi e prestiti per il finanziamento della rete di prossima generazione e De Brabant traccia una mappa degli analfabeti digitali in Italia.

Leggi tutto

I costi della banda larga mancata. Intervista a Francesco Sacco

Got Broadband?

Foto di Left in Alabama

Ricerche e studi mostrano che, in un'economia globale che si regge sulla conoscenza e lo scambio di informazioni, i costi-opportunità di un ritardo sulle infrastrutture di rete sono elevatissimi e dilazionati in rate che pesano sul futuro delle prossime generazioni.
Ma quali sono gli effetti dello sviluppo della banda larga e quali le ricadute sul piano economico e su quello sociale? Cosa accade alle dinamiche del sistema economico quando poggia e si muove su canali affidabili, veloci e pervasivi? Qual è insomma la relazione tra banda larga e crescita economica? Ne abbiamo parlato con Francesco Sacco manager director di EntER - Centre for research on Entrepreneurship and Entrepreneurs e professore dell'università Bocconi.

Leggi tutto

Amministrazioni 2.0 e investimenti per la banda larga. Intervista a Michele Vianello

Articolo del dossier Innovazione nel Nord Est

Michele Vianello, Direttore Generale VEGA, su web 2.0 e pubblica amministrazione. Ci parla degli investimenti in banda larga (dai 50 ai 100 Mega) di Stati Uniti, Gran Bretagna e di altri grandi player economici.
Rispetto al contesto globale, i 2 mega promessi dal ministro Brunetta ad ogni cittadino italiano a cosa serviranno?

Leggi tutto

Perché il wi-max dovrebbe essere la soluzione?

sound of me

Foto di Paula Iannuzzi

La IX Commissione Permanente della Camera (Commissione Valducci) sostiene che l’investimento su un elemento anticiclico come la connettività può essere una leva per superare il digital divide. L’orizzonte di riferimento appare condiviso da politici, amministratori e operatori di settore, ma diverse sono le tecnologie e gli approcci caldeggiati. FORUM PA si offre come spazio di confronto sul tema e di incontro tra le esigenze degli amministratori locali e le soluzioni sul mercato. Dalla voce di Fabio Panunzi Capuano, Responsabile delle Strategie e Business Development, il contributo di Linkem, azienda nata nel 2001 con l’obiettivo di realizzare reti wireless per servizi di connettività internet.

Leggi tutto

Banda larga: la provincia di Belluno guarda al futuro

Web 2.0

Foto di gualtiero

Le aree montane sono, quasi per definizione, zone a fallimento di mercato, ovvero zone su cui il mercato non ha interesse ad investire, soprattutto per la bassa densità di popolazione e, quindi, il basso numero di clienti/utenti potenziali. Considerazioni che, naturalmente, pesano anche sulle scelte delle aziende di telecomunicazioni e influenzano la disponibilità in queste aree della banda larga e, quindi, dell’accesso veloce alle nuove tecnologie digitali. Ne avevamo già parlato qualche settimana fa con Enrico Borghi, presidente dell’Uncem. Questa volta siamo tornati sull’argomento con Claudio Costa, Assessore all’Innovazione della Provincia di Belluno, ente che da alcuni anni sta dedicando grande attenzione a questo problema. Nella consapevolezza che il digital divide può compromettere seriamente la competitività dei territori.

Leggi tutto

Nelle aree montane soluzioni da inventare contro il digital divide

Bay Bridge Silhouette

Foto di Thomas Hawk

La scienza riesce a creare ponti in grado di proiettare il genere umano su orizzonti fino a quel momento tratteggiati solo nelle opere di scrittori o cineasti fantasy che, spesso, proprio dalla scienza attingono le più illuminate ispirazioni. Questi stessi ponti possono rimanere inaccessibili a molti e creare, o acuire, fratture e lacerazioni nel tessuto economico e sociale. Un esempio? La connessione a banda larga che, laddove manca, dà origine al famigerato digital divide, il cui nome rischia di spostare l'attenzione sulle tecnologie laddove un gap digitale, oggi, è soprattutto un divario sociale. E' di questo che abbiamo parlato con Enrico Borghi, presidente dell'Uncem, portavoce di una delle aree geografiche italiane maggiormente svantaggiate per carenza di infrastrutture di accesso alla rete.

Leggi tutto

“@lbergo diffuso”: banda larga e turismo nei borghi aquilani

Scanno

by Lost Bob

Nell’era di internet e della comunicazione globale le distanze si annullano, almeno in senso virtuale: così anche località isolate, come quelle di montagna, possono essere raggiunte con un click. È quello che accadrà in provincia dell’Aquila, grazie a un progetto che abbina, al recupero di borghi e centri storici per trasformare in strutture ricettive edifici attualmente inutilizzati, la realizzazione di un’infrastruttura telematica a banda larga, per permettere al turista di essere sempre informato sulle iniziative (eventi, mostre, percorsi) ed eventualmente di effettuare prenotazioni in alberghi e ristoranti, o acquistare biglietti per spettacoli, visite guidate, e altro ancora. 

Leggi tutto

Assegnate le licenze Wi-Max, la valutazione di Luigi Vimercati

Mentre il Rapporto Osservatorio Banda Larga - Between rende noti i dati broadband al dicembre 2007 – diffusione al  + 4% e copertura al 94% della popolazione – cresce l’attenzione sul Wi–Max, per le cui frequenze si è recentemente chiusa l’assegnazione dei diritti d’uso su base d’asta.

Leggi tutto

Un laboratorio per progettare l'innovazione

Ne parliamo con

Mario Ancilli - Responsabile del Laboratorio ICT della Regione Piemonte

Leggi tutto