Cerca: Intervista, e-government

9 risultati

Risultati

Social network e PA, a volte funziona: guardate il Comune di Milano

Il Comune di Milano si distingue sui social per la capacità di coinvolgere, attraverso elementi ludici e visivi, i propri cittadini. Un bell'esempio di social PA a cui hanno contribuito due giovani comunicatori: Paola Bonini, responsabile del social media team, e Alessio Baù, responsabile dei contenuti, che ci spiegano come si crea un racconto della città con volontà politica, formazione e..indovinate? Partecipazione civica. Entriamo in modalità display.

Leggi tutto

e-Learning dal basso per gestire il cambiamento nella PA

iColor (L1020065)

Foto di Michele Mazzoli

Innovare è difficile, e lo è ancora di più in una struttura costruita sul rispetto della forma e spesso sclerotizzata come un ufficio pubblico. Le resistenze al cambiamento sono moltissime, da quelle più dichiarate a quelle più sotterranee, da quelle della politica a quelle dei livelli operativi.
Giovedì scorso 11 dicembre, presso l’Università di Teramo, si è svolto un incontro dal titolo “L'e-learning per l’e-government, verso una nuova partecipazione”, un’iniziativa che ha fornito una lettura interessante dell’e-learning, proponendolo come uno strumento utilissimo nei processi di change management e di innovazione della PA, adatto ad “erodere dal basso” questo tipo di resistenze. Vediamo perchè.

Leggi tutto

I Livelli Minimi di e-Government non sono la patente informatica della PA

Shoes

Foto di Lachlan Hardy

 La Ricerca LEM – Livelli Minimi di e-Government negli Enti Locali - della SSPAL ha fornito una prima ricognizione sullo stato dell’e-government nella PA locale, sottoponendo 100 quesiti a 170 Segretari comunali. Nelle Community on line interessate all'argomento si sono sollevate riflessioni e dubbi sull’approccio adottato in questa prima rilevazione, ma soprattutto si sono avanzate proposte su cosa e come lavorare da qui al futuro in materia di LEM. Ne abbiamo parlato con Flavia Marzano, Consulente strategico per la PA e membro del Gruppo di lavoro sui LEM, che ci riporta direttamente all’esigenza di “multi-dimensionare” l’approccio all’e-government nella PA locale.

Leggi tutto

Linea Comune: l’e-Government, il bottegaio e il supermarket

Pout

by Dan Foy

Torniamo ancora una volta sul tema dell’e-Government, ma stavolta senza rimpianto o rammarico, anzi. e-Government non come occasione mancata, ma come innesco di un percorso chiaro e lucido in direzione del cambiamento, verso una PA che costi meno e che offra servizi migliori. Siamo andati ad indagare su Linea Comune, il Centro Servizi Territoriale che copre l’area vasta della Provincia di Firenze. E abbiamo fatto una chiacchierata con Carlo Paolini, Direttore Generale del Comune di Firenze.

Leggi tutto

Il Codice dell'Amministrazione Digitale - Pierluigi Ridolfi

Può esistere un'innovazione che non contempli rischi? O piuttosto le probabilità di errore sono fattori endemici del cambiamento? L'opinione di Pierluigi Ridolfi, presidente della Commissione Interministeriale per la dematerializzazione, è che sia proprio la scarsa, per non dire nulla, propensione della PA ad assumersi dei rischi, uno degli elementi che ha finora rallentato il processo di modernizzazione della PA. La "bibbia" di questo percorso è il Codice dell'Amministrazione Digitale che va, per questo motivo, conosciuta e interpretata.

Leggi tutto

Convegno "Semplificazione, efficienza, cooperazione: l'ora dei fatti!" - Pasquale Lavacca

Il Generale dell'arma dei Carbinieri Lavacca presenta il SISLAV, il nuovo Sistema Informativo per le Ispezioni sul Lavoro che consentirà la creazione di un fascicolo elettronico. Grazie agli strumenti della cooperazione applicativa, come la porta di dominio o la busta di e-Gov, le differenti amministrazioni coinvolte nell'attività ispettiva avranno a disposizione tutte le informazioni raccolte nel passato e potranno ampliare la banca dati con i risultati delle proprie indagini.

Leggi tutto

Perchè fallisce l'e-Government

Heading Home

by Cindy Seigle

Dopo l’editoriale dello scorso numero della nostra newsletter “PA digitale chi l’ha vista?”, che riprendeva i temi dell’innovazione tecnologica “dimenticata” nel nostro Paese abbiamo pensato che fosse utile ed interessante ripercorrere le tappe di questa “non-riforma” con Alessandro Osnaghi, oggi docente presso l’università di Pavia.
Il professor Osnaghi è uno dei “padri” dell’e-Gov italiano, a partire dalle prime riforme Bassanini, e, al tempo stesso, uno dei più amari critici del percorso intrapreso in questi dieci anni, che ha visto come un’opportunità sprecata.

Leggi tutto

L'innovazione secondo IBM

Cosa significa innovare per un'azienda del calibro di IBM? E quali sono le realtà più dinamiche italiane? Ne parliamo con Biagio De Marchis, direttore del settore pubblico di IBM Italia.

Matteo Colaninno - Italia? Innovazione poco coraggiosa

Una veloce chiacchierata con Matteo Colaninno, presidente dei giovani imprenditori di Confindustria e vice presidente di una delle aziende simbolo del made in Italy. L'occasione è stata la presentazione del Rapporto CapGemini sull'e-government in Europa e quindi è stato d'obbligo chiedere a Colaninno come il sistema imprenditoriale giudica i progressi dell'e-government e della modernizzazione della pa.

Leggi tutto